fbpx
CulturaPerché guardarlaRubricheSpettacoli

L’Attacco dei Giganti, un capolavoro senza tempo – Perché guardarla?

Scopriamo insieme l'anime che cambierà per sempre le vostre vite

L’Attacco dei Giganti è uno di quegli anime che rimane impresso nella mente e nel cuore dello spettatore: è uno spettacolo unico, diverso da ciò che si trova in giro. Un capolavoro tale non può rimanere nascosto ed è per questo che oggi, insieme, scopriamo tutti i motivi per cui dovreste assolutamente guardare questo anime.

L’Attacco dei Giganti, una storia diversa – perché guardarla?

L’Attacco dei Giganti è un anime giapponese che si ispira all’omonimo manga di genere dark fantasy e post apocalittico, scritto e disegnato da Hajime Isayama. Il manga è stato serializzato in Giappone dal 2009 al 2021, anno in cui si è concluso.

Ci troviamo in un mondo alternativo, in cui la razza umana è stata eliminata quasi del tutto dall’arrivo dei Giganti. Sono grandi creature, molto simili agli uomini da un punto di vista fisico, la cui altezza però è compresa tra i tre e i quindici metri. Due delle caratteristiche principali di questi Giganti sono la mancanza di un apparato riproduttivo e il fatto che è quasi impossibile ucciderli.

I Giganti sono esseri primitivi dall’intelligenza limitata: inoltre sembra che non abbiano bisogno di cibo per sopravvivere. Tutto ciò che fanno è attaccare gli umani e mangiarli.

I pochi sopravvissuti si sono rifugiati all’interno di possenti mura concentriche. Tra di esse troviamo il Wall Maria, le mura più esterne, il Wall Rose e il Wall Sina, in cui è stanziato il Re. Queste mura sono alte cinquanta metri e sono state costruite proprio per non permettere ai Giganti di entrarvi.

Per provare a combattere queste creature, e anche scoprire qualcosa in più riguardo la loro natura, sono stati istituiti tre ordini militari di protezione. Il Corpo di Guarnigione sono i soldati che difendono le mura e le città. Il Corpo di Gendarmeria è invece la sezione che regola l’ordine pubblico all’interno delle città e serve il Re: insomma, è l’ordine più “al sicuro”. L’Arma Ricognitiva, invece, sono i soldati che si avventurano oltre le mura per combattere contro i Giganti.

Si tratta però dell’ordine militare più a rischio poiché sono pochi quelli che sopravvivono a queste missioni.

Per combattere contro i Giganti, i soldati utilizzano delle attrezzature che permettono loro di effettuare il Movimento Tridimensionale. Si tratta di un dispositivo che permette loro di librarsi in aria, in modo da poter attaccare i Giganti in modo più “semplice”. Inoltre i soldati hanno con loro delle lame affilate poiché l’unico modo per sconfiggere un Gigante è quello di tagliare in profondità la nuca con due lame.

La trama

Ci troviamo nell’anno 845 quando, all’improvviso, compare un Gigante di circa sessanta metri che, con un calcio, crea una breccia nel Wall Maria, nel distretto di Shiganshina.

I Giganti entrano nel distretto e lo distruggono completamente, uccidendo e divorando ogni essere umano che si trova sul loro cammino. Nel frattempo alcuni soldati cercano di difendersi e portare più gente possibile all’interno della seconda cerchia di mura. Prima che possano chiudere la porta interna, però, un Gigante Corazzato la sfonda e costringe gli umani ad andare nel Wall Rose.

I protagonisti di questa avvincente storia sono Eren Jaeger, Mikasa Ackermann e Armin Arelet, tre ragazzini sopravvissuti per miracolo all’irruzione dei Giganti nel distretto di Shiganshina. A distanza di qualche anno, dopo aver assistito ad oscurità, atrocità e morte, i ragazzi decidono di entrare nell’esercito.

In particolare Eren, assetato di vendetta e determinato a sterminare l’intera razza dei Giganti.

Una trama complessa e d’impatto

Appena si entra nel mondo de L’Attacco dei Giganti, è difficile tornare indietro. Un episodio tira l’altro e in men che non si dica ci ritroveremo davanti la TV o il PC, con la nostra piattaforma streaming di fiducia che ci rivela che quello è l’ultimo episodio.

La trama che ci presenta Isayama è tremendamente dettagliata, complessa e gigantesca. Questo potrebbe spaventare perché quando si narra una trama del genere, c’è sempre il rischio di cadere nell’oblio e di dimenticare qualche elemento fondamentale.

Con questo anime (attenzione, parliamo di anime e non di manga), questo non accade. Uno dei pregi di questo prodotto è il fatto che ogni singolo avvenimento verrà spiegato, prima o poi. Non è importante sapere quando, l’importante è sapere che accadrà.

La trama di Attack on Titan è brutalmente realistica, geniale e incredibile. Ci troviamo davanti a questi uomini, donne e bambini che non hanno mai visto nulla oltre quelle mura. Se alzano lo sguardo, tutto ciò che vedono davanti a loro sono delle alte e possenti mura. Del mondo esterno, non sanno nulla. Vivono come topi in gabbia con una routine che ormai ha reso le loro vite insipide. Gli umani, in realtà, non vivono affatto.

