fbpx
News

Sony vuole rendere Roma una smart city, si punta ad efficienza e sicurezza

Sony vuole rendere Roma una smart city, si punta ad efficienza del traffico e sicurezza dei pedoni

Sony sta lavorando ad un progetto di sperimentazione di smart city a Roma. L’obiettivo è ridurre il traffico, ottimizzare i trasporti pubblici e migliorare la sicurezza dei pedoni tramite sensori intelligenti. Il sensore d’immagine IMX500 di Sony ha un ruolo da protagonista in questa collaborazione.

Sony punta Roma per renderla intelligente

La divisione europea di Sony ha avviato tre sperimentazioni a Roma in collaborazione con le aziende Citelum ed Envision. I sensori IMX500, basati su intelligenza artificiale, hanno come obiettivo quello di ridurre gli incidenti nei pressi degli attraversamenti pedonali e ottimizzare il traffico.

I sensori permettono di monitorare in tempo reale dati utili allo scopo. Le immagini non vengono né salvate né trasmesse, in modo da rispettare la privacy dei cittadini. Ciò riduce quindi la larghezza della banda necessaria per la trasmissione dei dati, appoggiandosi anche a reti preesistenti. Ciò comporta un netto abbattimento dei costi.

Pensiline smart

I sensori monitorano il numero di persone in attesa alla fermata e quelle che salgono o scendono dall’autobus. Una piattaforma software li aggrega e permette agli addetti di ottimizzare i programmi di trasporto. In questo modo non solo si migliora il traffico nel complesso, ma anche l’esperienza dei passeggeri.

Attraversamenti pedonali più sicuri

L’obiettivo è installare dei segnalatori nei punti sensibili, rilevando la posizione di pedoni e guidatori per poi inviare un segnale luminoso a questi ultimi. In questo senso, uno dei parametri chiave che i sensori andranno a monitorare è la distanza media tra pedoni e veicoli. Si analizzeranno così gli attraversamenti più pericolosi per evitare futuri incidenti.

traffico roma attraversamento pedoni

Parcheggi smart secondo Sony

La rete di sensori individua i posti liberi in cui è possibile parcheggiare. Invia una notifica sullo smartphone in tempo reale, così da evitare che i guidatori girino in tondo o senza sapere precisamente dove potersi fermare. Ciò migliorerebbe la qualità del trasporto in auto, oltre che ridurre il traffico e di conseguenza l’inquinamento.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button