fbpx
Animal Crossing New Horizons

Animal Crossing, io non ti sopporto
Abbiamo elencato i 5 motivi per cui non dovreste acquistare Animal Crossing


“Non importa che se ne parli bene o male, purché se ne parli”.
Questa è la più comune frase tra chi aspira ad avere successo e, seguendo questa filosofia, Animal Crossing: New Horizons ha fatto centro. Il mondo è diviso in due: da una parte c’è chi lo ama quasi alla follia e dall’altra chi invece proprio non lo sopporta. Eppure chiunque ne parla. Chiaramente non è un gioco per tutti, come nessuno d’altro canto.

Qualche giorno fa vi abbiamo elencato quelli che, secondo noi, sono i cinque motivi per non lasciarselo assolutamente scappare. Oggi quindi, per par condicio, abbiamo voluto elencare quelli che, sempre secondo noi, sono invece i cinque motivi per cui Animal Crossing sia da lasciare stare.

1 – Animal Crossing ha tanto da un lato, ma è tanto limitato dall’altro

Un punto che ci sentiamo di non condividere in toto è la limitazione che il titolo di casa Nintendo pone. Comprendiamo le scelte e le motivazioni, ma pensiamo anche che si sarebbe potuta trovare una strada alternativa, un compromesso.

La grande limitazione è quella di poter avere un’unica isola per console e non invece per account. Quello che viene facile credere è che questo sia un modo per consentire a più account di giocare insieme, però sarebbe stato più consono far scegliere all’utente stesso. Anche perché sembra che, l’account secondario, abbia qualche limitazione rispetto al principale.
Inoltre è bello giocare insieme, non lo mettiamo in discussione, ma avere una propria isola è decisamente meglio.

Insomma, immaginate di giocare con il vostro ragazzo, la vostra ragazza, moglie o marito. Già nella realtà (se convivete lo sapete bene) ci sono cose che non riuscite a fare conciliare.

Perché abbiamo due tipi di coppie, la numero uno è un po’ più classica: “Amore a me la tenda piace proprio bianca”. “Ma guarda io penso che bianca faccia proprio schifo”.
La seconda invece è più: “Tesoro che ne pensi delle tende secondo te di colore dovremmo scegliere, a me piace celeste, ma vorrei che le scegliessimo insieme.”Io credo che bianco sia un bel colore, poi si intona bene con la casa, è sempre un colore chiaro.” “Allora è deciso, le prendiamo celesti”.
In ogni, alla fine, in ambo le situazioni, abbiamo chiaro di che colore sarà la tenda.

Non pensate che questo cambi nel gioco! E quindi sarete lì, tutti i giorni, a decidere quale quadratino sia la vostra parte di isola e quale no. Ma dovrete sempre fare i conti con le cose in comune, come, ad esempio, i negozi. “Ago e Filo al centro.” “No meglio a destra.” “Sì ma destra è la mia isola, poi ho meno spazio.”
Ma lo sappiamo già tutti come finirà. Tutti i negozi e le case degli abitanti saranno nella vostra metà, così che voi abbiate solo la possibilità di arredare la vostra casa.

2 – Se non siete cleptomani Animal Crossing non fa per voi

Il gioco si basa tutto sul collezionismo, non c’è nulla da fare. Animal Crossing è così, si passano milioni di ore solo a scambiare oggetti. Che siano fiori, piante, frutti o semplicemente arredi.

Animal Crossing è adatto a quelle persone che, se potessero nella realtà, comprerebbero ogni cosa. “Oh guarda è uscito il Pre-Order di Assassin’s Creed Valhalla, ma figurati se lo compro. Io odio la nuova saga di Assassin’s Creed è diventato terribile.” “Buongiorno, sono 199€.” “Pago con il bancomat.”
Ecco, Animal Crossing è uguale. Coroncina a 1 milione, che fai, te ne provi? Ovviamente no.

Il problema è che esistono anche persone sane che non sentono la necessità di comprare tutto. (Giuro non lo credevamo possibile).
Dunque, se non senti quella voglia che ti sale da dentro ogni volta che vedi qualcosa che non hai o se non senti la frenesia di comprare qualunque oggettino inutile (ma bello eh) che non possiedi, se non sei uno di quelli che passa ore su AlliExpress o Wish oppure se non senti quella vocina che ti dice “Compralo, compralo”, ecco no, allora il gioco non fa per te!

Offerta
Animal Crossing: New Horizons
  • Se il caos e la frenesia della vita di tutti i giorni ti hanno stufato, tom nook ha appena creato una proposta su misura...
  • Preparati a mollare tutto e creare una nuova comunità sulla tua isola deserta personale.; non hai sempre desiderato un...
  • Rimboccati le maniche e inizia a collezionare preziose risorse per costruire tutto ciò che ti potrà servire, dagli...

3 – Animal Crossing non è per tutti gli impazienti

Sicuramente Animal Crossing non è un gioco per gli impazienti che si attengono alle regole. Come abbiamo visto nella nostra recensione il titolo è un simulatore di vita che richiede molta pazienza.
La personalizzazione è molto vasta, certo, ma ottenere tutti gli oggetti necessita di tempo.

Se poi, alcune azioni possono essere “velocizzate” semplicemente giocando per lungo tempo, altre invece devono seguire il loro corso. Ci sono azioni che, infatti, hanno dei limiti temporali.
Per fare un esempio, la raccolta dei minerali non può superare il limite della comparsa giornaliera, e lo stesso vale per fiori, fossili e frutti.
Anche le opere d’arte fanno parte di questa cerchia, in quanto potremo acquistarne solo una al giorno (nei giorni in cui Volpolo è presente sull’isola).

