fbpx
Glenn-Maggie-TWD-migliori-storie-amore-Tech-Princess

Le migliori storie d’amore nelle serie tv
Quali sono le storie d'amore migliori che ci hanno accompagnato nel corso degli anni?


Quali sono le migliori storie d’amore nelle serie tv? L’amore, un classico intramontabile eppure non sempre è facile conquistare il cuore del pubblico. A volte non piace lui, a volte non piace lei oppure lei sta meglio con un altro.

Scegliere delle coppie non è stato facile vista la quantità di serie tv che guardo da quando ho scoperto questo emozionante mondo. Ce ne sono state tantissime, così tante che sarebbe impossibile elencarle – oppure impiegherei una settimana per farlo.

Non è stato facile ma è una decisione che ho dovuto prendere, per il bene dell’umanità. Alla fine ho seguito il mio cuore e scelto quelle coppie che mi hanno letteralmente fatta innamorare, con un semplice sguardo.

Attenzione: all’interno dell’articolo troverete spoiler relativi a ciascuna serie tv. Se non le avete viste, interrompete la lettura.

Migliori storie d’amore nelle serie tv: l’amore al tempo degli zombie

Maggie-Glenn-TWD-migliori-storie-amore-Tech-Princess

Iniziamo con una serie tv che poche volte ci ha parlato di amore ma quando l’ha fatto, è stata fenomenale. Stiamo parlando di The Walking Dead, più nello specifico nella coppia Glenn e Maggie.

Per quelli che ancora non lo sanno – spero di sbagliarmi – The Walking Dead è una serie tv che narra la storia di Rick Grimes, un vicesceriffo che va in coma dopo un incidente durante uno scontro a fuoco. Al suo risveglio, Rick si ritrova all’interno di un ospedale completamente distrutto e colmo di cadaveri.

Capirà presto che il virus di cui si parlava prima del suo incidente, è riuscito a distruggere le città trasformando i morti in morti-viventi: zombie. Rick e un gruppo di superstiti dovranno fare affidamento sulle loro abilità per sopravvivere ed evitare di farsi mordere – o uccidere dai vivi che si rivelano ancora più temibili degli zombie.

Con una serie che si presenta in questo modo, comprendo che è difficile provare ad immaginare la presenza di una storia d’amore. E invece quei simpatici produttori l’hanno fatto – dico simpatici perché, se avete visto tutte le stagioni, sapete come va a finire questa storia.

Glenn e Maggie. Si incontrano per caso, quando il gruppo del ragazzo capitanato da Rick va a vivere per un breve tempo nella fattoria di lei dopo uno spiacevole incidente. Gli sguardi c’erano, si intuivano e io ci speravo – da brava romanticona quale sono.

Poi è arrivato quel momento atteso. Glenn, esperto nelle ricerche, deve recarsi in città per recuperare dei medicinali e un test di gravidanza per la moglie di Rick e Maggie lo accompagna. I due si stuzzicano e alla fine finiscono per estraniarsi dall’apocalisse zombie che li circonda, per dedicarsi ad un momento di passione unico.

Ciò che ho sempre apprezzato in particolare è stata la dolcezza e il sincero interesse di Glenn nei confronti di Maggie. La donna all’inizio si mostra dura, fredda, vuole fare di testa sua e far vedere che non ha bisogno di nessuno. In realtà non è così e lentamente si lascerà andare, affidandosi al ragazzo.

Ne passeranno tante insieme tra litigi, incomprensioni, separazioni forzate e zombie ma riusciranno sempre a ricongiungersi. Ho trovato la loro storia sincera e per niente forzata. Di solito con uno scenario simile, è abbastanza semplice pensare che ci si “innamori forzatamente”, solo perché le circostanze ci obbligano a farlo.

Purtroppo le cose belle non durano molto, specialmente nelle serie tv. L’arrivo di Negan nella settima stagione peggiora la situazione generale del gruppo e a causa sua perderemo due volti importanti: Abraham e il povero Glenn.

Tra la disperazione dei compagni e le urla incessanti di Maggie, incinta del ragazzo che sfortunatamente non conoscerà mai il suo futuro figlio. Tutto sommato è sempre stata una storia abbastanza tormentata, con uno scenario simile insomma, è comprensibile.

Nonostante ciò sono sempre riusciti a trasmettere tanto amore e felicità, pur trovandosi all’interno di una sanguinosa apocalisse zombie.

