fbpx
FeaturedRecensioniVideogiochi

La recensione di Gods Will Fall – anche i guerrieri più forti cadono

Il nuovo videogioco dark fantasy di Deep Silver ci avrà convinti?

Abbiamo provato Gods Will Fall, il nuovo titolo d’azione dark fantasy di Deep Silver. La nostra prova del videogioco è avvenuta su PlayStation 4. Saremo riusciti nella nostra missione oppure gli antichi dei ci avranno distrutti? Scopriamolo insieme nella nostra recensione di Gods Will Fall.

La recensione di Gods Will Fall: c’era una volta…

Da molti anni ormai gli umani sono vittime della tirannia degli dèi. Un giorno però i ribelli decidono di mandare un’enorme flotta per attaccare l’isola in cui risiedono queste possenti divinità. A causa di un evento naturale tutte le navi vengono distrutte e solo otto guerrieri riescono a sopravvivere a questa tempesta.

La missione del giocatore è proprio quella di portare questi otto guerrieri alla vittoria e sconfiggere una volta per tutte gli dèi. Non sarà un’impresa semplice poiché numerosi ostacoli sono pronti a buttarli giù ed evitare che portino a termine la loro missione.

Nel corso della nostra avventura impareremo molte cose sui nostri personaggi: la prima è che ognuno di loro ha un particolare legame con le divinità che si trovano sull’isola e con qualcuno dei loro compagni. Questi dettagli dovrebbero, in qualche modo, dare spessore alla trama e originalità ai personaggi.

Gods Will Fall: la mappa, piccola ma ben fatta

Gods-Will-Fall-recensione-Tech-Princess

La prima cosa che noteremo all’inizio della nostra avventura è l’ambiente circostante. Credevamo che la mappa fosse grande ma non è così. Non aspettatevi quindi una mappa enorme, perché ciò che avremo a nostra disposizione è in realtà un’ambientazione piccola ma piuttosto ben realizzata.

Nella mappa sono segnati dieci portali, ciascuno dei quali ci permette di entrare all’interno di un dungeon in cui, alla fine del percorso, troveremo un boss da affrontare. Un aspetto interessante è il fatto che la barra della vita del boss è visibile nel momento in cui mettiamo piede dentro il dungeon.

Questo dettaglio può esserci utile per prepararci psicologicamente a ciò che dovremo affrontare. Il nostro obiettivo principale, oltre ad arrivare ovviamente al termine del percorso, è quello di esplorare l’ambiente e distruggerlo.

Questo si può fare molto semplicemente, ci basta affrontare i nemici che troviamo sul nostro cammino. In realtà però questo aspetto è anche fin troppo semplice ed automatico. Se avessimo avuto a disposizione dei rompicapo in grado di indebolire il nemico per poi affrontarlo e sconfiggerlo con pochi colpi, sarebbe stato molto più interessante.

I combattimenti

I combattimenti in Gods Will Fall sono abbastanza ripetitivi e poco originali. Il difetto maggiore lo possiedono i nemici, caratterizzati da attacchi legnosi, lenti e tutti più o meno uguali. Questo ci offre ovviamente un vantaggio perché impareremo, in poco tempo, a sconfiggerli con poche mosse. Il problema è che non tutti si accontentano di un aiuto simile, noi personalmente non abbiamo apprezzato questo difetto e avremmo preferito metterci alla prova più duramente.

I nostri otto guerrieri possiamo dire che sono ben equipaggiati. A nostra disposizione abbiamo mazze, spade e anche lance e ciascuna arma possiede la propria potenza e velocità. Noi possiamo effettuare diversi tipi di attacco, tra cui attacchi veloci e attacchi pesanti che richiedono più tempo per essere lanciati. Oltretutto possiamo anche attaccare dall’alto saltando e schivare.

Un aspetto interessante è che abbiamo la possibilità, durante le battaglie, di raccogliere le armi dei nostri nemici ed utilizzarle a nostro vantaggio. La maggior parte delle volte dobbiamo lanciarle addosso ai nemici, in questo modo possiamo causare danni extra per poi colpirli con un attacco veloce o pesante e ucciderli.

Il guerriero che riesce a sconfiggere il boss, ottiene numerosi bonus mentre l’intera squadra ottiene l’accesso ad armi più potenti e anche oggetti utili.

Recensione Gods Will Fall: la nostra opinione sul gioco

Gods-will-Fall-tech-princess

Non c’è molto altro da dire riguardo Gods Will Fall. Le premesse del gioco erano interessanti e sembrava un titolo degno di nota. Purtroppo però si è perso nella sua lunga strada, perdendo anche quel bagliore di originalità che aveva mostrato nei vari trailer. Da un punto di vista estetico e grafico, il videogioco risulta molto semplice e minimal. I colori sono vibranti e le ambientazioni risultano ben fatte.

Il problema è che sono più o meno tutte molto simili tra di loro e dopo un po’ si nota la ripetitività dello scenario. Lo stesso vale per i combattimenti che risultano praticamente tutti uguali. Inoltre i boss, a differenza di come ci vengono descritti all’inizio del gioco, non sono poi così minacciosi e temibili.

L’idea di Deep Silver era molto interessante ma il risultato finale lascia molto a desiderare. Per concludere la nostra recensione, vi ricordiamo che il videogioco Gods Will Fall è disponibile per PlayStation 4, Xbox One e PC tramite Steam.

Gods Will Fall

Pro Pros Icon
  • Ambientazioni ben realizzate
Contro Cons Icon
  • Boss non così minacciosi
  • Battaglie uguali
  • Ambientazioni troppo simili
  • Attacchi legnosi e lenti

Veronica Ronnie Lorenzini

Videogiochi, serie tv ad ogni ora del giorno, film e una tazza di thé caldo: ripetere, se necessario.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button