Il 5G è pericoloso per la salute e inutile: tutte le fake news sulla rete di nuova generazione
Sfatiamo tutti i miti sulla rete di quinta generazione che è sempre più diffusa


Con la diffusione del 5G, delle antenne, degli smartphone compatibili e delle conseguenti offerte internet, si sono diffusi anche molti dubbi e miti, privi di fondamento, sulla connettività di nuova generazione. C’è chi ritiene che il 5G faccia male e sia pericoloso per la propria salute, chi addirittura per quella dei volatili e chi pensa che l’elevata velocità del 5G permetta la diffusione di virus e malattie gravi. Un elenco di effetti collaterali e presunti danni che sfateremo insieme in questo articolo. Pronti? Iniziamo!

Il 5G è pericoloso per la nostra salute

SOStariffe.it ha individuato 5 falsi miti, dubbi e fake news ancora molto in voga sul 5G. Spesso questi miti vengono messi in circolazione da un gruppo ristretto di persone che riescono a rendere la notizia virale affinché questa acquisisca credibilità e venga condivisa esponenzialmente.

Altri dubbi, invece, nascono dalla mancanza di una conoscenza adeguata riguardo la tecnologia e la sua continua evoluzione. Una connessione ultraveloce che utilizza frequenze più elevate rispetto al 4G farà sicuramente male alla salute, no? Beh, no.

È vero, il 5G utilizza una frequenza elevata, ma ciò non significa che le emissioni elettromagnetiche delle antenne siano nocive per la nostra salute. La conseguenza di una frequenza più elevata rispetto alla rete di quarta generazione aumenta il livello di esposizione, e aumenta anche la larghezza di banda che si occupa di stabilizzare il segnale e di ridurne i rischi.

L’Organizzazione Mondiale della Sanità ha infatti affermato che le emissioni elettromagnetiche della rete 5G sono effettivamente più forti, ma ha rassicurato gli utenti spiegando come queste non provochino alcuni danni all’uomo, come tumori e altre problematiche, né altri effetti collaterali. Il 5G, quindi, non è pericoloso per la nostra salute.

5G pericoloso per la salute degli esseri umani
Photo Credits: pch.vector – Freepik

La rete di nuova generazione ha causato la morte di centinaia di uccelli

Quando nell’introduzione abbiamo citato la salute dei volatili non eravamo sotto effetti di stupefacenti: nel corso degli anni si è diffuso un falso mito a riguardo. Tutto è nato con la grande condivisione – un problema noto delle fake news – di un video YouTube dove si vedeva un enorme numero di uccelli senza vita in una città olandese.

Il video, ovviamente, era molto toccante e ha attirato l’attenzione di tantissimi utenti, soprattutto quando si sono diffuse voci che incolpavano il 5G e il suo essere pericoloso. Si affermava infatti che in quel paese era stato condotto un esperimento per verificare la portata della rete 5G, con la conseguente moria di tantissimi volatili.

Un post su Facebook commentava la tragedia con “Quasi 150 uccelli stanno iniziando a cadere dal cielo e alcune anatre che nuotano nel parco vicino non hanno abbastanza aria mentre cercano di volare e finiscono nella strada. Si scopre che c’è una nuova antenna 5G sull’edificio dall’altra parte del parco, vicino la stazione ferroviaria, ed è in fase di test.”

La smentita

Dopo poco tempo è stato dimostrato come, al momento delle riprese di quel video, non esistessero in quella zona alcune stazioni di test delle reti di nuova generazione. Infatti il governo olandese ha affermato che non sono stati eseguiti test della rete 5G in quel particolare parco, inoltre ha dichiarato che tutti i mezzi di trasmissione nei Paesi Bassi rispettano gli standard di sicurezza, con radiazioni ben al di sotto della soglia massima consentita. Successivamente, la Wageningen Bioveterinary Research (WUF), che si è occupata di effettuare gli accertamenti sugli uccelli, ha dichiarato che la causa della morte era molto probabilmente avvelenamento naturale.

Non era altro che una fake news sul 5G diffusa in modo esponenziale. Ma ormai tantissimi gruppi di complottisti erano convinti della veridicità della notizia e molti, purtroppo, lo sono tuttora.

connessione di quinta generazione effetti
Photo Credit: Freepik

Il 5G è pericoloso per la nostra privacy e non migliora davvero le prestazioni di navigazione

A causa della rapida diffusione in rete di notizie false, molti pensano anche che il 5G possa favorire gli attacchi hacker. Questo, ovviamente, non ha alcun fondamento. La rete 5G anzi permette di abbassare la latenza, quindi i millisecondi che passano tra l’invio e la ricezione di un segnale. Di conseguenza sarà molto più difficile intercettarlo e infettarlo con un virus.

Inoltre, altre fake news affermano che il 5G non migliorerà in modo sostanziale le prestazioni di rete. Ovviamente anche questo è falso.

La rete 5G, infatti, migliorerà in generale l’esperienza di navigazione, dalla fruizione di contenuti multimediali in streaming alla diminuzione della congestione che può avvenire negli uffici pubblici, nei luoghi affollati, oppure nei mezzi pubblici. Il 5G è quindi più veloce, efficiente, innovativo e soprattutto più sicuro, per le motivazioni esposte sopra.

Il COVID-19 si è diffuso tramite il 5G e il vaccino è un microchip

Anche a causa della paura e dall’ansia diffuse dall’emergenza sanitaria attuale che sta colpendo il nostro paese e tutto il mondo, moltissimi complottisti sono arrivati a pensare che la rete di quinta generazione sia il mezzo con il quale è stato diffuso il coronavirus in tutto il mondo.

Questo ovviamente è scientificamente impossibile e assurdo, alimentato dalla paura e soprattutto dalla continua ricerca e necessità di risposte. Come afferma l’osservatorio di SOStariffe.it, il 5G dovrebbe migliorare e facilitare la vita degli utenti, non sicuramente metterla in pericolo.

Altri complottisti molto fantasiosi pensano che il vaccino contro lo stesso virus contenga un microchip 5G. In rete si trovano addirittura dei presunti schemi che spiegano le funzioni di questo incredibile chip che i poteri forti vogliono iniettarci a nostra insaputa. Anche questo è falso e privo di alcun fondamento.

5G, pericoli per la salute e miti da sfatare: conclusioni

Come avrete capito il 5G non è affatto pericoloso per la salute, non ha effetti collaterali e può seriamente migliorarvi la vita e l’esperienza online. Potete visualizzare tutte le offerte 5G degli operatori italiani su questa pagina di SOStariffe.it, per poter sfruttare – se disponibile nella vostra città – la connessione ultraveloce.

Offerta
realme 7 5G Smartphone, Display ultra fluido a 120Hz,...
  • Chip con connettività 5G: Dimensity 5G + 5G DSDS
  • Ricarica rapida da 30W: Da 0 a 100% in 65 minuti
  • Super batteria da 5000mAh: 5% di batteria, 28 ore in standby

Sara Grigolin

Amo le serie tv, i libri, la musica e sono malata di tecnologia. Soprattutto se è dotata di led RGB.