fbpx
FeaturedRecensioniVideogiochi

La recensione di Hitman 3: la conclusione che cercavamo

Hitman 3 conclude la saga di IO Interactive portano un gameplay ottimo, ricco e vario.

Sempre più azione, maggiore adrenalina e più sparatorie, questo vuol dire che gli stealth sono morti? Assolutamente no e ce lo dimostra il nuovo uscito di casa IO Interactive. Oggi, infatti, vi racconteremo come questo genere sia ancora pieno di cose da dire, attraverso la recensione di Hitman 3. Si tratta del capitolo conclusivo di una saga iniziata nel 2016 che, a oggi, vede una perfetta conclusione.

Che cosa ha reso l’Agente 47 così degno di nota? Perché Hitman 3 si è reso così interessante? Cosa ha fatto di lui il miglior capitolo della trilogia? Ritmi decisi, larghe possibilità nelle scelte, cura dei dettagli. Il titolo è questo e non solo. Andiamo a scoprire più nel dettaglio della nostra recensione ogni caratteristica.

Hitman 3: la recensione di Tech Princess

Un filone, mille avventure

Il titolo di IO Interactive è ricco di narrazione, ma non solo. La nostra recensione di Hitman 3 non poteva che aprirsi con la parte forse meglio sviluppata: ambientazioni e gameplay. All’interno del capitolo saranno sviscerate differenti missioni suddivise in sei diversi scenari. Quello che piace, però, non è solo la vasta scelta degli ambienti a disposizione, ma anche la buona varietà di missioni stesse. Non abbiamo un filone monotono, anzi, tutt’altro. Le vicende mostrano, infatti, un gameplay che varia e cambia nelle diverse sezioni di gioco e questo rende lo scenario ancora più avvincente.

Spionaggio, interrogativi e profonde riflessioni saranno le colonne portanti di tutta la narrazione. Passeremo da una scena all’altra non solo cambiando ambiente, ma anche impostazione di gioco. Il titolo, infatti, ci vedrà impegnati in sabotaggi, smascheramenti e complotti. Studiando caratteri, personalità e comportamenti, ci sarà richiesto di trovare i colpevoli all’interno di una importante famiglia. Ogni storia è curata sotto ogni aspetto e mai lasciata al caso.

Lo sviluppo narrativo, inoltre, si fa decisamente interessante, dandoci modo di seguire diversi percorsi. Una storia che rende il gioco avvincente non solo dal punto di vista del gameplay. Una buona trama, legata a un buon stile di gioco, che non sarà mai noioso, ma anzi parecchio intrigante. Un titolo che ci appassiona, ma ci fa, al tempo stesso, anche ragionare. Non troppo ostico, ma decisamente divertente e appagante. Hitman 3 recensione tech princess

Recensione Hitman 3: la degna conclusione

Hitman 3 è il capitolo conclusivo di una saga che ha, nel suo complesso, saputo coinvolgere i fan. Si tratta di un’opera ben strutturata ed energica. Una conclusione degna di nota non solo per la sua narrazione, ma anche per il suo modo di esporla. Il titolo non è troppo lento, ma neanche troppo veloce. Riesce a cogliere ogni punto chiave e lo riporta al meglio delle sue possibilità. Coinvolgente, ricco di pathos e sangue; insomma, un gioco che vale la pena di essere giocato.

Non ho mai sentito parlare di Hitman, posso giocarlo lo stesso? Hitman 3 si fa amare anche da chi non ne avesse mai giocato uno. È possibile portarlo a termine e apprezzarlo anche senza aver mai preso in mano i capitoli precedenti. Certamente, però, l’opera di IO Interactive è pensata per essere una degna conclusione della saga. Pertanto, per goderne ogni dettaglio, è preferibile aver giocato i due capitoli che lo precedono. Questa, inoltre, potrebbe essere una buona occasione anche per chi, pur avendoli acquistati in passato, non avesse avuto il tempo di giocarli.