Sex and the City e l’amore non convenzionale

Sex-and-the-City-migliori-storie-amore-Tech-Princess

Sex and the City è una serie cult, direi. Di fine anni ’90, ha conquistato il cuore di ogni donna tra storie d’amore intrecciate, sofferenza e passione per le scarpe. La serie segue le vicende sentimentali e la vita sessuale di Carrie Bradshaw, una giovane scrittrice freelance di New York e delle sue tre amiche del cuore: Samantha, quarantenne, Charlotte e Miranda, entrambe trentacinquenni.

La serie ci accompagna per sei stagioni durante il corso delle quali conosciamo meglio le protagoniste e viviamo in prima persona ogni loro minima esperienza – e credetemi che sono parecchie. Tutto sommato, alla fine, ognuna di loro troverà il vero amore. Anche Samantha, che ama se stessa e il sesso.

So benissimo cosa state pensando: Carrie e Mr. Big, la coppia del secolo. Quella coppia che ha impiegato sei stagioni e due dannati film per trovare il lieto fine perfetto, quella coppia che ci ha fatto sognare e piangere – specialmente quest’ultima. E invece no, ritengo che la migliore storia d’amore in Sex and the City sia quella tra Charlotte e Harry.

Migliori storie d’amore nelle serie tv: un amore non convenzionale

Analizziamo la situazione e vediamo perché. Ammetto che sarebbe interessante dire “perché lo dico io e basta” ma preferisco andare a fondo. Charlotte è sempre stata la romantica del gruppo, quella alla ricerca del grande amore. La donna fin dall’inizio ha sempre espresso con orgoglio questo suo lato, la voglia di innamorarsi perdutamente e di mettere su famiglia.

Crede che la sua vita possa essere completa con Trey, medico con il quale avrà un matrimonio perfetto – o meglio, solo una cerimonia perfetta. L’uomo è inizialmente afflitto da impotenza ma dopo aver risolto questo problema, i due si lasciano comunque.

Sia perché Trey non voleva avere figli, cosa che ha spezzato il cuore di Charlotte, sia perché nonostante fosse apparentemente perfetto, non era l’uomo giusto. La donna quindi deve divorziare e si affida a Harry, un ottimo avvocato esperto del settore. Dopo aver firmato le carte e messo a tacere la madre di Trey, Charlotte e Harry cominciano a frequentarsi per, come dire, benefici fisici.

Harry però non è l’uomo perfetto che Charlotte sperava di incontrare. Non è alto, né muscoloso o ricco fino al midollo. È calvo, con un po’ di pancetta e qualche pelo di troppo sulla schiena eppure la fa ridere. Riesce a farla sentire sé stessa e la ama intensamente, proprio come lei sperava fin da quando era piccola.

Nonostante la paura e piccole incomprensioni, il loro amore trionferà. Dopo un matrimonio che è stato tutto fuorché perfetto, l’adozione della piccola Lily e la nascita improvvisa di Rose, la loro storia rimane la più intensa e completa della serie. Va oltre ogni schema prefissato all’inizio di Sex and the City.

L’amore non deve essere perfetto agli occhi degli altri, ma solo ai nostri. Deve essere sincero, puro e genuino: il loro lo è ed è sempre un piacere parlarne.

Amori proibiti: Buffy l’Ammazzavampiri e Streghe

Buffy-migliori-storie-amore-Tech-Princess

Non potevano mancare amori proibiti, quelli che in qualche modo ci catturano l’anima. Il mondo dice no, il destino – e noi – diciamo sì. Non me ne vogliate, perché ho adorato tantissimo Spike e il suo amore nei confronti di Buffy ma per me la coppia vincente è Buffy-Angel.

Buffy l’ammazzavampiri è una famosa serie tv degli anni ’90 che ha come protagonista Buffy Summers, una giovane ragazza che di giorno frequenta il liceo nella piccola cittadina di Sunnydale e, di notte, diventa cacciatrice di vampiri, demoni e forze del male. Insieme ai suoi amici, che la sostengono e aiutano in questa lotta, la ragazza ha il compito di proteggere la città dalle forze oscure che ogni giorno tentano di impossessarsi di Sunnydale.

Potrebbe sembrare banale far innamorare la protagonista del suo acerrimo nemico, un vampiro. Eppure funziona così tremendamente bene che mi batte il cuore al solo pensiero. Ritengo che quella tra Buffy ed Angel, e la prossima coppia di cui vi parlerò, sono nel mio scenario le più sofferte e dolorose coppie presenti nelle serie tv.

