fbpx
CulturaFeaturedPerché guardarlaRubricheSpettacoli

Bridgerton e l’alta società che ha conquistato il pubblico di Netflix – Perché guardarla?

A tutti piacciono i gossip, dico bene?

Bridgerton è uscita il 25 dicembre 2020 e dopo quasi un mese ancora detiene un posto nella top 10 di Netflix. È una delle serie TV più viste della piattaforma, una delle più famose e una di quelle che ha letteralmente conquistato il pubblico. In un certo senso non le è importato delle critiche: l’importante è che se ne parli.

Scopriamo insieme questa piacevole serie TV e perché dovreste assolutamente guardarla – in particolare se amate scandali e gossip.

Bridgerton, tra scandali e gossip – perché guardarla?

Un po’ per caso, un po’ per scelta, ho deciso di vedere questa serie TV che in pochi giorni aveva conquistato il pubblico. No okay, in realtà non ho scelto di vederla, sono stata costretta da mia madre. Il mio sesto senso mi diceva che le sarebbe piaciuta molto: ciò che non avevo previsto è che, stranamente, avrebbe attirato anche la mia attenzione.

Un po’ di frivolezze, gossip e scandali piacciono a tutti ed è per questo che sono stata letteralmente trascinata nel vortice di Bridgerton, insieme a mia madre.

Bridgerton: la trama della serie TV

La serie, prodotta da Shonda Rhimes, si ispira ai romanzi di Julia Quinn ambientati nel mondo dell’alta società londinese durante la Reggenza Inglese.

La serie TV originale Netflix ci narra le vicende della famiglia Bridgerton composta da Lady Bridgerton, vedova, e i suoi otto figli, quattro maschi e quattro femmine. Nonostante la serie ci esponga le storie di più personaggi, la protagonista di questa prima stagione è la giovane Daphne.

La ragazza è pronta a debuttare nell’alta società e prendere marito, garantendosi una vita adagiata e regale. In fin dei conti ci troviamo nell’alta società londinese, precisamente nel periodo in cui le giovani donne cercano marito e le madri sono in fermento, intente a trovare una buona sistemazione per le proprie figlie.

In questo angusto ambiente in cui gossip, scandali e frivolezze sono all’ordine del giorno, Daphne incontrerà il Duca di Hastings, Simon, uno degli scapoli più ambiti della società.

Una voce fuori dal coro, Lady Whistledown

Serie-tv-Netflix-Tech-Princess

Ci rifletto da un po’ e ancora non riesco bene a comprendere per quale motivo sia rimasta appiccicata al TV dal primo all’ultimo episodio, senza nemmeno distogliere lo sguardo per un secondo. Credo che uno dei motivi principali sia la trama.

Nonostante si tratti di un argomento abbastanza conosciuto e presente in numerose serie TV e pellicole cinematografiche, la trama di Bridgerton scorre bene. La serie risulta molto piacevole e per niente stucchevole. Inoltre ci sono parecchi colpi di scena, vicende strane e a me queste cose sono sempre piaciute.

Come abbiamo già ripetuto più volte, però, uno degli elementi più interessanti è la presenza di gossip.

Io adoro spettegolare con le mie amiche e credo di non essere l’unica, giusto ragazze?

A dare voce a tutti questi gossip e pettegolezzi è un personaggio di cui non sappiamo nulla, a parte il nome. Sto parlando della meravigliosa Lady Whistledown che, a parer mio, è la protagonista incontrastata della serie che ha conquistato il pubblico di Netflix.

Questa donna, che sembra appartenere all’alta società, possiede una rubrica se così vogliamo chiamarla. All’interno di essa, gratuitamente su un giornalino pubblico, ogni giorno rivela succulenti informazioni riguardo alcuni personaggi o, semplicemente, narra ciò che accade. Il suo è un personaggio pungente, senza peli sulla lingua. Conosce tutti, sa tutto ma nessuno conosce la sua identità.

Probabilmente lei è uno dei motivi principali che mi ha spinta a guardare con curiosità la serie. Chi sarà mai questa Lady Whistledown? Volevo scoprirlo a tutti i costi e il mio sesto senso mi diceva che ero sulla strada giusta. Ovviamente, per avere la conferma, avrei dovuto terminare la serie TV che mi è piaciuta molto più di quanto voglia ammettere.

