fbpx
Auto for DummiesFeaturedMotoriRubriche

La differenza tra revisione e tagliando: ecco quello che c’è da sapere sui due interventi | Auto for Dummies

Tagliando o revisione auto? In questo articolo analizzeremo differenze e caratteristiche dei due principali tipi di manutenzione

Revisione auto o tagliando, questo è il dilemma… Bentornati ad Auto For Dummies, la rubrica di Tech Princess che spiega quello che c’è da sapere sul mondo dell’auto in modo semplice. Oggi abbiamo parafrasato Shakespeare per scherzare su un dilemma che colpisce molte più persone di quanto si pensi: qual è la differenza tra revisione auto e tagliando? Molte persone pensano che i due termini, e interventi, siano sinonimi, ma non è così. Chiariamo subito insieme questa annosa questione e approfondiamo il discorso analizzando le caratteristiche della revisione e quelle del tagliando, in modo da capire meglio le differenze tra l’una e l’altro. Preparate il blocco degli appunti e scaldate i motori: si parte!

Differenza tra revisione e tagliando

La revisione auto è un controllo obbligatorio e periodico al veicolo che serve a mantenere nella migliore forma possibile il parco circolante italiano. Il tagliando è la manutenzione ordinaria della macchina, che comporta la riparazione e sostituzione di componenti e materiali di consumo. Il tagliando non è obbligatorio, ma è un alleato fondamentale per mantenere le auto in salute, sicure e non per ultimo capaci di passare la revisione.

La revisione è quindi un semplice controllo sullo stato dell’auto, il tagliando, invece, è proprio un intervento concreto che si effettua sulla macchina e i suoi componenti. Questa è, in sintesi, la differenza tra revisione e tagliando.

Se volete approfondire il discorso, continuate a leggere. Nelle prossime sezioni analizzeremo in maniera più approfondita cos’è la revisione auto e cos’è il tagliando, cercando di capire nel pratico in cosa consiste l’una e in cosa l’altro.

Revisione auto: cos’è, come e quando farla, costi e sanzioni

Cos’è la revisione e dove si fa

Come suggerisce già il nome, la revisione auto è un controllo periodico delle condizioni del veicolo. Questo controllo è fondamentale per garantire l’idoneità alla circolazione dell’automobile.

La revisione della macchina viene realizzata in luoghi appositi, i centri revisione appunto, che possono essere centri indipendenti o ricavati all’interno di un’officina autorizzata.

Revisione automobile: perché si fa

La revisione è obbligatoria per legge per tutta la vita dell’auto, prima che lo pensiate, non è uno dei “soliti problemi burocratici” all’italiana. La revisione auto infatti è un controllo effettuato in tutt’Europa e la procedura è standardizzata per tutti i Paesi dell’Unione.

A differenza di quanto pensano in molti, questo tipo di controllo obbligatorio non è uno strumento pensato dagli Stati per guadagnare soldi dalla circolazione delle auto. La revisione periodica, infatti, è l’unico mezzo con cui il Ministero dei Trasporti riesce a garantire che tutte le automobili che circolano sul territorio nazionale siano in perfette condizioni, sicure e senza danni.

La messa in circolazione di auto pericolose può causare più facilmente sinistri o rotture, che, oltre ad essere molto fastidiose per gli utenti della strada, sono anche possibili cause di incidenti. Quindi, riuscire ad eliminare questa variabile rende le strade decisamente più sicure.

Revisione auto: ogni quanto si fa

Dopo aver capito di cosa si tratta, parliamo di quando fare la revisione. In Italia la legislazione riguardo tempistiche e tariffe della revisione è molto chiara, ed è uguale per auto e moto.

La prima revisione auto va fatta dopo 4 anni dall’immatricolazione dell’auto, e dopo questa il controllo viene effettuato ogni due anni fino alla fine della vita dell’auto. Non ci sono quindi “revisioni annuali” per auto o moto storiche come si sente dire spesso: in seguito alla prima revisione effettuata 4 anni dopo l’acquisto, le successive revisioni vanno fatte ogni 2 anni

revisione auto preventivo

Costo revisione auto

Passiamo a parlare di costi e tariffe. Il prezzo di una revisione auto non tiene conto di marca, modello, motorizzazione o anno dell’auto: è sempre lo stesso, sia che voi abbiate una piccola utilitaria 3 cilindri o una sportiva V8. In Italia il prezzo è fisso e regolato dallo Stato. Quindi, quanto costa la revisione auto? Ad oggi 66,88 euro.