La loro è stata una storia travagliata, fin dall’inizio. In fin dei conti stiamo parlando di un vampiro ed una cacciatrice, appunto, di vampiri. Cosa potrebbe andare storto, a parte ogni cosa? Sono uniti da un legame particolare, si attraggono come calamite e un intenso velo di passione li avvolge, anche se è meglio non dare spago a questa passione.

Angel infatti venne maledetto dalla famiglia di una ragazza che aveva ucciso. Essa, per vendicarsi, gli restituì la sua anima in modo che il vampiro potesse soffrire giorno dopo giorno per tutti i suoi peccati, per l’eternità. Durante una notte di passione con l’ammazzavampiri, tanto per non farci mancare nulla, Angel prova per la prima volta un attimo di felicità assoluta.

Questo ha più lati negativi che positivi: il vampiro infatti spezza l’incantesimo, perde nuovamente la sua anima e torna ad essere la creatura orribile ed assetata di sangue di un tempo. Questo evento ha spezzato il cuore della povera Buffy, incredula di ciò che un momento simile fosse riuscito a provocare.

Oltre a questo burrascoso evento, che di certo ce ne ha fatte passare di cotte e di crude, la cosa più dolorosa è la dipartita di Angel alla fine della terza stagione. Il vampiro non muore – forse sarebbe stato meglio, in fin dei conti si trattava di forze superiori – semplicemente se ne va. Sa di non poter rendere felice Buffy e, per il suo bene, abbandona Sunnydale. Questa consapevolezza è reale e fa male.

L’amore che provano l’uno verso l’altra è qualcosa di unico e pieno di passione. Nonostante molte persone ritengano che la storia di Buffy con Spike sia più passionale e matura, io ho adorato Buffy e Angel. In fin dei conti è stato il suo primo amore, il più intenso ma anche il più doloroso.

E quando si scorda un amore simile.

Migliori storie d’amore nelle serie tv: Streghe, sulla scia dell’amore proibito

Phoebe-Cole-migliori-storie-amore-serie-tv-Tech-Princess

C’è una cosa che ho sempre adorato nelle serie tv o anche nei film: la capacità dei produttori di scegliere la coppia perfetta. Di prendere due attori e di unirli, rendendoli protagonisti di avventure e storie d’amore uniche. Non sempre funziona, poi dipende anche dai gusti, ma Cole e Phoebe di Streghe rappresentano il Santo Graal delle coppie.

A noi piace farci del male ed è per questo motivo che la coppia ci ha risucchiato l’anima, letteralmente direi.

Streghe è una serie tv che segue le avventure delle sorelle Prue, Piper e Phoebe Halliwell che scoprono di essere delle streghe moderne. Le giovani sono molto forti poiché sono predestinate ad essere le tre più potenti della storia: se prese singolarmente sono più deboli, ma grazie al Potere del Trio, superano qualsiasi ostacolo.

Come per Buffy, ero piccolina quando vidi queste serie tv insieme a mia madre ma ricordo perfettamente quanto queste storie mi avessero emozionata. In seguito ho avuto modo di rivederle entrambe ma il responso era sempre quello: ho adorato quelle storie? . Mi hanno strappato di nuovo il cuore? Oh, sì.

Lo scopo delle streghe è quello di combattere creature soprannaturali ma soprattutto demoni. Indovinate un po’? Cole è un demone e Phoebe è la più eccentrica e dolce tra le tre sorelle. Cole non compare subito, ma solo dalla terza stagione in poi. È un demone di livello superiore ed è l’unico a possedere un’anima poiché figlio di un mortale e un demone.

Il suo compito è quello di uccidere una volta per tutte le tre sorelle ma il Potere del Trio è più forte – e quello di Phoebe ancora di più. Il demone si innamora della strega e, ovviamente, sarà ricambiato, portandoci al centro di un vortice doloroso ma davvero intenso. Gli alti e i bassi – specialmente questi – si sprecano nel corso delle stagioni ma alla fine riescono ad avere un momento di pace.

Certo, non dura poi così tanto eh.

Nonostante il demone abbia un’anima e abbia mostrato più volte di possedere un lato umano, quello demoniaco è sempre pronto a prendere il sopravvento. Gli eventi che si susseguono sono tanti, complicati e più volte abbiamo pianto.

Alla fine i due finiranno per separarsi. Cole si troverà nel vuoto cosmico, tra la vita e la morte, ma rimarrà per sempre il vero amore di Phoebe.

