fbpx
NewsScienzaTech

Xiaomi annuncia CyberDog, il quadrupede robot

Xiaomi si lancia nel campo dei cani-robot con CyberDog

Il colosso cinese Xiaomi ha svelato il suo quadrupede robot, chiamato CyberDog: si tratta di un prototipo meccanico open-source dalle possibilità ancora tutte da esplorare. Guardandolo, per i fan dei film di fantascienza è impossibile non pensare all’immaginario di Robocop.

Questo tipo di robot a a quattro zampe, e che mimano le fattezze e le movenze dei cani, è stato reso celebre da Boston Dynamics. Il gruppo statunitense aveva messo in vendita Spot, il suo robot, all’esorbitante cifra di 74mila e 500 dollari lo scorso anno.

Gli scopi e le funzionalità di Spot erano molteplici, dallo scovare mine nascoste all’aiutare le visite mediche in remoto, connettendo medici e pazienti. Anche se non come arma, è stato anche testato per l’uso nelle forze della legge e nel campo militare, a testimoniare le capacità meccaniche e la versatilità della macchina.

Le caratteristiche di CyberDog, il cane robot di Xiaomi

Xiaomi ha dichiarato che il suo CyberDog ha comunque una “natura da animale domestico”. Sarà in grado di rispondere come un cane ai comandi vocali, seguendo il padrone proprio come un animale reale. Il design di CyberDog è futuristico e d’impatto, e sembra davvero uscito da un film sci-fi.

In questo si differenzia ad esempio dal competitor di Sony, chiamato Aibo, caratterizzato da dimensioni più piccole e un design più “coccoloso”.

E’ stato sottolineato l’aspetto open-source del progetto e che inizialmente saranno prodotte solo 1000 unità del robot quadrupede. Questi primi CyberDog sono pensati per i più appassionati di elettronica, del brand in generale e ad ingegneri che amano questo tipo di innovazioni.

Il prezzo iniziale ammonterà a 9,999 Yuan, che al cambio corrispondono a 1,540 dollari. Tuttavia non è detto che il cambio sia applicato in modo secco, e che non venga applicato un ulteriore sovrapprezzo. Non è nemmeno chiaro se questo prezzo rimarrà invariato anche per la distribuzione futura.

VIA – theverge.com

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button