Attenzione però! Proprio pochissime settimane fa è stato deliberato un significativo rincaro a partire dal 31 gennaio 2021, che farà salire il prezzo a 79,02 euro. Sempre una cifra ragionevole, ma pagare circa 14 euro in più per effettuare la stessa procedura fanno un po’ storcere il naso.

In cosa consiste la revisione auto

La revisione auto è una procedura standardizzata, ormai consolidata e veloce. Il tempo richiesto infatti non supera mai l’ora, nonostante i controlli siano minuziosi ed attenti. Quali controlli vengono fatti in fase di revisione? Si controlla che ogni parte dell’auto sia in perfetta efficienza. Si parla sia dello stato della carrozzeria sia di quello di luci, vetri, fari, gomme e ovviamente della meccanica.  La lista completa di tutte le componenti che vengono controllate comprende:

  • Stato dei freni e del freno a mano: viene controllata anche la forza frenante di freni “classici” e freno a mano su un banco a rulli.
  • Stato dello sterzo: fluidità, assenza di vibrazioni o rumori, funzionamento generale.
  • Visibilità: stato di tergicristalli, retrovisori, lavavetri, nonché l’integrità di tutti i vetri dell’auto. Se il parabrezza è spaccato o ha una crepa, la revisione non si passa.
  • Condizioni di luci e fari: luci di posizione, abbaglianti, anabbaglianti, stop, indicatori di direzione, luci targa. Si controlla non solo il loro corretto funzionamento, ma anche l’intensità del fascio luminoso e il colore del fascio. Se si hanno luci non a norma come lampade a LED o simili la revisione non si passa.
  • Impianto elettrico: correlato alle luci c’è lo stato dell’impianto elettrico. Eventuali cortocircuiti nei fari o anche all’interno ad esempio.
  • Ruote e pneumatici: si controlla lo stato di cerchi e pneumatici, la presenza di crepe o rotture e il battistrada rimanente sulle gomme.
  • Integrità di telaio e sospensioni: si controlla sia staticamente che sul ponte lo stato delle sospensioni inteso come integrità di funzionamento (eventuali “rumorini” di boccole o giunti di plastica non pregiudicano la revisione se non gravi), e che il telaio sia dritto e non sia stato “affaticato” da un eventuale incidente.
  • Stato generale della meccanica: Motore, cambio, frizione, tutto deve funzionare come si vede, senza perdite o difficoltà di funzionamento.
  • Regolarità di rumore e gas di scarico: ogni auto viene sottoposta ad un controllo dei decibel emessi dallo scarico, che non deve superare il livello indicato dalla carta di circolazione dell’auto. Per quanto riguarda i gas di scarico, le auto vengono sottoposte ad un controllo che certifica che non inquinino più del dovuto.
  • Equipaggiamenti opzionali: si controllano eventuali ganci traino, luci supplementari, portapacchi e così via. Tutte le modifiche strutturali, compreso il colore, devono essere riportate sul libretto, pena il fallimento della revisione auto.
  • Numero di telaio e la targa: alla fine si controlla sia che entrambi siano perfettamente visibili e in perfette condizioni sia che non siano inseriti nei database di furti o smarrimenti.

Come potete vedere, la revisione si occupa solo di controllare, non di sostituire. Se infatti doveste sapere di avere delle cose da sostituire, il centro revisioni non farà la manutenzione della vostra auto, bensì vi dirà solo se è stata fatta bene o meno!

Esito della revisione auto

Gli aspetti della vostra auto da controllare sono a dir poco molteplici, che rendono la revisione auto un controllo davvero completo ed esaustivo dello stato della vostra auto. Alla fine di tutti i controlli, vi verrà dato il responso. Se positivo, tutto a posto ovviamente. Basterà che voi consegniate il libretto di circolazione all’addetto o addetta del centro revisioni e quest’ultimo applicherà un adesivo che attesta che la revisione è stata superata.

revisione auto superata

Dal 2018 poi sull’adesivo che attesta l’esito positivo è inserita la data, la targa dell’auto ma soprattutto il chilometraggio al momento della revisione. Questo è un passo molto importante nella lotta contro la contraffazione dei chilometri: inserendo obbligatoriamente il numero di chilometri percorsi al momento della revisione, è possibile scoprire sia se l’auto ha subito una “scalata” di km sia, in fase di acquisto di un’auto usata con più di 4 anni, se l’annuncio e il contachilometri dell’auto dicono la verità o meno.

