fbpx
FeaturedRecensioniTech

Recensione Xiaomi Mi9: il top di gamma economico

A Barcellona Xiaomi Mi9 ha sorpreso tutti. L’azienda cinese infatti è riuscita a mantenere il prezzo sotto i 500 euro senza però sacrificare nulla. Certo, qualche difetto questo Mi9 ce l’ha, ma a conti fatti rimane un vero best buy. Vi spiego perché in questa recensione.

Xiaomi Mi9: la scheda tecnica

Naturalmente prima di analizzare pregi e difetti del dispositivo, diamo un’occhiata alle sue caratteristiche tecniche.

Dimensioni: 157,5 x 74,7 x 7,6 mm
Peso: 173 g
Display: 6,4″ Super AMOLED – 1080 x 2340 pixel
CPU: Qualcomm Snapdragon 855
GPU: Adreno 640
RAM: 6 GB
Memoria: 64/128 GB
Rete: 4G LTE – Dual SIM
Connettività: Wi-Fi 802.11 a/b/g/n/ac, Bluetooth 5.0, USB Type-C, GPS
Batteria: 3300 mAh
Fotocamera posteriore: 48 MP + 12 MP + 16 MP
Fotocamera anteriore: 20 MP
Video: 4K @60 fps
Sistema operativo: Android 9.0 Pie con MIUI 10

Resistente ed ergonomico ma…

Xiaomi Mi9 non delude. Il frame in metallo e la back cover in vetro lo rendono solido ed ergonomico, cosa che vi consente di gestirlo serenamente con una sola mano. Qualche difetto però ce l’ha. Prima di tutto risulta piuttosto scivoloso, quindi vi consiglio caldamente di utilizzare la cover che trovate nella confezione o di acquistarne un’altra più robusta, così eviterete spiacevoli cadute accidentali. In secondo luogo abbiamo il modulo della fotocamera posteriore che risulta davvero troppo sporgente: nemmeno la custodia in silicone riesce a tenerlo al sicuro.

Vi segnalo poi l’assenza della certificazione IP68 – quindi niente impermeabilità – e del compianto jack da 3,5 mm. Munitevi quindi di auricolari Type-C o Bluetooth.

Ad essere invece ottimo è il display da 6,4 pollici, con un pannello Super AMOLED che regali colori vividi e vibranti e il supporto all’HDR10. Presente poi il notch a goccia, ma tranquilli, passerà praticamente inosservato.

La potenza di Snapdragon 855

Xiaomi Mi9 sfrutta l’ultimo processore di Qualcomm, lo Snapdragon 855, affiancato da 6 GB di RAM e e dalla GPU Adreno 640. Insieme regalano un’esperienza d’utilizzo rapida e fluida, perfetta anche per gli utenti più esigenti e persino per i videogiocatori. A disposizione poi avete 64 o 128 GB di memoria interna, purtroppo non espandibile tramite microSD, quindi decidete con calma quale versione sia più adatta alle vostre esigenze. Io, ad esempio, mi trovo benissimo con 64 GB ma non è così per tutti.

Buoni anche audio e connettività, mentre risulta sempre un po’ lento il lettore d’impronte situato sotto al display. In alternativa potete affidarvi al riconoscimento del volto, che risulta decisamente più rapido ma meno sicuro. Ottima invece la batteria da 3300 mAh che sì, sulla carta non è molto capiente, ma in realtà riesce a portarvi a fine giornata anche nelle giornate più difficili. Particolarmente apprezzato anche il supporto alla ricarica wireless da 20W, che vi consente di ricaricare il device in pochi minuti. Attenzione però: il Mi Wireless Charger deve essere acquistato separatamente.

Arriviamo infine al software, Android Pie con la MIUI 10.2. Il mio rapporto con questa interfaccia è sempre molto conflittuale. Da un lato infatti è leggera, fluida e graficamente piacevole, dall’altra invece continua ad essere fastidiosamente indisciplinata quando si parla di notifiche. Sì, perché le icone non sono persistenti e la vostra barra di notifica risulterà perennemente vuota anche quando avete ricevuto email, messaggi e notifiche di ogni genere. Un problema più volte segnalato a Xiaomi dagli utenti e della stampa ma mai risolto.

Tornano i 48 megapixel

Xiaomi Mi9 segue la strada tracciata da Honor View 20 proponendo un sensore principale da 48 megapixel, affiancato però da due altre fotocamere: una da 12 megapixel con zoom 2x e un’altra da 16 megapixel grandangolare. Insomma, grande varietà per divertirsi in qualsiasi situazione e per affrontare qualsiasi genere di soggetto. La qualità risulta davvero ottima quando vi trovate in condizioni di buona luminosità, al pari di altri top di gamma, ma scende quando cala la luce. Ad aiutarvi ci pensa la modalità notte che non è sicuramente impeccabile ma vi garantisce scatti soddisfacenti. Da segnalare anche la presenza dell’HDR e dell’immancabile AI, che però non potete utilizzare in combinazione con i 48 megapixel.

Decisamente meno apprezzabile la fotocamera frontale. I 20 megapixel infatti non soddisfano, al buio poi non ricaverete molto.

Promossi infine i video, di qualità e affiancati da tutte le opzioni di cui avete bisogno, incluso lo slowmotion a 960p. Peccato però per la stabilizzazione elettronica: con quella ottica si poteva ottenere qualcosa di meglio.

    Xiaomi Mi9: comprarlo o non comprarlo?

    A 449,90 euro è sicuramente un acquisto eccellente. In fondo offre tutto ciò di cui un utente può avere bisogno: il display è ottimo, la batteria anche e le prestazioni sono eccellenti. La fotocamera poi è piuttosto soddisfacente, cosa che vi permetterà di stupire gli amici con qualche scatto postato sui social. Non è un camera phone, questo deve essere chiaro, ma si difende decisamente bene.

    Xiaomi Mi9

    • Ottima qualità costruttiva
    • Ottimo display
    • Prestazioni eccellenti
    • Fotocamera soddisfacente
    • Autonomia promossa
    • Niente certificazione IP
    • Pessima gestione delle notifiche
    • Manca il jack audio
    Tags

    Erika Gherardi

    Amante del cinema, drogata di serie TV, geek fino al midollo e videogiocatrice nell'anima. Inspiegabilmente laureata in Scienze e tecniche psicologiche e studentessa alla magistrale di Psicologia Clinica, dello Sviluppo e Neuropsicologia.
    Next Article
    Close

    Adblock Rilevato

    Considera di supportarci disabilitando il tuo adblocker