fbpx
NewsSoftwareTech

Apple elimina Unjected, il “Tinder per No Vax”

L'app viola le regole contro la disinformazione sul Covid-19

Apple ha rimosso l’app Unjected dall’App Store per violazione delle linee guida riguardo la disinformazione riguardo il Covid-19: l’app fungeva da “Tinder per No Vax“. Un luogo d’incontro virtuale per “persone che la pensano allo stesso modo, che supportano l’autonomia medica e la libertà di parola”, stando alla descrizione sull’App Store prima della rimozione.

Apple rimuove Unjected dall’App Store, l’app di incontri per No Vax

La notizia della rimozione viene da un report di Bloomberg, che ha scavato nel passato dell’app fino al lancio di maggio 2021. Un servizio pensato per No Vax in cerca dell’anima gemella, con le stesse idee riguardo le vaccinazioni. C’era la possibilità di creare un profilo, trovare un match possibile in maniera simile a come avviene su Tinder o altre app di incontri e anche mandare messaggi per conoscersi.

app-unjected-apple store-min
Il logo dell’app Unjected

Anche la data di lancio non sembra essere nata dal nulla: nello stesso periodo negli Stati Uniti Tinder, Bumble e altri servizi hanno iniziato a promuovere la vaccinazione, fornendo vantaggi sulla piattaforma a chi prendeva il vaccino anti-Covid.

Di recente l’app aveva anche implementato un feed social, simile alla Bacheca di Facebook o al feed di Twitter. Cosa che l’aveva fatta notare a Google Play. Che ha evidenziato post riguardo notizie false sui vaccini. Come il fatto che contenessero “geni modificanti sperimentali mRNA”, che fossero “armi biologiche” e che usassero “nanotecnologie microchip” per collegare le persone alle reti 5G. Tutte bufale e tutte potenzialmente pericolose. Google aveva lasciato il 16 luglio due settimane di tempo a Unjected per rimuovere i post.

Il co-fondatore Shelby Thomson aveva risposto dicendo che “Abbiamo dovuto camminare sulla fune della censura” per evitare di essere cacciati. Quindi hanno rimosso il feed social. Che invece era rimasto su App Store. Ma Cupertino ha notato che l’app “incoraggiava gli utenti a evitare certe parole per evitare la detenzione”. Un comportamento fuorviante che ha comportato l’esclusione dalla piattaforma.

L’applicazione quindi è limitata su Google Play e bandita dall’App Store. Il Tinder dei No Vax sta scomparendo dopo un paio di mesi dall’esordio. Ma è impossibile non leggere in questo software un sintomo di un problema molto più grande.

OffertaBestseller No. 1
Apple iPhone 12 (128GB) - Azzurro
  • Display Super Retina XDR da 6,1"
  • Ceramic Shield, più duro di qualsiasi vetro per smartphone
  • 5G per download velocissimi e streaming ad alta qualità
Source
9to5mac

Stefano Regazzi

Il battere sulla tastiera è la mia musica preferita. Nel senso che adoro scrivere, non perché ho una playlist su Spotify intitolata "Rumori da laptop": amo la tecnologia, ma non fino a quel punto! Lettore accanito, nerd da prima che andasse di moda.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button