  • Cosa succede se non passo la revisione auto?

Se invece la revisione auto desse risultati poco felici, il controllo non verrà superato. Ci sono tre livelli di “bocciatura”: lieve, media o grave.

  • In caso di bocciatura lieve, l’auto in questione è autorizzata a circolare per un massimo di un mese dalla prima revisione. In questo periodo il proprietario potrà usare l’auto per la sua vita di tutti i giorni, ma dovrà effettuare tutte le riparazioni necessarie, per poi tornare e ri-effettuare (e ripagare) la revisione auto.
  • Se invece la revisione auto non viene passata con valutazione media o grave l’auto non potrà circolare, ma solo essere portata in un’officina, riparata e poi sottoposta nuovamente alla revisione, pena la revoca del libretto di circolazione.

Come verificare ultima revisione

Per verificare quando è stata effettuata l’ultima revisione potete fare affidamento sull’adesivo dell’ultima revisione posto sul libretto. Il bollino riporta infatti la data dell’ultima revisione. Il controllo successivo dovrà essere effettuata a due anni da tale data

Esiste inoltre un altro metodo per calcolare la scadenza della revisione della vostra auto direttamente online. Per farlo:

  • Collegatevi al Portale dell’Automobilista, sito ufficiale del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti.
  • In alto, cliccate sulla voce Servizi Online e poi, nel menu a tendina, su Verifica Ultima Revisione.
  • Nella nuova schermata, compilate i campi richiesti (tipologia del mezzo e targa), e avviate la ricerca.
  • Il risultato indicherà il tipo di auto, la targa corrispondente, la data dell’ultima revisione, il suo esito e il chilometraggio.

Anche in questo caso, dopo aver visualizzato la data del controllo, basterà calcolare 2 anni per capire quando fare la prossima revisione.

Attenzione: per legge, la revisione è valida se eseguita a due anni dall’ultimo controllo e entro l’ultimo giorno del mese corrispondente.

Questo procedimento è utile anche quando si sta per acquistare un’auto usata, per verificarne i dati e  i chilometri effettivi. Se volete altri suggerimenti sull’acquisto di macchine usate, date un’occhiata in fondo a questo articolo, abbiamo diversi suggerimenti per voi.

Revisione scaduta: multa e sanzioni

Come abbiamo anticipato, la revisione dell’automobile è obbligatoria per legge. Ogni veicolo per essere tranquillamente circolante deve essere assolutamente dotato di revisione valida. Non avere una revisione valida significa avere un veicolo fuorilegge, e quindi soggetto a multe e sanzioni amministrative.

Quali? La sanzione pecuniaria per mancata revisione è compresa tra i 159 e i 639 euro, non proprio bruscolini. La parte più dura però è che all’auto senza revisione viene revocato il libretto di circolazione. Se venite beccati senza revisione, non potete più circolare, per nessun motivo! L’unico modo per tornare a circolare è andare ad effettuare la revisione il prima possibile. Sono infatti concesse deroghe alla revoca del libretto solo per recarsi nel centro revisioni e far tornare in regola l’auto.

Direi che abbiamo detto tutto, passiamo allora al tagliando auto, per capire meglio insieme la differenza tra revisione e tagliando.

Tagliando auto: cos’è, come e quando farlo, costi e sanzioni

Cos’è il tagliando e dove si fa

Tagliando è il nome comune dato alla manutenzione ordinaria dell’auto, ovvero la sostituzione di quelle componenti e di quei materiali di consumo che vanno cambiati con cadenza regolare, e che non hanno a che vedere con danni o problemi meccanici. Si tratta di componenti quali l’olio motore e olio dei freni, i filtri dell’aria ed altre parti dell’auto che vanno cambiate dopo un certo lasso di tempo o di chilometri.

