fbpx

Abbiamo provato dal vivo Project xCloud di Xbox. Ma cos’è e come funziona il servizio di videogiochi in streaming che ti permette di giocare con titoli Xbox One su smartphone e tablet? Ecco spiegato, anche se i punti ancora “oscuri” sono moltissimi

Project xCloud cos’è

Project xCloud è un servizio per i videogiocatori Xbox One che sfrutta l’infrastruttura Microsoft Azure. Beh, quando hai una tecnologia cloud così performante in casa perché non sfruttarla anche per il gaming?
Giusto per essere chiari: il servizio di streaming Playstation Now gira sulla piattaforma cloud Microsoft Azure.

[amazon_link asins=’B07JCN6KJK,B07SBBGW3T,B07JCMXN6Z,B00FGTPZC8,B07FSRBWX8′ template=’ProductCarousel’ store=’gamspri02-21′ marketplace=’IT’ link_id=’bae6be38-474b-4a03-adbb-346b07a57b90′]

Ma come funziona esattamente Project xCloud? È molto semplice: dei server remoti fanno partire il gioco, lo elaborato e lo inviano allo schermo dell’utente. Questo significa che il giocatore non ha bisogno di una console potente per poter giocare ma ha bisogno solo di uno schermo in quanto il “lavoro sporco” viene eseguito sul serve di Microsoft.

Tutto ciò di cui ha bisogno l’utente è: uno smartphone o un tablet oppure un PC e di una connessione ad internet sufficientemente veloce.

In questo modo potete iniziare a giocare a Gears 5 sulla vostra Xbox One e continaure in mobolità sullo smartphone oppure sul tablet.

Insomma, il funzionamento di Project xCloud è molto simile a quello di Google Stadia se non il supporto di una piattaforma fisica come Xbox One.

Project xCloud: provato a Gamescom

A Gamescom abbiamo provato il servizio Project xCloud in una delle postazioni disponbili allo stand. I giochi presentatoci erano quattro: Super Lucky’s TaleOri and the Blind ForestReCore e Forza Motorsport 7, il tutto su smartphone collegati tramite cavo alla rete dati, ai quali erano ovviamente abbinati controller Xbox connessi tramite bluetooth.

La prima cosa che abbiamo chieseto è stato quale tipo di connessione alla rete sfruttassero gli smartphone. Ci hanno che la connessione era cablata (e non wi-fi) visto il sovraffollamento delle connessioni senza fili. Abbiamo anche chiesto quale sia la connessione minima richiesta per giocare e la risposta è stata “di questo non possiamo ancora parlare“.

project xloud cos'è

Pad alla mano, ciò che possiamo confermare è che i titoli giravano in modo molto fluido e senza nessun tipo di lag così come la risposta in seguito all’imput dato dal controller era immediata, in tutti e quattro i titoli.

Ancora nulla è dato sapere in merito ai costi di Project xCloud e nemmeno in merito ai titoli che verranno lanciati.

[amazon_link asins=’B077YLDC5N,B0748PRFJQ,B0748PHTG3,B07P56VTPF,B07SR4R8K1′ template=’ProductCarousel’ store=’gamspri02-21′ marketplace=’IT’ link_id=’f592c921-fa4b-4aa5-91ba-46829866d696′]

Google Stadia prevede l’acquisto di ogni singolo gioco mentre per Project xCloud ci auspichiamo che Xbox decida di perseguire il concept già avviato con Game Pass che permette di giocare illimitatamente con i titoli compresi all’interno di un catalogo curato, come accade con Netflix.

Non ci resta che attendere ulteriori aggiornamenti da parte di Xbox in merito a questo interessante progetto di videogiochi in streaming.


Condividi la tua reazione

Rabbia Rabbia
1
Rabbia
Confusione Confusione
1
Confusione
Felicità Felicità
0
Felicità
Amore Amore
0
Amore
Paura Paura
0
Paura
Tristezza Tristezza
0
Tristezza
Wow Wow
0
Wow
WTF WTF
0
WTF
Fjona Cakalli

author-publish-post-icon
Amo la tecnologia, adoro guidare auto/camion/trattori, non lasciatemi senza videogiochi e libri. Volete rendermi felice? Mandatemi del cibo :)