Nell’introduzione però abbiamo evidenziato un concetto importante, ovvero “l’attenersi alle regole”. Perché certo, se voi siete degli impazienti, volete tutto subito, ma volete seguire le regole, Animal Crossing non fa proprio per voi. Se però vivete con il detto “il fine giustifica i mezzi”, beh, allora il discorso cambia completamente!

Esiste infatti una particolare opzione sul titolo: il tanto discusso Time Travel. Per spiegarlo in parole veloci, modificando data e ora sulla Switch, potremo apportare modifiche anche in gioco. Quindi, potremo andare avanti e indietro nel tempo, modificando giorni, mesi e anni.
È qui quindi che anche gli impazienti, che non hanno timore delle regole, possono avere la loro rivalsa. Vi basterà perciò spostare le lancette avanti e indietro per, ad esempio, acquistare tutte le opere per il Museo. Oppure se siete impazienti di avere un determinato oggetto, potrete provare ad andare avanti nei giorni, sperando di ritrovarlo in negozio.

Mi raccomando, non lo raccontate in giro, qualcuno non prenderà bene i vostri viaggi nel tempo!Animal crossing ottenere cinque stelle

4 – Raccogli i frutti, costruisci oggetti, decora l’isola, nulla più nulla meno

Animal Crossing non è un genere di gioco adatto a chi vuole trovare qualcosa di sempre nuovo.
Non siamo davanti ad un titolo procedurale o un titolo d’azione. Quello che muove ogni ingranaggio è fondamentalmente un ripetersi di piccole quotidiane azioni che ci porteranno ad avere un mondo su misura.
Dunque, tutti coloro che vogliono qualcosa che mantenga alta l’attenzione, che ricercano l’azione, l’avventura, o semplicemente una buona trama, possono farne a meno.

Perché, nel bene o nel male, Animal Crossing è un po’ come la vita di tutti i giorni. Non è male, ci sono momenti in cui ti fai delle grosse risate con gli amici, momenti emozionanti, ma altri che non sono poi così entusiasmanti. Insomma, ti alzi, fai colazione, ti rechi a lavoro, torni, mangi, vai a letto.
Nel gioco Nintendo il discorso è molto simile, ti alzi, controlli il prezzo delle rape, compri le opere da Volpolo, raccogli frutta, bagni i fiori, raccogli la legna, peschi, catturi farfalle. E non dimenticate, vendete, tutto!
Eppure è così rilassante che, anche se è decisamente ripetitivo, sei sempre lì a fare e rifare tutte queste cose.

D’altro canto che vuoi che siano 250 ore dal Day One!Animal Crossing New Horizons

5 – Non adatto ai maniaci dei salvataggi

Animal Crossing, purtroppo, pecca un po’ anche lato salvataggi. Avete presente quando salvate le vostre foto su 4 Hard Disk differenti e 15 sistemi Cloud? Perché non si sa mai, potete perdere il telefono, si può rompere un HD, un sistema Cloud può essere manomesso.
Bene perfetto, proprio voi, sarete scontenti di sapere che, Animal Crossing non offre un sistema di salvataggio dei dati sul Cloud con Nintendo Switch Online. Il titolo fa continui salvataggi in maniera locale, ma non permette nulla di più.

Se avete giocato centinaia di ore, questo potrebbe farvi un po’ accapponare la pelle. Insomma, immaginate di perdere la cartuccia, o rompere la console, dovreste iniziare tutto zero. Brividi al solo pensiero.
Sembra comunque che Nintendo integrerà questo sistema con un utilizzo limitato. Si potrà usufruire del servizio una sola volta.

Naturalmente le pecche ci sono, non lo nascondiamo, eppure, se riuscite ad andare oltre, il titolo di casa Nintendo è anche in grado di regalarvi molti momenti piacevoli. Per questo, se non lo avete ancora fatto, correte a leggere i cinque motivi per averlo.

Offerta
Animal Crossing: New Horizons
  • Se il caos e la frenesia della vita di tutti i giorni ti hanno stufato, tom nook ha appena creato una proposta su misura...
  • Preparati a mollare tutto e creare una nuova comunità sulla tua isola deserta personale.; non hai sempre desiderato un...
  • Rimboccati le maniche e inizia a collezionare preziose risorse per costruire tutto ciò che ti potrà servire, dagli...

Animal Crossing è la tua nuova passione? Leggi le altre guide!

Se non potete più fare a meno di Animal Crossing New Horizons e volete ottenere il meglio per la vostra isola, non perdetevi le nostre altre guide:


Giulia Garassino

author-publish-post-icon
Ingegnere Aerospaziale da sempre amante di videogiochi e tecnologia. Cresciuta con Crash Bandicoot, Spyro e Metal Slug. Competitiva sugli FPS, non si lascia scappare platform, hack & slash e GDR. Il mio titolo preferito? Nier Automata. Il gioco su cui ho speso più ore? Battlefield, che domande! Eppure, una grandissima fetta del mio cuore è occupata da Fable, amore di vecchia data. Dimenticavo, ho provato così tante tastiere che, a occhi chiusi, potrei dirvi che switch montano!
                   










 
Sì, iscrivimi alla newsletter!
close-link