fbpx
CulturaNewsSpettacoli

Flash Gordon: Taika Waititi dirigerà il film reboot live-action

Già da tempo è noto che Taika Waititi dirigerà un film su Flash Gordon, con il dichiarato intento di dare nuova linfa a un personaggio nato nei fumetti già negli anni ’30. Secondo quanto riportato da Collider, questo reboot, originariamente concepito come film d’animazione, sarà invece un live-action, sulla scia di quanto già fatto da Mike Hodges nel film cult del 1980, con protagonisti Sam J. Jones, Melody Anderson, Max von Sydow, Timothy Dalton, Ornella Muti e Mariangela Melato. A rivelare questo fondamentale dettaglio è il produttore del progetto John Davis, che si è espresso in questi termini:

Taika lo sta scrivendo. È stato un film che ha avuto un’enorme influenza sulla sua crescita. È uno dei suoi film preferiti. Inizialmente mi ha detto: “Facciamolo animato”. Ho detto: “Va bene”. Poi ci siamo addentrati nel progetto e abbiamo iniziato a svilupparlo e lui ha detto: “No, facciamolo live-action”. Ho detto: “Ancora meglio”.

Flash Gordon: il reboot sarà un film live-action

Davis ha poi proseguito parlando di Taika Waititi:

Ha la visione più interessante di questo film. È Taika, è quello che fa. È il modo in cui guarda il mondo, è il ragazzo più grande del mondo. Il ragazzo più divertente del mondo. E pensa su un piano diverso. Questo film abbraccia tutto ciò che è speciale di Taika e della sua visione. Ricorda in modo molto interessante la concezione originale dei fumetti.

Flash Gordon è basato sul fumetto degli anni ’30 originariamente disegnato da Alex Raymond, che ha creato il personaggio per competere con Buck Rogers. Il fumetto segue le avventure di Flash Gordon, un affascinante giocatore di polo laureato a Yale, e dei suoi compagni Dale Arden e il dottor Hans Zarkov, che viaggiano sul pianeta Mongo, dove entrano in conflitto con il suo malvagio sovrano, Ming lo spietato. Il soggetto è stato trasformato nella space opera del 1980. A seguire, c’è stata anche una serie TV di Flash Gordon andata in onda su Sci-Fi Channel nel 2007.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button