fbpx
NewsTech

Google Personal Safety: l’applicazione di sicurezza per i Pixel

Google Personal Safety è apparsa su Google Play, senza essere annunciata: è un’applicazione per i Pixel che permette a chi ha avuto un incidente d’auto di chiamare aiuto.

Grazie a Google Personal Safety, i possessori americani di Google Pixel avranno presto accesso alla funzione che permette di capire se si è stati vittima di un incidente d’auto, similmente a come succede per Uber RideCheck.

Google Personal Safety: scoperta da XDA-Developers

Glii smanettoni di XDA-Developers hanno infatti scovato su Google Play un’app non ancora annunciata ufficialmente dal nome “Personal Safety” la cui descrizione recita “un’applicazione per i telefoni Pixel che aiuta gli utenti ad essere in sicurezza e connessi con i loro contatti d’emergenza”.

L’app sarebbe in grado di capire se l’utente, e quindi il conducente, sia stato coinvolto in un incidente stradale, basandosi sulla localizzazione; è molto probabile che riconosca uno stop improvviso e che si basi anche sulla reazione degli accelerometri e sulle registrazioni del microfono.

Se c’è il sospetto che qualcosa non va, il telefono farà squillare un allarme al massimo volume e l’app chiederà se c’è bisogno di assistenza.

In caso di mancata risposta, partirà una chiamata al 911 con la condivisione della posizione e l’applicazione fornirà alla vittima una scelta tra tre tipi di assistenza, Medica, Pompieri e Polizia, da effettuarsi con un tap del dito.

Inoltre, l’applicazione permette all’utente di impostare dei contatti di emergenza e di condividere con essi il proprio stato, sempre in caso di incidente.

Non è tuttora chiaro se quest’app sia connessa all’applicazione nativa “Emergency Information” di Android Q, ma sembra che sia comunque scaricabile indipendentemente per i dispositivi Pixel.

Via
Engadget

Matteo Bonanni

Musicista di professione e malato di tecnologia per indole, mischio sempre musica e tecnologia senza soluzione di continuità perché mi piace circondarmi di cianfrusaglie tecnologiche mentre faccio tutto il resto!

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button