fbpx
FeaturedNewsSpettacoliVideogiochi

In arrivo un videogioco su UFO Robot Goldrake

Microids ha recentemente annunciato il progetto

Microids, in collaborazione con Dynamic Planning, ha annunciato di essere al lavoro su un nuovo progetto: le società hanno intenzione di realizzare un videogioco su UFO Robot Goldrake. Recentemente hanno infatti firmato un accordo per la pubblicazione del titolo che, secondo quanto rivelato, sarà disponibile su PC e console.

UFO Robot Goldrake, in arrivo il videogioco

Goldrake-Tech-Princess

Microids ha recentemente annunciato la lieta notizia. Insieme a Dynamic Planning la società ha rivelato di essere al lavoro su un titolo ispirato a UFO Robot Goldrake, la famosa serie animata andata in onda circa 45 anni fa che riuscì a conquistare l’intero pubblico occidentale.

Il CEO di Microids, Stéphane Longeard ha rivelato che lui e il team sono molto felici di questa partnership. Inoltre ha dichiarato che attraverso questo videogioco, la società vuole offrire al pubblico un titolo in grado di soddisfarli e renderli felici, qualcosa che possa portare onore all’intero franchise.

L’intero team sta lavorando duramente per realizzare un prodotto fedele alla serie animata e al manga. Il CEO ha concluso, poi, annunciando di essere estremamente orgoglioso. Non vede l’ora di poter mostrare di più ai fan in futuro.

Go Nagai, l’autore di UFO Robot Goldrake, ha commentato la lieta notizia. Nagai ha rivelato che rivivere le avventure di Goldrake con l’aiuto della tecnologia moderna è un sogno che, per lui, diventa finalmente realtà. È molto soddisfatto di questo progetto e non vede l’ora di poter mettere le mani sul videogioco.

L’arrivo di questo nuovo videogioco targato Microids e Dynamic Planning potrebbe rappresentare una vera e propria svolta nel mondo videoludico. In fin dei conti stiamo parlando di riportare in vita, sotto forma di videogioco, la serie animata più apprezzata in Italia nel 1978 e non è una cosa semplice. Le aspettative del pubblico sono alte ed è necessario rispettare il materiale originale.

Entrambe le aziende hanno in mano un potere enorme che permetterà loro di realizzare un progetto in grado di attirare, ancora una volta, una grossa fetta di pubblico. Non si tratta solo dei veterani che sono cresciuti a suon di pugni con Actarus e il suo super robot, ma questo videogioco potrebbe attirare a sé anche le nuove generazioni

Un salto nel passato con UFO Robot Goldrake 

Go-Nagai-Goldrake-tech-princess

Adesso facciamo un breve salto nel passato e ripercorriamo la storia di questa serie animata e di come sia riuscita a conquistare il panorama occidentale negli anni ’70.

UFO Robot Goldrake è stato realizzato dal Sensei Go Nagai. Nagai è considerato uno dei mangaka (autore di fumetti) più importanti di sempre poiché ha realizzato opere che hanno segnato il panorama dei fumetti ed è anche colui che ha introdotto, all’inizio degli anni ’70, i famosi Mecha ovvero gli enormi robottoni che hanno conquistato il nostro cuore.

L’arrivo di Grendizer (il nome originale del nostro amato robot) è dovuto a Jacques Canestrier, considerato come il papà europeo di Goldrake. Per quale motivo? Perché è grazie a lui che il robottone è approdato il Europa. Canestier ha infatti acquistato, verso la fine degli anni ’70, i diritti della trasmissione dell’anime giapponese in tutta Europa attraverso la Pictural Films. Di conseguenza gli altri Paesi, prima di trasmettere il cartone giapponese, dovevano consultarsi con lui.

Ed è proprio così che nasce, anche, il nome Goldrake. Come abbiamo scritto qui sopra, il nome originale dell’anime in Giappone è UFO Robot Grendizer. Canestier però, probabilmente per rendere la pronuncia più semplice, ha deciso di stravolgere il nome e in Francia è stato ribattezzato Goldorák. Nel nostro Paese, invece, è arrivato con il nome di Goldrake che rappresenta l’anglicizzazione del nome francese.

I primi due Paesi che hanno avuto l’opportunità di trasmettere nel 1978 il cartone sono proprio Francia ed Italia. Dopo la messa in onda, Goldrake ha conquistato il pubblico.

Il grande robottone ha sconvolto completamente il panorama dei cartoni animati trasmessi fino a quel momento, distruggendo e ricostruendo il termine “cartone animato” in Europa. La sua storia e i personaggi innovativi hanno conquistato il cuore del vasto pubblico italiano ed europeo. Goldrake ha rappresentato la novità, qualcosa di mai visto prima di quel momento nel nostro Paese e l’elemento action ha reso l’anime ancora più coinvolgente ed entusiasmante.

Il fatto che Microids, azienda francese che si occupa della pubblicazione e della realizzazione di videogiochi, abbia deciso di creare un videogioco ispirato al grande Goldrake ha senso. È come se l’azienda volesse onorare Jacques Canestrier per aver portato, per la prima volta, il robot nel nostro continente.

Per questo motivo siamo entusiasti e non vediamo l’ora di conoscere tutti i dettagli sul videogioco di UFO Robot Goldrake. Microids potrebbe realmente dar vita ad un progetto straordinario e unico nel suo genere.

Per concludere vogliamo darvi un’informazione che probabilmente non tutti sanno. Il nostro Sensei Nagai, come vi abbiamo accennato poco fa, è colui che ha introdotto i Mecha. Sapete che però il primo grande Mecha realizzato da Nagai non è stato Grendizer (Goldrake per gli amici italiani) ?

Il primo robottone che il Maestro ha realizzato è stato Mazinga Z. UFO Robot Goldrake infatti fa parte di una particolare trilogia composta da Mazinga Z, Grande Mazinga e, appunto, Goldrake. Purtroppo però, per cause sconosciute, nel nostro paese è arrivato prima Goldrake e questo ha significato una perdita di continuità tra le storie.

Al momento non abbiamo altre informazioni sul progetto di Microids. Per questo motivo vi invitiamo a rimanere sempre aggiornati attraverso il loro sito ufficiale.

Altre novità

Offerta
UFO Robot Goldrake (Special Edition - Prima Serie, Volume 6)...
  • Tomoharu Katsumata (Director) - Shozo Uehara (Author)

Veronica Ronnie Lorenzini

Videogiochi, serie tv ad ogni ora del giorno, film e una tazza di thé caldo: ripetere, se necessario.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button