Coloro che, infatti, hanno già Hitman e Hitman 2 (nelle versioni fisiche o digitali), potranno rigiocarli in versione migliorata grazie a questo nuovo capitolo. Ogni missione delle versioni precedenti sarà disponibile in Hitman 3. Per poter accedere ai contenuti è necessario averli in possesso per la stessa famiglia di console. Niente di troppo complesso per le versioni Xbox e PlayStation, un po’ più ostico per i possessori di personal computer. Coloro che, infatti, hanno acquistato la versione Steam, non potranno accedere a tali contenuti all’interno dell’ultimo capitolo, in quanto esclusiva Epic Games. panoramica-Hitman-3-e-problemi-al-server-Tech-Princess

Lo stealth non muore mai

Sebbene ami correre e sparare, quasi fossi Rambo, non ho avuto particolari problemi ad affrontare il titolo come un più classico stealth. Quindi, non posso affrontare le missioni sparando all’impazzata? Assolutamente sì. Hitman 3, infatti, può essere giocato in molti modi diversi. Le missioni possono essere affrontate con stili lontani fra loro, seppur portando alla stessa conclusione. Quello che consigliamo è, però, di affrontarlo nel modo più stealth possibile. Purtroppo, i gunfight sono, infatti, la sbavatura più ampia presente nel titolo. Il sistema non è dei migliori mai realizzati e si dimostra, in più di un’occasione, un po’ legnoso.

Questo, però, non è propriamente un male. Hitman 3 nasce per essere affrontato in maniera differente. Non è un Call of Duty o un Battlefield, ma un titolo più studiato. Alle semplici sparatorie, si preferiscono le azioni silenziose, i camuffamenti, le scorciatoie. Dobbiamo pensare prima di agire e ciò rende il gioco decisamente meno veloce, ma comunque molto intrigante e, soprattutto, soddisfacente.

Ogni missione, inoltre, può essere affrontata e riaffrontata in maniera diversa. Potremo fare uso di gadget differenti e di strade diverse. Avremo modo di intrufolarci attraverso vie alternative, oppure con nuovi travestimenti.  Una scelta che, sicuramente, appagherà i giocatori amanti della strategia.

Offerta
Hitman 3 - PlayStation 5
  • La modalità campagna ti porterà in un'avventura in giro per il mondo in vaste località sandbox
  • I bersagli esclusivi sono la sfida definitiva di Hitman, progettati per offrire un'esperienza emozionante e al...
  • Una volta completato il contratto da solo, Sfida gli amici a competere per il miglior punteggio nelle classifiche

Hitman 3: al netto di qualche imprecisione è da giocare

Hitman 3 è decisamente un titolo che vale la pena di essere acquistato. Certo, non manca di qualche piccola imprecisione, ma queste non sono abbastanza per darne un giudizio negativo. Il titolo, infatti, è la più che degna conclusione di una saga che aveva già saputo conquistare e che, ora, ha dato il meglio di sé.

Poche sono le sbavature a livello tecnico, qualche piccolo glitch, ma nulla di decisamente rilevante. Anzi, la cura del dettaglio fa da padrona in questo capitolo. Scene dall’ottima qualità trasformano le location in una vera e propria goduria per gli occhi. Ogni ambientazione è veramente ricca di ogni minimo dettaglio. Cura maniacale e grafica eccellente. Nessun problema neppure a livello di prestazioni, almeno per quel che concerne la versione PC.

L’unica vera pecca è un po’ il gunfight che non è sviluppato in maniera eccelsa. Un difetto che, però, Hitman 3 può permettersi, dal momento che il fulcro del gameplay si concentra sullo stealth. Una conclusione che, forse, meglio non poteva essere pensata e sviluppata.

É arrivato il canale Telegram di Tech Princess con le migliori offerte della giornata. Iscriviti qui.

Giulia Garassino

Ingegnere Aerospaziale da sempre amante di videogiochi e tecnologia. Cresciuta con Crash Bandicoot, Spyro e Metal Slug. Competitiva sugli FPS, non si lascia scappare platform, hack & slash e GDR. Il mio titolo preferito? Nier Automata. Il gioco su cui ho speso più ore? Battlefield, che domande! Eppure, una grandissima fetta del mio cuore è occupata da Fable, amore di vecchia data. Dimenticavo, ho provato così tante tastiere che, ad occhi chiusi, potrei dirvi che switch montano!

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button