fbpx
CulturaFeaturedGli anime degli anni '80RubricheSpettacoli

Conan, il ragazzo del futuro: distopia firmata Miyazaki

Un ragazzo dalle grandi abilità si batte per salvare i suoi affetti dai piani del malvagio Repka in un mondo devastato dalla guerra

Torna anche questa settimana l’appuntamento con gli anime degli anni ’80, questa volta con un tuffo nelle avventure di Conan, il ragazzo del futuro. Parliamo di un cartone animato, di 26 episodi, diretto dal maestro Hayao Miyazaki. Con lui grandi nomi dell’animazione giapponese, come Yoshiyuki Tomino e Isao Takahata (quest’ultimo poi cofondatore con Miyazaki dello Studio Ghibli). Siamo nel 1981 quando questo ragazzino dalle abilità fisiche eccezionali arriva in Italia con una storia ricca di imprevisti e nemici da affrontare. Una storia fatta però anche di sentimenti grazie a quali ognuno di questi ostacoli viene puntualmente superato.
Qual è dunque la storia di Conan?

Conan, il ragazzo del futuro: la trama

Conan, il nonno e l’arrivo di Lana

“Nell’anno 2008 scoppiò la terza guerra mondiale e i paesi coinvolti, senza preoccuparsi delle conseguenze, usarono le armi più terribili. Accadde così che distrussero la terra e il mare e i sopravvissuti si trovarono ad affrontare la più totale catastrofe.” Sono già passati 20 anni da quella guerra apocalittica e sono solo in due ad essere rimasti in vita, o comunque è questo ciò che crede il nonno di Conan mentre scrive nel suo diario e racconta l’accaduto. È con il ritrovamento sulla spiaggia di una bambina svenuta, Lana, da parte di Conan che si scopre che di superstiti sulla terra ce ne sono altri (e non sono pochi!)

Chi è Conan?

L’arrivo di un idrovolante con due guardie armate cambia tutto per Conan e suo nonno. I due cercano proprio la bambina, Lana, e riescono alla fine a catturarla. Conan cerca di salvarla, saltando sull’idrovolante e cercando di sabotarlo ma, pur danneggiandolo, non riesce a recuperare la nuova amica. Torna allora all’isola dove trova suo nonno morente. L’uomo, prima di morire, decide di raccontargli la verità sulle sue origini e su come siano finiti sull’Isola Perduta. Molti anni prima, l’uomo, insieme a molte altre persone, cercò di abbandonare la terra a bordo di un missile. Questo precipitò proprio sull’isola, dove ebbe inizio la loro nuova vita. Conan è figlio di una delle coppie finite sull’Isola perduta e, adattandosi all’ambiente ostile, è cresciuto forte e atletico, con capacità uniche e sviluppate.

L’incontro con Gimsey e il Capitano Dyce

Conan, superata la disperazione per il lutto, decide di creare una zattera con la quale lasciare l’isola e andare alla ricerca di Lana. Durante il suo viaggio approda però ad un’altra isola. Qui incontra Jimsey (o Gimsey), ragazzino dall’aspetto preistorico, inizialmente rivale ma che poi diventerà suo grande amico. Sull’isola approda poi una nave – Il Barracuda – a cui capo c’è il Capitano Dyce. I due bambini sono convinti che è lì che si trova Lana ma, ascoltando alcuni marinai, scoprono che la bambina è scappata ed è ‘ricercata’ perché conosce il segreto dell’energia solare. Conan e Gimsey vengono catturati ma chiedono di poter rimanere a bordo (per poter arrivare a Indastria e trovare Lana): il Capitano Dyce accetta ma solo in cambio di lavoro (e dopo una brutale punizione).

