fbpx
AttualitàCulturaNewsPersonaggi

Svelato l’orientamento sessuale di Robin nel sesto numero di Batman: Urban Legends

Dopo 81 anni è stato svelato l'orientamento sessuale di Tim Drake

Robin ha fatto coming out come bisessuale nell’ultimo fumetto di Batman, dopo ben 81 anni. Tim Drake – alias il terzo Robin – ha capito di essere bisessuale nel nuovo numero Batman: Urban Legends #6, durante una conversazione con Bernard Dowd. Scopriamo insieme tutti i dettagli.

Robin fa coming out come bisessuale nel fumetto di Batman

Nel fumetto, Tim/Robin ha “un’illuminazione” quando combatte a fianco del suo amico Bernard Dowd.

“Hai mai avuto un’illuminazione?”, si chiede Tim. “Come se qualcosa nell’etere ti stesse deridendo, ti prendesse in giro. Come se sapessi che dovresti essere sulla stessa lunghezza d’onda del tuo cervello ma nulla ha senso. La gente continua a chiedermi cosa voglio. Ma non riuscivo ad afferrarlo. Qualunque cosa fosse. Mi è sempre sembrato fuori portata. Fino ad ora. Fino ad ora”.

Più tardi, Tim raggiunge Bernard nella sua veranda. “Ho pensato molto a quella notte e non so cosa abbia significato per me”, dice Tim. “Ma mi piacerebbe scoprirlo”. Il che spinge Bernard a rispondere: “Speravo lo facessi. Tim Drake, vuoi uscire con me?” Allora Tim risponde: “Sì, sì. Penso di volerlo”.

La scrittrice del fumetto, Meghan Fitzman, ha detto a Polygon che non stanno deliberatamente mettendo un’etichetta sui sentimenti del personaggio per ora. “Volevo rendere omaggio al fatto che la sessualità è un viaggio”, ha detto Fitzmartin. “Per essere chiari, i suoi sentimenti per Stephanie sono stati/sono reali al 100%, così come i suoi sentimenti per Bernard. Tuttavia, Tim sta ancora cercando di capire se stesso. Non credo che abbia il linguaggio per tutto questo, ancora”.

La questione della sessualità di The Boy Wonder risale all’introduzione del personaggio, con il pupillo di Batman spesso bersaglio di allusioni e battute. Secondo una profonda immersione nell’argomento da parte di Slate, uno psichiatra anti-comics ha persino testimoniato davanti a una sottocommissione del Senato sulla delinquenza giovanile nel 1954, sbattendo in faccia alla corte i fumetti di Batman come “un sogno di due omosessuali che vivono insieme”.

Occasionalmente, gli scrittori di fumetti di Batman sembravano abbracciare sornionamente l’idea che Robin fosse gay, anche se la DC Comics sosteneva ufficialmente che il personaggio era etero. Tuttavia anche il regista Joel Schumacher sembra aver giocato con l’idea nei suoi film Batman Forever (1995) e Batman and Robin (1997).

Per concludere vi ricordiamo che la storia riprenderà con il prossimo numero, in arrivo a dicembre.

Source
Hollywood Reporter

Veronica Ronnie Lorenzini

Videogiochi, serie tv ad ogni ora del giorno, film e una tazza di thé caldo: ripetere, se necessario.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button