La cosa sconvolgente è il fatto che nessuno di loro, a parte i soldati che escono costantemente dalle mura per combattere, ha mai visto un Gigante. Si sentono al sicuro dentro quelle alte e possenti mura ma perché non sanno cosa c’è là fuori.

Sono consapevoli del fatto che esistano questi esseri strani: tuttavia non sanno quanto possano essere brutali, violenti e in che modo riescono a distruggere tutto ciò che si trova sul loro cammino. Eren, Mikasa ed Armin lo sanno, lo hanno visto con i loro occhi da bambini: hanno visto quelle creature portare via loro tutto.

Questo è un elemento che verrà portato a galla più volte nel corso della serie. I soldati che lavorano all’interno delle mura, sani e salvi, parlano a sproposito dei Giganti perché non li hanno mai visti da vicino. E il nostro caro Eren direbbe “menomale”, perché quegli esseri sono l’incarnazione della brutalità.

La trama de L’Attacco dei Giganti è inoltre piena zeppa di colpi di scena. Con un anime simile, non si può stare tranquilli nemmeno un secondo. Gli eventi si susseguono ad un ritmo frenetico ed incalzante, spingendo il pubblico a domandarsi: “E ora, che succederà?”

Scontri epici e adrenalinici

levi-attack-on-titan-tech-princess

Un altro elemento che rende questo anime davvero incredibile è l’epicità dei combattimenti tra i soldati e i Giganti. Davanti a noi ci sono soldati fieri, consapevoli del fatto che quella potrebbe essere la loro ultima missione: eppure marciano con coraggio e onore.

Gli scontri contro i Giganti sono un vero e proprio spettacolo per gli occhi: è come vedere un’opera d’arte che si muove da sola, che danza davanti ai nostri sguardi meravigliati. La sinuosità e la velocità con cui alcuni soldati combattono, lasciano il pubblico a bocca aperta.

Un altro aspetto meraviglioso è quanto questi combattimenti permettano al pubblico di essere partecipe. In un certo senso è come se anche noi stessimo combattendo con loro: complice anche una colonna sonora incalzante, i combattimenti sono pieni di adrenalina e potenza. È impossibile osservarli senza rimanere stupefatti.

L’Attacco dei Giganti, inoltre, può vantare la presenza di personaggi realistici e ben caratterizzati. La cosa sorprendente, e che non accade spesso, è il poter ammirare da vicino il percorso di crescita di ognuno di loro. Ogni evento, decisione che prenderanno, persona che incontreranno, li plasmerà sempre più intensamente.

Arriveremo verso la fine con personaggi ben delineati, ognuno dei quali ha compreso il suo percorso e sa qual è il suo obiettivo. Avremo personaggi in grado di farci commuovere, ridere e altri, invece, li odieremo dal profondo del cuore. L’Attacco dei Giganti non è solo una storia di brutale violenza, sanguinosa e adrenalinica: è anche una storia profonda, in grado di mettere in luce il lato più nascosto delle persone, una storia in grado di commuovere e toccare da vicino lo spettatore.

Un prodotto simile non potete assolutamente perderlo.

Quindi, perché guardare L’Attacco dei Giganti?

attack-on-titan-tech-princess

L’Attacco dei Giganti è probabilmente uno dei prodotti migliori degli ultimi anni, uno di quegli anime di cui la gente parlerà anche tra venti, trenta o quarant’anni. Si tratta di un prodotto che ha lasciato completamente il segno, uno profondo e incredibile.

Da uno strano evento della sua vita, Hajime Isayama è riuscito a tirare fuori una storia completa, piena di dettagli minuscoli che si uniscono perfettamente tra di loro. Ci ha offerto dei personaggi veri, ben delineati, ognuno dei quali è caratterizzato dal proprio percorso personale che abbiamo modo di osservare da vicino.

L’Attacco dei Giganti è un prodotto equilibrato, possiede davvero tutto e più si procede in avanti con gli episodi, più ce ne rendiamo conto. Nulla viene lasciato al caso: ogni evento, dettaglio, parola vengono poi spiegati nel corso dell’intera serie.

Le domande che vi farete all’inizio riceveranno una risposta più avanti e, contemporaneamente, si collegheranno ad altri eventi di cui non sapevate nulla. Di prodotti simili, in grado di colpire così tanto nel profondo, ce ne sono pochi: l’Attacco dei Giganti è uno di essi.

Un capolavoro senza tempo, che rimarrà nella mente e nel cuore di ogni lettore e spettatore. Adesso, se ancora non l’avete fatto, offrite i vostri cuori e recuperate assolutamente questo anime. La serie è disponibile sia su Amazon Prime Video che Netflix (ad agosto, inoltre, arriverà la seconda parte della quarta stagione).

GB eye LTD Attack On Titan Season 2-Chibi Trio Tazza,...
  • Prodotto con licenza 100% ufficiale
  • Una tazza ottima per incoraggiari vostro cafe!
  • Tazza ottima per lavastoviglie e microondes

Veronica Ronnie Lorenzini

Videogiochi, serie tv ad ogni ora del giorno, film e una tazza di thé caldo: ripetere, se necessario.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button