fbpx
NewsTech

Nuovo crollo del 10% per Bitcoin: parlano gli esperti

Altro giro di giostra per le montagne russe delle criptovalute. Bitcoin ha infatti fatto registrare un nuovo crollo del 10%. Ecco cosa ne pensano i maggiori esperti globali.

Bitcoin: nuovo crollo del 10%

La notizia di un nuovo crollo di Bitcoin arriva dalla CNBC, che fa sapere che la criptovaluta ha subito proprio ieri un un calo del 10%. Tuttavia il down riguarda l’intero mercato crypto, come ci confermano i dati di Coin Metrics. Difatti anche ethereum è in calo di 8,5%. Per quanto riguarda i titoli abbiamo una perdita anche per Coinbase e Microstrategy (rispettivamente 3,5 e 4%). Una discesa che coinvolge anche i titoli mining come Riot Blockchain (6%) e Marathon Digital (5%). Un crollo che arriva proprio dopo un grande successo di cui vi avevamo parlato ieri: Bitcoin si era appena affermato come investimento più redditizio del decennio.

Leah Wald, CEO di Valkyrie Investments, ha addotto questa motivazione al declino del mercato:

“Si tratta di un modello ben consolidato che continua a ripetersi. I trader incassano i loro asset con margini di rischio più alti oppure restano in disparte finchè le acque non si calmano. In questo modo riescono a capitalizzare per coprire le richieste di margine.”

Anche Jim Paulsen, chief investment strategist del Leuthold Group, ha analizzato il problema. Egli afferma che, sebbene il Bitcoin tenda a scendere insieme ad altri assets, ciò non significa che il suo crollo abbia alcuna correlazione con altri mercati .

“Bitcoin è un asset molto diversificante rispetto alla maggior parte delle azioni in portafoglio. C’è differenza tra rifugio sicuro e diversificazione”.

Paulsen ha aggiunto che uno dei problemi riguarda la categorizzazione del Bitcoin. Egli ritiene che considerarlo una valuta sia un grande errore. Le Paulsen le valute sono considerate un investimento sicuro, ma le criptovalute sono ben altro.

“Poiché viene considerata una valuta, è considerato un rifugio sicuro. Dopotutto il dollaro è da sempre considerato un rifugio sicuro. Ma quando parliamo di Bitcoin parliamo di un sistema diverso. È un metodo di scambio, non una valuta”.

Tom Lee di Fundstrat ritiene che il sell-off sia legato alle diverse abitudini degli investitori in epoca Covid.

“Non credo che il declino di bitcoin oggi sia un dato inquietante. Questo evidenzia solo che le persone apprezzano di più la liquidità rispetto ad un investimento a medio termine.”

Attualmente la criptovaluta è al di sotto della sua media mobile a 50 giorni di $ 46.514. Analisti e trader generalmente utilizzano questo parametro per fare proiezioni sul medio termine. Secondo Katie Stockton, managing partner di Fairlead Strategies, gli investitori dovrebbero “aspettare fino alla chiusura di domani per decidere se ridurre l’esposizione e gestire il rischio di un pullback più prolungato”

Il declino delle criptovalute arriva anche con l’intensificarsi dell’incertezza sulla regolamentazione delle stablecoin. Secondo il New York Times il Financial Stability Oversight Council potrebbe designarli come sistemicamente rischiosi. Ciò potrebbe avere conseguenze importanti in termini di regolamentazione.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button