Abiti d’epoca eccellenti stile Bridgerton e qualche modifica storica

Bridgerton-perché-guardarla-Tech-Princess

Uno dei principali aspetti che hanno fatto parlare il pubblico, è stata la presenza di persone di colore all’interno dell’alta società inglese. Molte hanno affermato che questa è stata una modifica senza senso, in quanto all’epoca le persone di colore difficilmente appartenevano a quel mondo. L’autrice del libro è stata, in un certo senso, accusata di aver modificato i fatti storici.

Sono sincera, questo elemento aveva fatto storcere il naso anche a me. Mi sembrava un po’ strano, poi però nel corso di Bridgerton, ci viene spiegato per quale motivo è stato aggiunto questo particolare. Ho davvero apprezzato il fatto che ci abbiano spiegato il perché di questa decisione.

Di solito, in alcune serie TV, accadono cose “perché sì e basta”. I registi non ci offrono delle spiegazioni valide. Qui invece, la motivazione c’è ed è anche sensata. Poi, parliamoci chiaro, altre persone invece non hanno minimamente pensato a questo particolare perché erano troppo impegnate ad osservare il bel Duca.

Questo episodio potremmo chiamarlo: “Un modo sofisticato per vedere un Duca: perché guardarlo?” Ma non lo faremo perché dobbiamo concentrarci sulla serie TV, ladies.

Sorvolando questa battuta poco simpatica, passiamo ad un altro punto a favore della serie TV originale Netflix: gli abiti d’epoca.

La bambina che è in me, e che voleva diventare principessa, è rimasta completamente estasiata dai meravigliosi vestiti che indossano le fanciulle all’interno della serie. Anche quelli più stravaganti che la povera Penelope Featherington era costretta ad indossare a causa di sua madre. Li ho trovati adorabili ed estremamente dolci.

In particolare, però, non ho potuto fare a meno di notare l’eleganza di Daphne Bridgerton ad ogni evento. Davvero meravigliosa, se potessi fare i complimenti di persona agli stilisti e costumisti, lo farei in questo preciso istante. Complimenti, avete fatto un lavoro davvero magnifico.

Offerta

Quindi, perché guardare la serie Bridgerton?

Bridgerton-Netflix-Tecch-Princess

La serie è composta da 8 episodi in cui il regista ci offre molte informazioni, sia sui personaggi principali che secondari. Nonostante alcuni alti e bassi, Bridgerton risulta una serie TV fresca e leggera, perfetta per passare un pomeriggio in tranquillità.

Non ci si creano aspettative alte, in un certo senso si sa già quello che la serie ci offrirà.

Il modo in cui si sviluppa la storia d’amore tra Daphne e Simon, il modo in cui i due si trovano in sintonia pur non sapendo di essere fatti l’uno per l’altra, è piacevole da vedere. Lui cambia lei e lei cambia lui, in meglio. Certo, prima riescono a tirare fuori il peggio di ognuno ma poi capiranno che non possono stare separati.

Una classica storia d’amore che, in un modo o nell’altro, conquista il cuore della maggior parte delle donne.

Lo ripeto, la serie presenta alti e bassi (alcuni dei quali non ho particolarmente apprezzato) ma voglio essere sincera: non pensiamoci. Prendiamolo per quello che è, ovvero un prodotto semplice, leggero, intrigante e ben realizzato. Personalmente l’ho apprezzato molto. Ovvio, non mi aspettavo chissà che prodotto magnifico, ma sono rimasta piacevolmente soddisfatta.

Mi sono rilassata e divertita, credo che questo sia l’aspetto più importante.

Ah sì, se ve lo state chiedendo (e so che lo state facendo, miei cari lettori e lettrici), il mio Bridgerton preferito è in assoluto Benedict.

Se anche voi siete curiosi di vedere la serie TV che ha fatto scalpore e conquistato il pubblico, vi ricordiamo che è disponibile in esclusiva su Netflix.

Scoprite altre serie TV nella nostra rubrica Perché guardarla?

Se volete conoscere altre serie TV, kdrama o prodotti da vedere, potete consultare la nostra rubrica Perché guardarla? Di sicuro troverete il prodotto che fa al caso vostro.

Veronica Ronnie Lorenzini

Videogiochi, serie tv ad ogni ora del giorno, film e una tazza di thé caldo: ripetere, se necessario.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button