!function(f,b,e,v,n,t,s){if(f.fbq)return;n=f.fbq=function(){n.callMethod? n.callMethod.apply(n,arguments):n.queue.push(arguments)};if(!f._fbq)f._fbq=n; n.push=n;n.loaded=!0;n.version='2.0';n.queue=[];t=b.createElement(e);t.async=!0; t.src=v;s=b.getElementsByTagName(e)[0];s.parentNode.insertBefore(t,s)}(window, document,'script','https://connect.facebook.net/en_US/fbevents.js');

OnePlus 3 e 3T: disponibile l’aggiornamento ad Android Oreo beta

A partire da ieri sera, l’aggiornamento ad Android Oreo è disponibile per OnePlus 3 e 3T. Ovviamente, si tratta della prima beta pubblica ed è pertanto riservata ai soli utenti iscritti al programma dedicato ai tester. Android Oreo sbarca su OnePlus 3 e 3T in versione beta Il rollout dell’aggiornamento relativo al tanto atteso Android […]


A partire da ieri sera, l'aggiornamento ad Android Oreo è disponibile per OnePlus 3 e 3T. Ovviamente, si tratta della prima beta pubblica ed è pertanto riservata ai soli utenti iscritti al programma dedicato ai tester.

Android Oreo sbarca su OnePlus 3 e 3T in versione beta

Il rollout dell'aggiornamento relativo al tanto atteso Android Oreo è arrivato sui dispositivi abilitati con la build 16 di Oxygen OS, celeberrima ROM che accompagna tutti gli smartphone OnePlus. Disponibile per il download già dalla serata del 14 ottobre, il peso dell'update è di circa 870MB.

Come anticipato, non tutti i possessori di OnePlus 3 e 3T possono vedere in anteprima il nuovo sistema operativo sul loro device. È infatti necessario aver effettuato l'iscrizione al programma di beta tester. La build non è che una beta e lo scopo della distribuzione è quello di rilevare i malfunzionamenti (bug, lag, battery drain, incompatibilità, ecc.) del sistema operativo. Infatti, i primi problemi sono già stati segnalati.

Sembra che OnePlus 3 e 3T, equipaggiati con Oxygen OS versione 16, abbiano diversi malfunzionamenti:

  • NFC e Bluetooth instabili;
  • Lettore d'impronte digitali impreciso;
  • Incompatibilità con un numero di applicazioni di terze parti non ancora specificato;
  • Bug in Google Photo.

Come anticipato, tutto nella norma. Si tratta della primissima beta di un nuovo sistema operativo. C'è da ricordare che Oxygen OS non è una ROM stock, ma personalizzata. Di conseguenza, sul Android Oreo "puro" vengono aggiunte l'interfaccia utente proprietaria e le diverse feature aggiuntive.

OnePlus ha dichiarato di aver in programma un nuovo aggiornamento, che dovrebbe risolvere alcune delle problematiche rilevate, già la prossima settimana.


Carla Stea

                   










 
Sì, iscrivimi alla newsletter!
close-link