Il tagliando si può effettuare presso i centri manutenzione delle concessionarie ufficiali, opzione preferibile in quanto una manutenzione scrupolosa ed effettuata nei centri ufficiali aumenta il valore dell’auto in caso di rivendita. Ci sono anche altre opzioni: officine autorizzate, sia in quelle specializzate in un determinato marchio che in quelle multimarca, oppure anche in casa: in questo caso però ci sono dei problemi riguardanti la garanzia di cui parleremo dopo.

Tagliando auto: ogni quanto va fatto e quanto costa

Sia il costo che la cadenza del tagliando auto varia a seconda del modello e del tipo di auto. Un tagliando di un’utilitaria come FIAT Panda costerà meno di quello di un’auto sportiva come Porsche 911, e anche la cadenza sarà diversa.

differenza tra revisione e tagliando auto cambio olio

Tagliando: chilometri e tempistiche

Una volta il tagliando era da effettuare ogni 5 o 10 mila km, oggi invece le cose sono diverse. Le Case infatti consigliano un intervallo molto più ampio, nell’ordine dei 20-25-30 mila km, ma attenzione. Come abbiamo detto prima, infatti, la scadenza di un tagliando tiene conto non solo dei chilometri percorsi, ma anche del tempo.

Se infatti si percorrono meno di 20 mila km l’anno, le Case raccomandano di effettuare il tagliando ogni anno, poiché l’olio e i filtri in un anno di vita perdono le loro caratteristiche originali, finendo per essere deleteri per il motore. Negli ultimi tempi poi alcune Case, ad esempio BMW, non indicano più un intervallo fisso per tutti i clienti, ma è l’auto a decidere quando è il momento di effettuare il tagliando e lo notificherà sul computer di bordo.

Costo tagliando auto

Il costo medio per un tagliando in Italia oscilla tra i 200 e i 300 euro. Ci sono infatti auto che chiedono poco più di un centinaio di euro per la manutenzione ordinaria, mentre altre (soprattutto le auto di più alta cilindrata con alto numero di cilindri e grandi quantità di olio richiesto) superano abbondantemente i 600 euro. Il costo dipende poi anche da chi effettua il tagliando.

Se effettuato in concessionaria ufficiale, detta anche “casa madre” dagli addetti ai lavori, il costo sarà superiore rispetto al tipico meccanico di quartiere. Se poi fate tutto da soli in casa, il costo sarà ancora minore, in alcuni casi inferiore a 100 euro, ma ci va una bella dose di manualità, conoscenza, tanto spazio e gli attrezzi giusti.

In cosa consiste il tagliando auto

Come per quanto riguarda costo e tempistiche, anche le componenti interessate dal tagliando auto sono differenti a seconda dei modelli e dell’età dell’auto. In generale, il tagliando auto comprende questi passaggi:

  • Ispezione visiva, per verificare che non ci siano problemi enormi a livello di carrozzeria, meccanica o elettronica
  • Sostituzione dell’olio motore e filtri (filtro dell’olio, dell’aria, del carburante e filtro abitacolo per pollini e polveri sottili), insieme ad un controllo al livello di liquido refrigerante, olio dei freni e lavavetri.
  • Sostituzione delle candele (se l’auto è a benzina) e controllo di tutte le cinghie e catene presenti all’interno del vano motore. Se consumate, vengono sostituite.
  • Controllo dello stato delle gomme. In caso di usura si sostituiscono (o si consiglia di sostituire da un gommista), in caso di consumo anomalo si procede con l’equilibratura della ruota tramite aggiustamenti a cerchio o sospensioni (dove possibile).
  • Controllo dello stato del climatizzatore (se presente) e ricarica del gas refrigerante (se necessaria).
  • Sostituzione delle pastiglie dei freni e controllo generale del loro stato. Se una delle componenti del freno (disco e pastiglie o tamburo e ganasce nel caso di freni a tamburo) risultasse usurata oltre il limite minimo si procede alla sostituzione
  • Controllo di tutte le luci interne ed esterne, e sostituzione delle eventuali lampade bruciate.

Il tagliando auto è obbligatorio?

