FeaturedRecensioniTech

Samsung Galaxy Note 9: recensione del super smartphone con pennino

Abbiamo provato a lungo Samsung Galaxy Note 9, l’ultimo flaghship phone targato Samsung che – grazie al suo pennino – è riuscito a stregare tantissime persone. Se volete sapere come va questo phablet, vi consigliamo di guardare la nostra video recensione che trovare in apertura di questo articolo.

Samsung Galaxy Note 9: le caratteristiche tecniche

Iniziamo naturalmente con un piccolo ripasso delle specifiche tecniche di questo Galaxy Note 9.

Dimensioni: 161.9 x 76.4 x 8.8mm;
Peso: 201 g;
Display: 6,4″ Super AMOLED con risoluzione Quad HD+ (2960 x 1440);
CPU: Qualcomm Snapdragon 945;
RAM: 6/8 GB;
Memoria: 128/512 GB – espandibile tramite micro SD fino a 512 GB;
Rete: 4G LTE;
Connettività: 802.11 a/b/g/n/ac, Bluetooth 5.0, USB Type-C, NFC, GPS;
SIM: dual SIM ibrida (SIM + MicroSD oppure SIM + SIM);
Batteria: 4000 mAh con fast charging e possibilità di ricarica wireless;
Fotocamera posteriore: sensore grandangolare da 12 MP con apertura F/1.5 – F2.4 + teleobiettivo da 12 MP con apertura F/2.4, entrambe con stabilizzatore ottico e zoom ottico 2x e zoom digitale 10x;
Fotocamera anteriore: 8 MP con apertura F/17;
Video: 4K @60 fps;
Certificazione: IP68, resistente a polvere e acqua;
Sensoristica: Accelerometro, barometro, sensore per l’impronta digitale, sensore geomegnetico, cardio frequenzimetro, sensore di prossimità, scanner per l’iride;
Sistema operativo: Android 8.1 Oreo;

Design non originale ma funzionale

Il design di questo Samsung Galaxy Note 9 non è particolarmente innovativo. Si discosta di poco da quello di Galaxy S9 offrendo delle forme un po’ più squadrate e una diversa disposizione del gruppo ottico.
Il display Super AMOLED permette di vedere il display in qualsiasi condizione di luce, anche sotto al sole, e fortunatamente non è dotato di notch. Ormai da tempo Samsung ha deciso di non implementare la tacca nei suoi display. Scelta stilistica apprezzabile che dimostra come il colosso coreano non abbia la foga di seguire le mode.

Performance da urlo, batteria un po’ meno

Come ormai ci si aspetta da qualsiasi smartphone top di gamma del 2018, le performance sono eccellenti, non ci sono rallentamenti anche con decine e decine di applicazioni aperte in background. La fluidità quindi è garantita.
La batteria da 4000 mAh – che doveva essere il vero punto forte di questo Samsung Galaxy Note 9 – invece zoppica un pochino. Vi permette di arrivare a fine giornata con un uso non molto intenso. Peccato che lo smartphone con pennino targato Samsung sia nato per il mondo del lavoro quindi – sulla carta ma anche nella realtà – dovrebbe permettere di arrivare a fine giornata con un uso molto intenso. E invece niente. Peccato.

S-Pen: mai più senza

La peculiarità e il vero punto di forza di questo Samsung Galaxy Note 9 è il pennino S-Pen, rinnovato nelle funzionalità e nelle caratteristiche. Ora infatti è dotato di bluetooth a basso consumo energetico che consente di utilizzare S-Pen come un telecomando: potrete così mettere in pausa la musica, scattarvi un selfie e via discorrendo, semplicemente premendo il pulsante posizionato sul corpo.
Troverete le funzionalità di S-Pen particolarmente comode, sia nel normale uso sia nelle operazioni che richiedono più precisione come ad esempio l’editing delle foto. Insomma, il pennino di questo Galaxy Note 9 è terribilmente versatile e finirete per usarlo sempre, in ogni occasione. Garantito.

Doppia fotocamera top

La doppia fotocamera di questo Note 9 (con sensore grandangolare da 12 MP con apertura F/1.5 – F2.4 + teleobiettivo da 12 MP con apertura F/2.4, entrambe con stabilizzatore ottico e zoom ottico 2x e zoom digitale 10x) è capace di performance davvero eccellenti.

Ecco qui qualche scatto in condizioni ottimali di luminosità, alcune al buio e altre scattate con l’asulio dello zoom ottico 2x.

Partiamo subito con degli scatti diurni. Come potete vedere la fotocamera non soffre minimamente ed è in grado di catturare degli scatti di tutto rispetto.

Ne ho approfittato del sedere di questo rinoceronte dello Zoo di Berlino per mostrarvi le performance dello zoom ottico 2x.
Come potete vedere la definizione non viene persa per strada e permette di avere comunque degli ottimi scatti.

Senza Zoom
Con Zoom ottimo 2x

Per quanto riguarda la scarsa condizione di luminosità e le foto in notturna, le performance non sono superbe ma in ogni caso degne di nota. Non so cosa sia accaduto a questi gamberi, fatto sta che la stabilizzazione ottica in questo caso non ha funzionato alla perfezione. 

Per quanto riguarda invece gli scatti in notturna, come potete vedere, le parti più scure sono quasi totalmente prive di rumore (quella fastidiosa grana che compare nelle foto al buio). La definizione a volte si perdere però la resa generale degli scatti è davvero ottima. 

Nulla da dire invece sulla fotocamera frontale che dona un’ottima definizione, peccato per i soggetti 🙂

Samsung Galaxy Note 9: promosso a pieni voti

Nonostante non apporti delle novità sostanziali, Samsung Galaxy Note 9 è uno smartphone dall’alta affidabilità, soprattutto per coloro che con questo dispositivo intendono lavorarci. Display grande e luminoso, pennino ottimamente implementato nelle funzioni dello smartphone e un comparto fotografico dalle alte prestazioni.
Insomma, se avete un vecchio smartphone della famiglia Note e volete aggiornarvi, questo Note 9 farà al caso vostro. Se invece avete un Galaxy S9+ che funziona ancora bene, tenete quello perché le differenze tra i due giustificano una spesa così importante.

Preparatevi a mettere mano al portafogli perché questo Note 9 chiederà uno sforzo economico importante: 1000 euro per uno smartphone sono parecchi. Ragionate bene prima di procedere all’acquisto.

Tags

Fjona Cakalli

Amo la tecnologia, adoro guidare auto/camion/trattori, non lasciatemi senza videogiochi e libri. Volete rendermi felice? Mandatemi del cibo :)
Next Article
Close

Adblock Rilevato

Considera di supportarci disabilitando il tuo adblocker