fbpx

Mazda  è pronta a lanciare sul suo primo veicolo elettrico per il mercato di massa, ovvero il crossover compatto MX-30, che sarà in consegna la prossima estate in Europa. Subito salta all’occhio il pacco batteria relativamente piccolo da 35,5 chilowattora, che aiuta a contenere il peso complessivo a circa 1.700 kg. Ciò ha un effetto positivo sulla dinamica di guida, ma allo stesso tempo limita la sua autonomia a circa 200 km, meno dei concorrenti diretti come la Hyundai Kona. Queste cifre sono preliminari, poiché Mazda spera di completare l’omologazione europea entro marzo e di annunciare cifre ufficiali al debutto europeo della MX-30 al Salone dell’Auto di Ginevra. I prezzi dovrebbero partire da circa 35.000 euro.

Mazda MX-30A rischio sanzioni

La MX-30 è un veicolo fondamentale per Mazda in Europa, poiché la casa automobilistica giapponese rischia di pagare salate multe se non riesce a raggiungere l’obiettivo imposto dall’UE che a partire dal 2020 obbliga i produttori di auto a non superare i 95g/km di CO2 di media conteggiando tutti i modelli in venduti nel vecchio continente. “Dovremo vendere il maggior numero possibile di veicoli elettrici a batteria in modo da poter ridurre il nostro potenziale di fronte a una sanzione per le emissioni CO2”, ha dichiarato il presidente e CEO di Mazda Europe, Yasuhiro Aoyama. Il CEO ha infatti affermato che Mazda potrebbe subire sanzioni per le emissioni del 2020 perché la società ha appena iniziato la transizione verso l’elettrificazione, ma ha aggiunto che è troppo presto per prevedere se tale rischio si estenderà anche al 2021.

Una batteria ridimensionata

Mazda afferma di voler offrire l’MX-30 ai clienti urbani e suburbani che guidano in media dai 40 km a 70 km al giorno, il che significa che avrebbero bisogno di una ricarica completa ogni due o tre giorni. Tuttavia, non ci sono piani per montare una batteria più grande, anche se la planimetria può ospitare celle aggiuntive, Il pacco batterie MX-30 è costituito da 192 celle prismatiche agli ioni di litio fornite da Panasonic. Il motore elettrico che alimenta le ruote anteriori eroga 105 chilowatt, equivalenti a 143 CV. La coppia massima è di 265 nm.

MX-30Al contrario, per il 2021, Mazda ha in programma di aggiungere un piccolo motore rotativo a benzina come per estendere la gamma. Montato sul lato del motore elettrico, verrà utilizzato per ricaricare la batteria anziché alimentare direttamente le ruote. Mazda ha rifiutato di offrire maggiori dettagli tecnici sul motore.

MX-30 più sportivo del CX-30

L’MX-30 si basa sulle stesse basi del crossover compatto CX-30, ma la sua parte posteriore affusolata trasmette una sportività che vuole rendere omaggio ai modelli MX di Mazda, tra cui la coupé sportiva MX-5 e la convertibile.  MX-30 ha anche una linea del tetto più elegante rispetto alla CX-30 e due piccole porte ad apertura anteriore per i passeggeri posteriori, simili a quelle della vettura sportiva RX-8 ora fuori produzione.  Alcuni veicoli elettrici non hanno affatto una griglia tradizionale, ma l’MX-30 ne mantiene una sottile, “perché volevamo che sembrasse una Mazda, non una EV”, ha dichiarato Jo Stenuit, direttore del design di Mazda Europe. 


Condividi la tua reazione

Rabbia Rabbia
0
Rabbia
Confusione Confusione
0
Confusione
Felicità Felicità
0
Felicità
Amore Amore
0
Amore
Paura Paura
0
Paura
Tristezza Tristezza
0
Tristezza
Wow Wow
0
Wow
WTF WTF
0
WTF
Carlo Moiraghi

author-publish-post-icon