fbpx
AttualitàCulturaNews

Per il nono anno consecutivo Apple è il miglior marchio secondo Interbrand

Anche per il 2021, Apple è in cima alla lista dei migliori marchi di Interbrand con valore di 408,6 miliardi di dollari.

Apple vale 408,6 miliardi di dollari

Puntuale come ogni anno, la società di consulenza globale sui marchi Interbrand ha stilato la lista dei marchi più preziosi del 2021. E, puntuale come ogni anno, al primo posto c’è Apple, con un valore del marchio di 408,6 miliardi di dollari. Si tratta di una cifra incredibile, con un aumento del 26% rispetto alle prestazioni dello scorso anno. Nel 2020 infatti il marchio Apple era valutato solo 323 miliardi di dollari.

Dovranno accontentarsi Amazon e Microsoft, che si sono posizionati rispettivamente al secondo e terzo posto. Appleinsider.com riporta che il brand di Jeff Bezos è stato valutato 248 miliardi, mentre Microsoft 210 miliardi. Fuori dal podio ci sono invece Google e Samsung, che chiudono così la lista dei 5 marchi più preziosi dell’anno secondo Interbrand. In prospettiva, la somma delle valutazioni di Apple, Amazon e Microsoft, rappresenta il  62,3% del valore totale dei primi dieci marchi della lista.

Ecco come il rapporto di Interbrand descrive la crescita di Cupertino:

“Il processo di diversificazione è stato importante. Anche in campo sanitario – con l’Apple Watch che ora è in grado di misurare i livelli di ossigeno nel sangue – e nei servizi di abbonamento per l’intrattenimento. Inoltre il cloud per l’archiviazione dei dati e la musica. Il brand ha continuato a rimanere vicino ai clienti e continua a trovarsi forte online soluzioni di vendita al dettaglio nonostante le complicazioni causate dalla pandemia. In definitiva, Apple, dimostra il suo impegno nel fornire al consumatore un’esperienza semplice e senza soluzione di continuità. Tutto questo si riflette in questo significativo aumento del 26% del valore del marchio”.

Interbrand effettua le sue valutazioni tenendo conto di una varietà di fattori soggettivi interni ed esterni. Tra questi troviamo la leadership, il coinvolgimento e la pertinenza. Secondo la società “i marchi forti esercitano un’influenza sui consumatori, creano un seguito fedele, attraggono e mantengono i dipendenti” 

I dati di Interbrand degli scorsi anni ci mostrano l’inesorabile ascesa della Grande mela morsicata. Apple ha infatti cominciato nel 2012 a superare brand come McDonalds e GE, e nel 2013 ha surclassato persino CocaCola.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button