fbpx
smart home

Smart Home, un mercato destinato a raggiungere i 130 miliardi di euro

Quello delle smart home è un mercato globale in rapida crescita, a giudicare dai numeri totalizzati in questo settore nel 2017. Il volume d’affari generato dai servizi di domotica ammonta così a ben 71 miliardi di euro, segnando un importante incremento del 16% rispetto all’anno precedente. È quanto rivelato da Strategy Analytics, che ha inoltre […]


Quello delle smart home è un mercato globale in rapida crescita, a giudicare dai numeri totalizzati in questo settore nel 2017. Il volume d'affari generato dai servizi di domotica ammonta così a ben 71 miliardi di euro, segnando un importante incremento del 16% rispetto all'anno precedente. È quanto rivelato da Strategy Analytics, che ha inoltre previsto il raggiungimento dei 130 miliardi entro il 2023.

La società ha quindi pubblicato un interessante rapporto sulle nuove offerte proposte dalle più grandi aziende in ambito elettronico, analizzando le principali tendenze diffuse in Nord America, in Europa e in Asia. Ecco cosa è emerso dallo studio.

Smart Home: un settore "in piena evoluzione"

smart speaker google home amazon echo apple homepod smart home domotica

Stando alla ricerca di Strategy Analytics, sono state le più recenti proposte di Amazon, Google e Samsung ad aver influito positivamente sull'acquisizione di soluzioni per la casa intelligente, e non solo in Nord America. Questa tendenza è stata rilevata anche nell'Europa Centrale, dove gli smart speaker spiccano tra i prodotti più venduti nei negozi – ci riferiamo naturalmente ai device delle famiglie Google Home e Amazon Echo.

In particolare, nel Vecchio Continente la domanda del mercato è fortemente stimolata da società quali Centrica (Gran Bretagna) con Hive, Eneco con Toon (Paesi Bassi) e eQ-3 e Deutsche Telekom con la loro offerta Magenta Home.

Per quanto riguarda la regione Asia-Pacifico i protagonisti rispondono ai nomi di Xiaomi (Cina), LG (Corea del Sud), Panasonic e iTSCOM (Giappone); in Australia il mercato della domotica è invece guidato da Origin e Telstra.

Ad approfondire il tutto ci pensa l'esperto Bill Ablondi di Strategy Analytics:

"Il settore è in piena evoluzione. La consapevolezza dei consumatori cresce, i prezzi calano e la tecnologia diventa man mano più intuitiva. Tuttavia, c’è ancora troppa frammentazione, una situazione che da un lato spinge le aziende a contendersi i fruitori di soluzioni per l’automazione domestica e dall’altro non consente di prevedere chi tra i produttori riuscirà ad affermarsi e a crescere stabilmente su questo mercato".

Secondo la visione di Strategy Analytics, le 'case intelligenti' del futuro dovranno essere in grado di ospitare anche dispositivi per la sicurezza, per il risparmio e il comfort domestico, device gestibili centralmente e monitorabili via internet da un'unica piattaforma. Non va ignorata, inoltre, la crescita del numero di dispositivi basati sullo standard wireless ultra-low energy (ULE), il quale ha recentemente accolto il nuovo protocollo HAN FUN.


Pasquale Fusco

author-publish-post-icon
A metà strada tra un nerd e un geek, appassionato di videogiochi, cinema, serie TV e hi-tech. Scrivo di questo e molto altro ancora, cercando di dare un senso alla mia laurea in Scienze della Comunicazione e alla mia collezione di Funko Pop.
                   










 
Sì, iscrivimi alla newsletter!
close-link