fbpx
CulturaFeatured

È morto il principe Filippo, duca di Edimburgo

Il nobile britannico è deceduto oggi all'età di 99 anni

Poche ore fa si è spento il principe Filippo, duca di Edimburgo all’età di 99 anni. L’annuncio è arrivato direttamente dalla regina Elisabetta II d’Inghilterra, che lo ha comunicato tramite i canali ufficiali della Famiglia Reale, sottolineando la “profonda sofferenza” della notizia. Il principe Filippo è stata una figura importantissima per la storia recente del Regno Unito, sebbene spesso in secondo piano. E noi, pur non avendo seguito da vicino la sua vita nel mondo reale, non possiamo dimenticarci del suo ritratto visto nella celebre serie TV The Crown.

Il principe Filippo di Edimburgo è morto all’età di 99 anni

Com’è noto la serie TV di Netflix racconta la storia di Elisabetta II, attraverso tutta la sua vita. Di conseguenza non può mancare il principe consorte in questo racconto. Dopotutto il matrimonio fra i due (avvenuto circa otto anni dopo il primo incontro, risalente al 1939) è il più longevo della storia britannica, durato oltre settant’anni. Un rapporto di amore forte, che ha creato nel corso degli anni innumerevoli aneddoti, riportati anche nello show.

Proprio con il matrimonio poi il principe Filippo ha aggiunto peraltro il suo titolo più noto, ovvero quello di duca di Edimburgo. Ma non si tratta certo dell’unico epiteto nobiliare di cui si può fregiare. Ufficialmente è infatti noto come “Sua Altezza Reale Il Principe Filippo, Duca di Edimburgo, Conte di Merioneth, Barone Greenwich, Cavaliere Reale del Nobilissimo Ordine della Giarrettiera, Cavaliere extranumero dell’Antichissimo e Nobilissimo Ordine del Cardo, Membro dell’Ordine al Merito, Cavaliere di Gran Croce dell’Ordine Reale Vittoriano, Gran Maestro e Primo e Principale Cavaliere di Gran Croce dell’Eccellentissimo Ordine dell’Impero Britannico,

Membro Addizionale dell’Ordine della Nuova Zelanda, Compagno extranumero dell’Ordine di Servizio della Regina, Cavaliere dell’Ordine d’Australia, Reale Capo dell’Ordine di Logohu, Compagno straordinario dell’Ordine del Canada, Comandante straordinario dell’Ordine al Merito Militare, Decorazione delle Forze Canadesi, Lord dell’Onorevolissimo Consiglio Privato di S.M., Membro del Consiglio Privato della Regina per il Canada, Personale Aiutante di Campo di S.M. il re Giorgio VI, Lord Alto Ammiraglio del Regno Unito“. Insomma, altro che Daenerys Targaryen.

Tre volti, per Sua Altezza Reale

principe filippo the crown tobias menzies

Tornando a The Crown, la particolare formula della serie comporta un cambio di attori periodico. Ogni due stagioni infatti il cast si aggiorna, per seguire l’avanzamento dell’età dei protagonisti. E così, a interpretare il Principe Filippo sono stati finora due interpreti, amatissimi nel Regno Unito, ovvero Matt Smith e Tobias Menzies. Quando lo show tornerà con la sua quinta stagione ci sarà un nuovo passaggio di testimone. Il ruolo del principe Filippo quindi passerà a Jonathan Pryce, un altro celebre ed eccezionale attore.

Al di là delle polemiche sull’accuratezza storica, soprattutto in merito al controverso caso di Lady Diana Spencer, The Crown ha permesso di dare uno sguardo più approfondito alla Famiglia Reale inglese. Non solo, ma ha permesso al grande pubblico di conoscere meglio proprio la figura del duca di Edimburgo Filippo. Un personaggio che negli anni è stato al centro di tante discussioni per le sue celeberrime gaffe, ma anche una persona che ha profondamente amato la regina.

Oggi si è spenta una persona che, sebbene negli ultimi anni si sia ritirata dalla vita pubblica a causa dell’età avanzata, ha contribuito a creare il Regno Unito moderno. Non ci resta che fare le nostre condoglianze ai cittadini britannici e a tutti i membri della Famiglia Reale.

Mattia Chiappani

Ama il cinema in ogni sua forma e cova in segreto il sogno di vincere un Premio Oscar per la Miglior Sceneggiatura. Nel frattempo assaggia ogni pietanza disponibile sulla grande tavolata dell'intrattenimento dalle serie TV ai fumetti, passando per musica e libri. Un riflesso condizionato lo porta a scattare un selfie ogni volta che ha una fotocamera per le mani. Gli scienziati stanno ancora cercando una spiegazione a questo fenomeno.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button