Migliori storie d’amore nelle serie tv: a suon di musica con Glee

Storie-amore-serie-Tech-Princess

Giugno è il mese del Pride e mi sembrava doveroso concludere questo articolo con una delle coppie LGBT che ha conquistato lo schermo. Nel corso degli anni molte serie tv, in un modo o nell’altro, hanno affrontato l’argomento (ad esempio Tara e Willow in Buffy, Martino e Niccolò in Skam Italia etc.)

Mettere però in scena una coppia omosessuale non è sempre facile, ma Kurt e Blaine di Glee sono una delle coppie più riuscite.

Glee è una serie tv musicale che segue le vicende di un gruppo di liceali alle prese con problemi adolescenziali e sociali. Il professore di spagnolo Will Schuester, decide di riportare agli albori il famoso Glee Club, il gruppo di canto e ballo della scuola. Questa attività extrascolastica, però, non è ben vista dalla maggior parte degli studenti.

Schuester però non si arrende e riesce a trovare alcuni ragazzi pieni di talento, ognuno diverso dall’altro e unico. Il Glee Club torna così alla ribalta, permettendo ai giovani di sognare, esprimersi con il canto e il ballo e anche gareggiare contro altre scuole.

Una delle caratteristiche principali che ha permesso a Glee di spiccare rispetto ad altre serie, oltre all’elemento musicale, è la naturalezza con la quale ha affrontato temi come l’omosessualità. Ci sono occasioni in cui queste persone vengono rappresentate in modo eccentrico, fuori dagli schemi. In Glee non è così, tutto viene trattato con semplicità e naturalezza come dovrebbe essere.

Kurt è un ragazzo timido e che subisce numerosi atti di bullismo da parte di un ragazzo a causa, appunto, della sua omosessualità e del fatto che faccia parte del Glee Club. In seguito il ragazzo prenderà in considerazione l’idea di cambiare scuola ed è qui che incontrerà l’amore della sua vita: Blaine Anderson.

Tra i due si respira subito un particolare feeling, anche se il nostro Blaine all’inizio farà una serenata d’amore ad un altro. Nel corso degli episodi, questo legame crescerà sempre di più e sulle note di una canzone, il ragazzo si renderà conto di provare qualcosa per Kurt.

Per Kurt invece è stato amore a prima vista. Il modo in cui Blaine lo ha guardato, lo ha difeso e lo ha fatto sentire subito accettato, gli hanno permesso di provare fin da subito qualcosa di forte per il ragazzo. Ovviamente però se non ci sono un po’ di turbolenze, il nostro viaggio non è divertente vero?

Turbolenze, alti, bassi e poi il “vissero per sempre felici e contenti”

Impiegheremo un bel po’ di stagioni prima di poter dire “vissero per sempre felici e contenti”. Ci sarà il trasferimento di Kurt a New York, per frequentare il college mentre Blaine dovrà terminare l’ultimo anno di liceo e quindi la distanza. Ci sarà il tradimento da parte di Blaine, durante questa distanza, che spezzerà il cuore di Kurt e il nostro.

La sofferenza non manca, questo è certo: però come dice Jimmy Fontana.

L’amore non è bello se non è litigarello

Personalmente non sono molto d’accordo con questo detto per la vita reale, ma per le serie tv la maggior parte delle volte è la carta vincente, quindi va bene così. La storia tra Kurt e Blaine sarà molto meno tormentata rispetto alle precedenti perché i due, fortunatamente, riusciranno ad ottenere il loro finale fiabesco.

Ho apprezzato davvero molto la semplicità con cui Blaine si innamora, lentamente, di Kurt. Non sempre l’amore deve essere un colpo di fulmine. A volte quello improvviso, che ci coglie quando meno ce lo aspettiamo e che cresce piano piano, è forse il migliore e il più intenso.

Passano un paio di mesi e improvvisamente ci rendiamo conto di provare qualcosa per quella persona che, in fin dei conti, c’è sempre stata vicina. Strano, assurdo ma poetico e reale. Questo mi ha trasmesso la storia tra i due, nonostante gli alti e i bassi, le incomprensioni e i momenti difficili, ce l’hanno fatta. Hanno distrutto ogni barriera e sono riusciti ad amarsi alla luce del sole, come dovrebbe essere per tutti.

Queste sono, per noi, le migliori storie d’amore nelle serie tv. Ovviamente ce ne sono tante, troppe ma una cosa è certa: ognuna di esse è speciale e ha conquistato un posto nel nostro cuore.

 


Veronica Ronnie Lorenzini

author-publish-post-icon
Videogiochi, serie tv ad ogni ora del giorno, film e una tazza di thé caldo: ripetere, se necessario.
                   










 
Sì, iscrivimi alla newsletter!
close-link