Indastria, il malvagio Repka e il ritrovamento del nonno di Lana

Arrivati a Indastria, conosciamo il Comitato Superiore capitanato dal tirannico e spietato Repka, vero antagonista della storia.  L’uomo trattiene con la forza Lana, desideroso di scoprire da lei dove si trova suo nonno, il Dottor Briac Rao, un ex astronauta nonché unico a conoscere il segreto dell’energia solare e il modo per ottenerla. Conan riesce a trovare Lana ma la loro fuga dura ben poco. Inaspettatamente a liberare Lana sarà il Capitano Dyce, ormai deciso a ribellarsi al malvagio Repka. Conan impiegherà poco a liberarsi e a raggiungere poi a nuoto la nave e sarà in questa occasione che assisteremo al primo (ed unico) bacio (subacqueo) tra lui e Lana. Il ragazzo rimane infatti bloccato ed è proprio la ragazza ad aiutarlo. Salvi, naufragano infine su un’isola. È qui che verranno catturati e messi a lavorare da un uomo apparentemente cattivo che, a sorpresa, si rivelerà invece il nonno di Lana. L’uomo si nascondeva da anni dietro falsa identità per non farsi riconoscere dai nemici. I due si riabbracciano con gioia e decidono di rimettersi in viaggio insieme.

Ritorno a High Harbor

Dopo essere tornati a Indastria per recuperare un circuito utile a far ripartire la loro navicella, il gruppo riparte alla volta del Barracuda. Qui il nonno lascia sua nipote Lana, Conan e Gimsey nella mani del Capitano Dyce e va via per raggiungere nuovamente Indastria e avvisare tutti di un imminente terremoto. Il gruppo invece va via alla volta di High Harbor, l’isola di Lana, e qui vive nuove avventure, purtroppo anche spiacevoli, a causa di Uro, un uomo prepotente a capo di una banda che cerca di imporsi sui cittadini del posto. Sarà proprio lui ad allearsi con Mosley – la donna che ha rapito Lana all’inizio della storia e che lavora per il malvagio Repka – e a causare una guerra sull’Isola. Uro riesce ad averla vinta ma sarà l’arrivo di uno tsunami a cambiare gli equilibri: una volta ritiratesi le acque, gli abitanti dell’isola riescono ad imprigionare tutti i soldati di Indastria, convincendoli poi a lavorare dalla loro parte.

Il finale

Si riparte allora per Indastria dove il nonno di Lana è stato catturato da Repka. Per liberarlo chiede che Lana gli sia consegnata: in cambio avrebbe liberato anche tutti i cittadini imprigionati nei sotterranei della struttura. Si tratta però soltanto di un inganno: Lana viene catturata e i prigionieri condannati a morire. Sarà però Conan, con l’aiuto di Gimsey, del Capitano Dyce e della sua ciurma, a mettere in piedi un piano per liberare tutti, riuscendoci. Lana viene poi liberata e Repka, che tentava di scappare, viene fatto esplodere all’interno della navicella o almeno è questo che tutti credono. Repka, in realtà, non è morto e tenta l’ultimo attacco attraverso un grosso aereo corazzato. Saranno ancora una volta Conan, Gimsey e Dyce a fermarlo e distruggere definitivamente il nemico, che sprofonda in mare con il suo aereo e i suoi scagnozzi. Indastria viene rasa al suolo e tutti gli abitanti, compresi i nostri protagonisti, riescono a tornare a Hyarbor/High Harbor. Qui Dyce convola a nozze con Mosley e, subito dopo, il Barracuda si rimette in mare, pronto a riportare Conan lì dove tutto ha avuto inizio: la sua Isola Perduta.

Conan il ragazzo del futuro, finale

Conan, il ragazzo del futuro: curiosità

Conan in Italia e il sequel

Se in Giappone Mirai Shonen Konan, cioè Conan il ragazzo del futuro, va in onda per la prima volta nel 1978, in Italia il cartone animato arriva nel 1981 su alcune reti locali. L’anno successivo approda poi su Rete 4, negli anni ’90 su TMC, poi negli anni 2000, oltre a fare il suo esordio nel mercato Home Video, arriva con un nuovo doppiaggio su Cooltoon (Sky). Circa 20 anni dopo la conclusione della serie, è andato in onda quello che – almeno per il titolo – è il sequel del cartone animato Mirai Shonen Konan II: Adobencha. 24 episodi che raccontano però una storia del tutto nuova e per nulla collegata a quella precedente.