Spesso ci si chiede se non effettuare il tagliando sia consentito o meno dalla legge, visto il suo costo e l’apparente ottimo stato della propria auto. Dal punto di vista legale, il tagliando auto non è obbligatorio in quanto si tratta di una manutenzione e non di un controllo di conformità. Vero è però che se non si effettuano mai tagliandi (o li si effettua con scarsa frequenza) l’auto in poco tempo non sarà in ottimo stato e di conseguenza non passerà la revisione auto, che invece è obbligatoria per legge.

revisione auto contratto

C’è poi un secondo aspetto da considerare, ovvero quello della garanzia. Quando l’auto è nuova infatti gode della garanzia europea, dal valore minimo di 24 mesi. La garanzia comunitaria è valida se e solo se si effettua puntualmente la manutenzione ordinaria. Se non effettuate i tagliandi regolarmente per l’intera durata delle garanzia, questa decade immediatamente. In un certo senso sono quindi obbligatori, anche se non dal punto di vista puramente legislativo.

Differenza tra revisione e tagliando: i contro di una mancata manutenzione

Non essendo obbligatoria per il Codice della Strada, si può circolare senza effettuare tagliandi in maniera regolare. Ed infatti secondo alcuni studi gran parte delle auto circolanti in Italia non effettuano la manutenzione ordinaria. Questo è un problema sia dal punto di vista delle sicurezza e dello stato del parco circolante sia dal punto di vista ambientale. Auto tenute in maniera trasandata hanno motori meno efficienti e con emissioni molto più alte, senza dimenticare le inevitabili perdite d’olio. Un’auto tenuta male consuma di più, è più pericolosa e aumenta il rischio di rimanere a piedi.

Vi faccio un esempio di quanto questa poca attenzione verso la manutenzione sia popolare in Italia. Avete mai notato che in ogni piazzola di ogni parcheggio pubblico ci sono diverse macchie d’olio proprio all’altezza del motore? Dubito che in ogni parcheggio italiano si siano parcheggiate vecchie 500 o vecchie MINI, auto che perdevano olio anche in perfette condizioni. Quello è il chiaro segno che la manutenzione ordinaria in Italia (e non solo) è presa a dir poco sotto gamba…

Offerta
Motul 8100 X-cess 5W40 Olio Motore Sintetico, 5 l
  • Omologazioni delle case costruttrici BMW LL-01 ; MB-Approval 229.5 / 226.5 ; Porsche A40 ; Renault RN0700 - RN0710 ; VW...
  • Olio motore 100% sintetico
Offerta
K&N 33-2270 Filtri Aria Sostitutivi Auto, Lavabile e...
  • Durata: 1,6 milioni di chilometri
  • Progettato per ottime prestazioni: l'aumento del 50% del flusso d'aria genera alte prestazioni e una maggiore...
  • Facile installazione
AREXONS LAVAVETRI PLURISTAGIONE -3.5 °C Liquido lavavetri...
  • DETERGE E SGRASSA A FONDO - Il liquido tergicristalli auto Arexons garantisce una perfetta azione sgrassante e...
  • LIQUIDO PLURISTAGIONE - Arexons liquido tergicristalli auto è un prodotto adatto ad essere utilizzato in tutte le...
  • AZIONE ANTI CALCARE - Il nostro liquido vetri auto Arexons Dp1 ha una forte azione anticalcare che lo rende davvero...

Differenza tra revisione e tagliando: conclusioni e altri consigli

Con quest’ultima “tirata d’orecchie” siamo arrivati alla fine di questa puntata di Auto for Dummies. Cos’abbiamo imparato? Che la differenza tra revisione e tagliando c’è ed è abbastanza rilevante. Abbiamo capito inoltre che la revisione auto è importante per la sicurezza stradale di tutti, ma che allo stesso tempo il tagliando è essenziale per manutenere la nostra macchina al meglio, garantendo sicurezza e funzionalità su strada.

Spero abbiate preso appunti sulla differenza tra revisione e tagliando e che ora sia tutto più chiaro. Noi ci vediamo alla prossima puntata di Auto For Dummies, intanto se avete bisogno di altri suggerimenti, leggete gli altri articoli della rubrica.

Giulio Verdiraimo

Ho 22 anni, studio Ingegneria e sono malato di auto. Di ogni tipo, forma, dimensione. Basta che abbia quattro ruote e riesce ad emozionarmi, meglio se analogiche! Al contempo, amo molto la tecnologia, la musica rock e i viaggi, soprattutto culinari!

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button