NewsTech

Huawei blocca i launcher di terze parti su Pie

Con l'aggiornamento a Pie il colosso blocca i launcher terzi in Cina

No, non è uno scherzo, ma è tutto vero. Come avrete letto dal titolo infatti, Huawei ha annunciato il blocco dei launcher di terze parti con l’aggiornamento di Android 9.0 Pie.

Vediamo insieme i dettagli di questa particolare vicenda.

Niente più launcher di terze parti dalla EMUI 9

Con l’arrivo della EMUI 9, basata sull’ultima versione del robottino verde, il colosso cinese ha annunciato questo blocco sia sui dispositivi Huawei che Honor. Tutto ciò è stato fatto, spiega un dirigente dell’azienda, per garantire fluidità e sicurezza sui loro devices.

Infatti molti launcher di terze parti, continua, portano all’installazione automatica di vari blotware e all’apparizione di pubblicità indesiderate, andando così a minare l’esperienza utente. Inoltre il colosso cinese starebbe cercando di combattere alcune pratiche di venditori cinesi di terze parti che, a quanto pare, installerebbero delle versioni false dell’EMUI.

Se tutto questo da un lato può sembrare positivo, dall’altro ha anche degli effetti negativi. Fra questi c’è l’andare contro alla possibilità di personalizzare il proprio dispositivo (punto di forza di Android), ma anche l’impossibilità di espandere le potenzialità, aggiungendo magari feature non presenti di default nella EMUI.

Fortunatamente, a tutto c’è una soluzione

Ci teniamo a rassicurare i lettori che, in tutto questo, ci sono anche delle buone notizie. La prima è che questo blocco per ora è limitato solo in Cina e, la seconda, è che XDA ha già trovato una possibile soluzione, la quale richiederà i permessi di ROOT – disponibile a questo link.

Purtroppo tale rimedio, per quanto sia positivo, ha degli effetti negativi. Il primo è che obbliga l’utente a ripetere l’operazione ogni qualvolta vorrà rimettere il launcher stock, e l’altra è la rimozione del multitasking orizzontale disponibile su Android 9.0 Pie.

Per il momento non abbiamo ulteriori notizie circa l’arrivo di tutto ciò anche in Europa, ma siamo sicuri che, viste le numerose lamentele, Huawei possa tornare sui suoi passi. E voi che ne pensate?

Fonte
Gizmochina
Tags

Mattia Pierelli

Digital Life: vivo di pane e tecnologia. Lavoro come blogger da più di 5 anni e aiuto tutti gli inesperti tech della mia zona!
Next Article
Close

Adblock Rilevato

Considera di supportarci disabilitando il tuo adblocker