Il romanzo e la richiesta di Miyazaki

L’anime Conan il ragazzo del futuro non è tratto da fumetti bensì dal romanzo The Incredible Tide di Alexander Key. Hayao Miyazaki, che arrivava dalla produzione di Marco – Dagli Appennini alle Ande (di certo non la più allegra delle storie), ammise nel corso di un’intervista di aver accettato di sviluppare la storia di questo romanzo solo a patto di poter modificare la trama nei tratti più tristi e drammatici. Miyazaki era infatti più che determinato a dare vita ad una storia dal mood ottimistico, cercando di regalare speranza allo spettatore. “È stupido riversare sui bambini il proprio pessimismo nei confronti del futuro. – furono le parole di Miyazaki nell’intervista degli anni ’80 – Se hai perso la speranza nel domani, puoi parlarne agli adulti, ma non c’è bisogno di farlo con i ragazzi. A quel punto è meglio non dire proprio nulla”.

Miyazaki e la natura: i temi della storia

Sono tante le tematiche affrontate da Miyazaki nel corso della storia di Conan. Scienza e natura si scontrano costantemente in questo cartone animato, così come bene e male. D’altronde ci ritroviamo di fronte ad un racconto distopico, dove l’umanità ha rischiato l’estinzione a causa di un tremendo conflitto mondiale durante il quale è stata utilizzata una bomba elettromagnetica che ha devastato il pianeta. È in questo contesto che si sviluppano le avventure di Conan, nipote adottivo di un uomo che ha inutilmente cercato riparo nello spazio. È sicuramente preponderante uno dei temi più cari a Miyazaki (che ritroveremo spesso nei suoi lavori): il messaggio ambientalista. La convivenza rispettosa tra uomo e natura è chiaramente il desiderio latente dei protagonisti ‘buoni’ di questo anime (e dello stesso Miyazaki). Alla fine viene raggiunto con la distruzione di Indastria, che nello show assume il ruolo di antagonista della natura.

Le sigle

La prima sigla italiana di Conan, il ragazzo del futuro è ‘Conan’, scritta da Massimo Buzzi e Lucio Macchiarella e cantata da Georgia Lepore. Quando il cartone va poi in onda su TMC, arriva una seconda sigla dal titolo Conan, ragazzo del 2000, cantata da Antonio Galbiati e i Cartoon Kids e scritta da Silvio Amato e Fabrizio Berlincioni.

I personaggi principali

Personaggi Conan il ragazzo del futuro

Conan – Il ragazzo dodicenne protagonista della storia.
Lana – Inseparabile amica di Conan (per la quale sembra avere una cotta). Come Conan ha poteri speciali, come la telepatia con la quale riesce a comunicare con gli uccelli in particolare.
Jimsey/Gimsey – Grande amico di Conan, al suo fianco in tutta l’avventura.
Dottor Briac Rao – Nonno di Lana, scienziato che conosce il segreto dell’energia solare.
Capitano Dyce – Capitano della nave Barracuda.
Repka – Direttore di Indastria e cattivo della storia.
Monsley – Vice direttrice di Indastria e braccio destro di Repka.
Nonno – Nonno adottivo di Conan.
Signor Gull (zio Gooll) – Pescatore del villaggio su High Harbor oltre che esperto di esplosivi presso il quale lavora Conan per un periodo.
Comitato di Indastria – Ingegneri e scienziati al servizio di Repka.
Rooke – Capo degli abitanti imprigionati nel sottosuolo.
Uro – Ragazzo prepotente di High Harbor, che si alleerà con Monsley per impossessarsi dell’isola, scatenando una guerra.
Tera – Viziata sorella di Uro che si innamora di Gimsey.
Zia Meisar – Figlia del dottor Rao e zia di Lana.

Siete desiderosi di un altro po’ di nostalgia anni ’80? Ci siamo addentrati di recente nelle avventure della piccola Flo e della sua famiglia Robinson, nella storia travagliata di Lady Oscar, tra Sorgenti Maledette con Ranma 1/2, tra i mille pasticci di Doraemon e Nobita. Siamo andati alla scoperta del corpo umano con ‘Siamo fatti così’,  e ci siamo appassionati alle sfide sportive di Holly e Benji e Mila e Shiro. Ma anche molto, molto altro!

Conan, Il Ragazzo Del Futuro - Ultimate Edition Box (7...
  • Box rigido
  • Include doppio LP
  • Poster 60 x 90

Anna Montesano

Scrittrice da quando ne ho memoria, dai diari al web. Viaggiatrice incallita e malata di serie tv, appassionata di tv e cinema. Nella vita un solo motto: "Perché rimandare a domani quando puoi vederlo oggi?"

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button