fbpx
NewsTech

Estate, le cinque attività outdoor che non hanno bisogno di contanti

Nell’estate della ripartenza, gli italiani sono sempre più alla ricerca di attività da svolgere all’aria aperta, dove è possibile mantenere facilmente il distanziamento sociale e rilassarsi o divertirsi in completa sicurezza, sia per chi è in vacanza, che per chi rimane in città. A raccontarlo è la ripresa non solo dei grandi eventi, dai festival ai concerti, ma anche dei mercatini che stanno finalmente ripopolando borghi, paesi e città e che ospitano – tra gli altri –  artigiani, food truck, artisti di strada. A questo si aggiunge la voglia degli italiani di praticare attività sportive outdoor, inclusa la “palestra” all’aperto.


“Per rendere queste attività ancora più a portata di mano e agevolare i pagamenti dei numerosi cittadini, turisti e curiosi che quest’estate sono alla ricerca di nuovi svaghi, è più che mai fondamentale assicurare la possibilità di pagare cashless in ogni situazione, anche in una bancarella o durante una sessione di sport al parco: non soltanto perché più facile e più veloce, considerando che si può pagare contactless anche con smartphone e con smartwatch, ma anche più sicuro, poiché si evitano lo scambio di contanti e le file”, sottolinea Umberto Zola, Country Growth Lead Italia di SumUp, la fintech leader nel settore dei pagamenti digitali e soluzioni innovative cashless. Nel 2020 sono, infatti, cresciuti i pagamenti digitalipassando dal 29% al 33% del valore totale dei pagamenti in Italia, stando ai dati dell’Osservatorio Innovative Payments del Politecnico di Milano e, di conseguenza, l’esigenza dei consumatori di pagare senza contanti ha fatto sì che sempre più commercianti si dotino di POS.

“Con SumUp – spiega Zola – diamo la possibilità di attivare rapidamente il POS mobile, così che i commercianti possano consentire i pagamenti digitali ovunque e anche per piccole cifre. Inoltre, non prevedendo canoni mensili o spese fisse, si tratta di una soluzione che va incontro anche alle necessità di hobbisti o di chi ha attività stagionali, operative soltanto in alcuni momenti dell’anno, a partire da quelle estive e outdoor”.

Leggi anche: SumUp e m-dis: nuova partnership per valorizzare le edicole

Oggi è, dunque, sempre più semplice pagare con la carta non solo al ristorante o in un negozio, ma anche in contesti meno “ordinari”: dal ritrattista che gira i mercati con la sua bottega, fino al personal trainer che organizza sessioni di funzionale e pilates al parco. Per raccontare questa rivoluzione “outdoor e cashless” SumUp ha individuato 5 attività da fare all’aperto questa estate, senza bisogno dei contanti.

1 – La bottega dei ritratti fotografici nata nei mercati

Scattare un selfie con lo smartphone non basta più? Per chi ama toccare con mano i propri ricordi, il fotografo Settimio Benedusi ha creato il proprio studio fotografico itinerante con cui gira i mercati e i festival di paesi e città realizzando ritratti unici e, soprattutto, stampati. “Le persone non sono più abituate a farsi scattare foto professionali, quelle che – stampate ed esposte in casa – si trasmettono come ricordo alle generazioni future”, spiega Benedusi. “Per questo, ho deciso di riportare in auge questa tradizione, allestendo la mia bottega nei mercati: chiunque può essere protagonista di un ritratto fotografico che viene poi subito stampato e consegnato, pronto per essere portato ed esposto in casa”. Questa estate, in particolare, sarà ad Imperia con la sua bottega itinerante ma i suoi ritratti e i suoi scatti possono essere acquistati anche da remoto grazie al Negozio Online creato con SumUp, alla funzione Pagamento via Link per pagare a distanza o, ancora, regalati grazie ai Buoni Acquisto.

2 – A Napoli il teatro è open air e coinvolge i bambini
Quello teatrale è stato senza dubbio uno dei settori più colpiti negli ultimi mesi a causa della pandemia, ma I Teatrini, compagnia teatrale napoletana che si rivolge in particolare a bambini, famiglie e scuole, ha reinventato il proprio palcoscenico. Per riavviare l’attività almeno nel periodo estivo, da maggio è stato allestito un anfiteatro all’aperto, in mezzo alla pineta, per accogliere famiglie provenienti in particolare da Napoli e provincia. Un progetto che coinvolge gli spettatori a 360 gradi che prendono posto sugli spalti solo dopo aver costruito e allestito insieme alla compagnia gli oggetti di scena necessari. E, a sorpresa, i più piccoli possono essere coinvolti e invitati sul palco proprio accanto agli attori.

