NewsViaggi

Digital Nomad: lavora dove e come vuoi

Babbel offre consigli su come diventare Digital Nomad per lavorare ovunque

Babbel, l’applicazione per eccellenza per l’apprendimento di lingue online, usata da milioni di persone, ha creato una guida allo scopo di dare dei consigli per diventare digital nomad e godersi l’estate tutto l’anno, rinunciando così alle tristi giornate d’ufficio.

Dove lavorare

Coworking space: Per non sentirsi soli, si può lavorare in spazi condivisi, per lavorare in compagnia e godersi nuove esperienze. https://www.coworker.com/map

Dove dormire

Couchsurfing: la soluzione più economica per chi non dispone di un alloggio a portata di mano. Si tratta di essere ospitati da persone che mettono a disposizione i propri letti. Questa può anche essere un’esperienza per conoscere nuove persone. https://www.couchsurfing.com/

Che tipo di impiego

Remote Employee: Questa figura sta a rappresentare l’impiegato a distanza, che ha la possibilità di lavorare per un’azienda anche senza la presenza fisica presso di essa.

Come gestire l’archiviazione della comunicazione e dei file

Cloud work: questa definizione descrive un tipo di lavoro dove tutta la
comunicazione e il materiale di lavoro è salvata nella cloud, online. Ideale per un
digital nomad.

Come approfondire la lingua del Paese

Apprendimento digitale: se ci si sposta spesso, sarà impossibile seguire corsi che
presuppongono una classe e un docente fisso. Meglio allora scegliere una delle tante
opzioni online o una app come ad esempio Babbel.

Il digital nomad deve cercare di aprirsi al contatto con i clienti. Per un esito positivo sarebbe ideale imparare ad interagire in maniera competente, attraverso ad esempio delle brevi presentazioni, passando poi a cercare di creare un vero e proprio dialogo con il cliente.

Per gestire le comunicazioni esterne i digital nomads utilizzano Skype in quanto è il metodo più semplice per fare videochiamate. Seguono poi Google Chat e GoToMeeting.

 

 

Tags

Katiuscia Caccia

Amante della lettura, della scrittura e della tecnologia. Dopo lo studio all'università, mi divido tra videogiochi e serie tv. Sogno di lavorare con i bambini, sperando di non dover trascurare mai le mie altre grandi passioni.
Next Article
Close

Adblock Rilevato

Considera di supportarci disabilitando il tuo adblocker