fbpx
Nioh-2-DLC-recensione-Tech-Princess

La recensione della prima espansione di Nioh 2, il Discepolo di Tengu
Scopriamo insieme la prima delle tre espansioni disponibili per il gioco


Il 13 marzo 2020 è stato pubblicato il gioco di ruolo d’azione di Koei Tecmo, Nioh 2: nelle ultime calde e afose settimane, è stato invece reso disponibile il primo DLC del titolo e questa è la nostra recensione.  Si tratta della prima delle tre espansioni disponibili nel “pacchetto” del gioco.

La prima di cui parleremo si intitola il Discepolo di Tengu.

Nioh 2 DLC recensione: le dieci missioni

Il pacchetto offerto da Koei Tecmo è caratterizzato da tre DLC che saranno pubblicati nel corso dei mesi. Il pacchetto completo ci offre una nuova e inedita storia, caratterizzata da personaggi e ambientazioni totalmente differenti rispetto a quelle a cui siamo abituati.

Qualche settimana fa abbiamo avuto modo di provare il primo, intitolato Il Discepolo di Tengu.

All’interno di questo DLC veniamo catapultati negli ultimi anni del periodo Heian, circa quattro secoli prima rispetto alla campagna principale che abbiamo affrontato con onore in Nioh 2. Qui vestiamo i panni di Minamoto no Yoshitsune, un importante guerriero di quel tempo.

La leggenda narra che Minamoto fosse esperto nell’arte della spada e che il signore dei Tengu lo avesse addestrato al meglio. Dopo esserci ritrovati in un santuario, veniamo spediti indietro nel tempo in una regione nuova e lontana.

Il Discepolo di Tengu è composto da dieci missioni, due principali e otto secondarie. Ciascuna missione risulta ampia e ben organizzata, in particolare le principali, e abbiamo modo di esplorare bene l’ambiente. Inoltre sul nostro cammino incontriamo numerosi nemici che ci danno del filo da torcere e non sempre risulta semplice liberarci di loro.

Le missioni secondarie invece, per quanto siano state realizzate molto bene, a tratti risultano già viste, già fatte e piuttosto comuni. Sembra quasi di ripetere la stessa missione più di una volta e questo fattore, a lungo andare, può risultare abbastanza fastidioso.

Per quanto riguarda i nemici, anche in questo DLC rappresentano uno dei punti a favore del titolo. Caratterizzati da un ottimo design e una grafica davvero realistica, i nemici sono tosti e duri a morire. Le boss fight sono molto più complicate di quelle che abbiamo affrontato in Nioh 2 e questo può avere due risvolti differenti: può piacere, perché offre una scarica di adrenalina davvero unica e mette alla prova il giocatore.

Può anche, però, non piacere. Il livello di difficoltà di alcune boss fight è piuttosto alto e coloro che odiano morire dieci volte nell’arco di dieci secondi, tipo me, potrebbero stufarsi dopo un po’ e sentirsi frustrati. Dipende molto dal vostro punto di vista e dal tipo di giocatore che siete. A mio fratello, tanto per fare un esempio, queste boss fight sono piaciute immensamente.

Ero in grado di vedere i suoi occhi luccicare ogni volta che si trovava davanti ad un mostro. Una cosa però è certa: che vi piacciano o no, le battaglie contro i boss sono memorabili e uniche nel loro genere. L’unico punto a sfavore è che non offrono nulla di nuovo al DLC, a parte la difficoltà.

Il mio però è un caso a parte: non sono così ferrata con i souls-like (giochi action caratterizzati da elementi GDR avanzati) e a volte faccio abbastanza pena. Questo però non mi ha impedito di affrontare questa importante sfida ed essere uccisa ripetutamente, dietro le risate di mio fratello.

Difficoltà e armi: piccole aggiunte

Nioh-2-Discepolo-Tengu-Tech-Princess

Un’interessante aggiunta, che potrebbe essere particolarmente amata dai veterani della saga, è il nuovo livello di difficoltà: Sogno del Demone. Questo livello, oltre a offrire la possibilità di ripercorrere i vecchi livelli in modo più impegnativo, è caratterizzato da versioni alternative e più forti dei nemici. Sì, avete capito: ancora più forti del previsto. Cioè, tanto più forti.

Non solo sono forti ma sono in grado di resistere a una lunga e intensa catena di attacchi e di contrattaccare a loro volta, in modo abbastanza pesante. Se riuscite però a completare le sfide a questo livello di difficoltà, sarete in grado di sbloccare equipaggiamenti di alto livello che vi saranno utili contro i boss più ostinati.

Un altro elemento che potrebbe invece fare molto piacere sia ai fan dei souls-like che ai novellini come me, è la sezione armi e armature. Oltre a poter modificare a proprio piacimento le armature e personalizzarle, in questo DLC vediamo l’aggiunta di una nuova classe, il Bō.

Si tratta di una nuova arma, ovvero un bastone il cui utilizzo si basa principalmente sulla magia. Ogni attacco lanciato con il Bō offre due differenti versioni di potenza, a seconda del tasto che si utilizza per sferrare l’attacco. Si tratta di un’arma molto interessante che offre al giocatore un bel po’ di divertimento.

Un altro elemento interessante di questa arma è che riesce ad infliggere parecchi danni ed è possibile personalizzarla grazie all’utilizzo di abilità elementali che possiamo utilizzare in modo semplice ed efficace. Personalmente ho apprezzato molto la presenza di questa arma e mi sono anche divertita molto.

Offerta
Nioh 2 - PlayStation 4
  • Una storia inedita dai toni oscuri ambientata in un Giappone feudale
  • Sistema di gioco e combattimento rinnovato con l’introduzione dello Yokai Shift per una varietà di nuove abilità e...
  • Nuovo sistema di gameplay e personalizzazione dei personaggi

Nioh 2 DLC recensione: in conclusione

Nioh-2-DLC-Tech-Princess

Le aggiunte a questo gioco sono interessanti, offrono un bel po’ di divertimento al giocatore ma sono poche e alla fine dei giochi, non sono così rivoluzionarie. Nonostante questo, il DLC risulta comunque godibile e piacevole da provare, specialmente perché si mantiene sulla stessa lunghezza d’onda di Nioh 2.

Di sicuro i fan della saga lo apprezzeranno molto, poiché offre loro qualche ora extra di divertimento e gli permetterà di mettersi alla prova contro boss davvero tosti e potenti. Per i novellini come me, è stato più una botta tra capo e collo perché, lo ammetto, mi sono trovata abbastanza in difficoltà.

Ovviamente non mio fratello, vi pare? Lui si è divertito come un bambino. In ogni caso di presenta come un ottimo prodotto, in grado di soddisfare la maggior parte del pubblico e far divertire anche quelli meno esperti: sì okay, mi avranno uccisa una ventina di volte ma alla fine, è stata una bella esperienza.

Nioh 2 - Il Discepolo di Tengu

Pro Pros Icon
  • Aggiunta di armi interessanti
  • Boss fight adrenaliniche
  • Nuovo livello difficoltà
Contro Cons Icon
  • Poche aggiunte
  • Missioni secondarie monotone

Veronica Ronnie Lorenzini

author-publish-post-icon
Videogiochi, serie tv ad ogni ora del giorno, film e una tazza di thé caldo: ripetere, se necessario.
                   










 
Sì, iscrivimi alla newsletter!
close-link