fbpx
FeaturedNewsTech

OnePlus 7 Pro: confermati schermo a 90Hz e 5G

In un intervista del sito The Verge, il CEO di OnePlus Pete Lau ha confermato che OnePlus 7 Pro, ‘fratello maggiore’ di OnePlus 7, sarà dotato di uno schermo ‘spettacolare‘ e di connettività 5G. Queste features, però, avranno il loro costo considerevole, che potrebbe alienare i fan dell’azienda, nata per creare top di gamma economici piuttosto che flagship costosi.

Le caratteristiche di OnePlus 7 Pro

La caratteristica più centrale tra le due è proprio lo schermo: Lau ha dichiarato che l’azienda spenderà, per il display di questo modello, fino a 3 volte tanto quanto speso per il modello dell’anno prima.

Il CEO ha detto: “La prima volta che l’ho visto con i miei occhi, sono rimasto stupefatto“. Oltre alla risoluzione, a fare la differenza sarebbe l’alta frequenza di aggiornamento, che dovrebbe essere di 90Hz. Abbiamo già visto, su dispositivi come il Razer Phone, l’Asus ROG Phone e l’iPad Pro (rispettivamente con uno schermo da 120Hz, 90Hz 120Hz ProMotion), che un refresh-rate più alto di 60Hz porta ad un’esperienza di utilizzo più fluida. Su uno smartphone con OxygenOS, noto per le sue animazioni scorrevoli, questo potrebbe portare ad una differenza notevole.

Rispetto allo schermo, l’altra caratteristica, ovvero la connettività 5G, passa un po’ in secondo piano. L’azienda è consapevole che, nonostante ormai quasi tutte le compagnie abbiano nel loro portafoglio almeno un dispositivo capace di connettersi a questa rete, quest’ultima non sia ancora abbastanza diffusa da convincere i consumatori ad acquistare un dispositivo nuovo solo per essa. Rimane comunque un punto di forza, insieme alle altre specifiche, nella prospettiva di uno smartphone da utilizzare per gli anni a venire.

Per quanto riguarda il prezzo, non ci sono ancora indicazioni ufficiali a riguardo, ma siamo probabilmente allo stesso livello di flagship come Samsung Galaxy S10Huawei P30 Pro e iPhone XS. Un fascia giustificata dalle specifiche incluse, ma che un po’ tradisce lo spirito originario dell’azienda, nata proprio per offrire ai consumatori dei dispositivi top di gamma ad un prezzo “popolare”. Vedremo se le specifiche uniche riusciranno a convincere gli utenti (vecchi e nuovi) o se snatureranno troppo l’immagine dell’azienda, portandola ad competere in un terreno già molto affollato senza i suoi fan fedeli a supportarla.

[amazon_link asins=’B07CHL6XN6,B07HFDPBW8,B078WSFXPW’ template=’ProductCarousel’ store=’gamspri02-21′ marketplace=’IT’ link_id=’1ed4bdbd-92a8-45bd-8000-0b9bf65ad4ec’]
Via
The Verge

Giovanni Natalini

Ingegnere Elettronico prestato a tempo indeterminato alla comunicazione. Mi entusiasmo facilmente e mi interessa un po' di tutto: scienza, tecnologia, ma anche fumetti, podcast, meme, Youtube e videogiochi.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button