3 – Dal Guatemala ai mercatini della Sardegna, i tessuti che girano il mondo

Trasformare tessuti provenienti da tutto il mondo, valorizzando  l’artigianato e il lavoro di tante donne: è l’obiettivo di Benedetta Francardo che, con una passione per i tessuti ereditata dal padre, ha deciso di  di andare a vivere in Sardegna e di cominciare a viaggiare alla scoperta di luoghi in cui ancora si pratica l’arte antica della tessitura. Tornata in Sardegna, con i tessuti ha dato vita ad un vero e proprio laboratorio per confezionare abiti e accessori insieme alle sarte dell’isola. “Dai mercati del Mondo al mercatino di San Pantaleo, ho provato a portare quello che più mi ha colpito, qui in Sardegna, antica Terra, dove il filo, i telai e le trame dei tappeti attraversano ere intere, dove il filo è anche quello che trascende ogni cosa”, spiega Benedetta Francardo. Un progetto con cui ora Benedetta nel periodo estivo gira i mercatini sardi – in particolare quelli di Porto Rotondo, San Pantaleo e Porto Cervo: un successo che neanche con la pandemia si è fermato, avendo creato un ecommerce e integrato al meglio i pagamenti digitali, con cui è riuscita a portare ovunque i suoi abiti e le storie che raccontano.

4 – Fitness outdoor e online, per allearsi anche in vacanza

L’importanza di stare all’aria aperta, anche per allenarsi, è emersa in modo evidente a causa della pandemia. Proprio per offrire la possibilità di allenarsi ovunque e in ogni momento, i personal trainer e fitness coach all’aperto di Lecco – Enrico Paleari e Allegra Ravera, hanno creato un programma di allenamento ad hoc. Specializzati in funzionale e pilates, Enrico, Allegra e il loro team di istruttori con la pandemia hanno introdotto anche lezioni online. Con la recente riapertura delle palestre, il pacchetto è diventato completo: lezioni all’aperto, online e in palestra, così da consentire a chiunque di organizzare i propri allenamenti con regolarità, anche in viaggio e a distanza. “L’allenamento all’aperto rimane per noi centrale e, fortunatamente, tante più persone sentono l’esigenza di stare all’aperto anche nei mesi più freddi”, spiegano Enrico e Allegra. “I mesi di lockdown hanno sensibilizzato sull’importanza di stare all’aria aperta. Per questo abbiamo organizzato anche eventi insieme a strutture e aziende locali per avvicinare allo sport sempre più persone”. Per quanto riguarda i pagamenti, “così come il fitness, devono soddisfare tutte le esigenze dei clienti: c’è chi preferisce pagare con il POS l’abbonamento per una sessione di fitness outdoor, chi preferisce acquistare online, chi pagando con il link inviato su WhatsApp”. La flessibilità è senza dubbio la chiave del successo.


5 – Babysitter anche in vacanza con la Compagnia delle Fate
Trovare una babysitter in poche ore, soprattutto quando si è in vacanza, non è più un problema con La Compagnia delle Fate, un vero e proprio servizio di concierge personalizzato e specializzato che assicura total care dei più piccoli a 360 gradi. Nato nel 2002 dal bisogno reale di genitori che, lavorando e avendo figli piccoli, avevano spesso difficoltà nel rintracciare velocemente una babysitter affidabile, La Compagnia delle Fate promette personale selezionato e formato internamente su Roma, Napoli e Milano e, per il periodo estivo, anche in Sardegna, con l’obiettivo di espandersi in tutta Italia nel 2022. Un vero e proprio servizio sartoriale che si richiede online o al telefono e che viene “confezionato” a partire dalle richieste dei genitori, offrendo ogni volta un’opzione differente e, soprattutto, rapidissima: con sole 3 ore di preavviso, si mette a disposizione una tata per consentire ai genitori di godersi qualche ora di relax in spiaggia.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button