fbpx
NewsTech

ZTE annuncia il primo telefono con una fotocamera selfie sotto lo schermo

Arriva Axon 20 5G, uno smartphone unico e dal prezzo sorprendentemente basso

ZTE Axon 20 5G è il primo smartphone commerciale al mondo con la fotocamera selfie sotto il display. Dopo i teaser e le prime immagini, ZTE ha mantenuto le promesse lanciando sul mercato uno smartphone senza notch o buchi, a tutto schermo. La vera sorpresa è che, se si esclude questa caratteristica unica, Axon 20 5G è un telefono con specifiche nella media e un prezzo abbordabile.

ZTE presenta Axon 20 5G

Partiamo da quello che rende questo smartphone unico. Il nuovo smartphone ZTE a una fotocamera da 32 megapixel per i selfie, invisibile sotto lo schermo grazie a materiali ad alta trasparenza che includono nuove pellicole organiche e inorganiche”. Oltre alla parte fisica, ZTE ha dovuto anche lavorare sugli algoritmi che regolano il comportamento della fotocamera per rendere i selfie al meglio. Valutare il risultato senza il dispositivo in mano sarebbe poco onesto, quindi ci asteniamo dal giudizio finché non possiamo fare qualche test sul campo.

Per il resto il telefono è sorprendentemente nella media. ZTE ha deciso di dare delle specifiche e un prezzo midrange al suo Axon 20 5G. Questa scelta permette di vedere la nuova tecnologia della fotocamera sotto schermo fra le mani di molte più persone. Il processore è uno Snapdragon 765G: quindi c’è la connettività 5G, pur in uno spessore del dispositivo di soli 7,89 mm. La batteria è da 4.220 mAh e ci sono opzioni per 6 o 8 GB di RAM accompagnati da 128 GB o 256 GB di memoria fissa espandibile con microSD. Il display dietro cui si nasconde la fotocamera selfie è un OLED da 6,92 pollici con lettore d’impronte sotto lo schermo, per non farsi mancare niente. La fotocamera posteriore ha un sensore principale da 64 megapixel, accompagnato da 8 MP di ultrawide e 2 MP di sensore per la profondità e le macro.

In Cina ZTE vende Axon 20 5G a 2.198 yuan, che equivalgono a 271,10 euro. Al momento non abbiamo notizie riguardo la commercializzazione all’estero.

Stefano Regazzi

Il battere sulla tastiera è la mia musica preferita. Nel senso che adoro scrivere, non perché ho una playlist su Spotify intitolata "Rumori da laptop": amo la tecnologia, ma non fino a quel punto! Lettore accanito, nerd da prima che andasse di moda.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button