fbpx

Steve Wozniak, con-fondatore di Apple, dopo aver cancellato il suo account personale di Facebook l’anno scorso, sta ora invitando il resto delle persone a fare lo stesso. L’invito è stato espresso in suo intervento registrato da TMZ all’aeroporto nazionale Reagan di Washington D.C., dove Wozniak ha espresso preoccupazioni per quanto riguarda la gestione della privacy da parte del colosso social.

Steve Wozniak contro Facebook

Ci sono molti tipi di persone, e per alcuni il beneficio di avere Facebook vale la perdita della propria privacy” ha detto Wozniak “Ma per molti come me, la mia raccomandazione è – per la maggior parte delle persone- di trovare un modo di andarsene da Facebook“.

Nonostante la preoccupazione espressa, Wozniak non pensa ci sia un modo di fermare il colosso social: “Ma, ogni aspetto di te… Voglio dire, possono misurare il tuo battito cardiaco con i laser, posso ascoltarti con un sacco di dispositivi. Chissà se il mio cellulare ci sta ascoltando proprio ora. Alexa è già stata parecchio nelle notizie recentemente”

Wozniak ha lasciato Facebook tre settimane dopo la scoperta dello scandalo di Cambridge Analytica nel marzo del 2018. Ma quale alternativa al modello “La piattaforma è gratis, ma in cambio usiamo i tuoi dati” propone? Secondo Wozniak, dovremmo tutti pagare per la propria privacy.

Le persone pensano di avere un livello di privacy che in realtà non hanno. Perché non mi danno una scelta? Fatemi pagare una certa cifra, e in cambio tenete i miei dati più sicuri e privati di chi invece sceglie di darli agli inserzionisti”

Chissà se un modello ad abbonamento di questo tipo prenderà mai piede. Per ora, la scelta sembra continuare ad essere tra essere anonimi o essere sui social.


What's Your Reaction?

Rabbia Rabbia
0
Rabbia
Confusione Confusione
0
Confusione
Felicità Felicità
0
Felicità
Amore Amore
0
Amore
Paura Paura
0
Paura
Tristezza Tristezza
0
Tristezza
Wow Wow
0
Wow
WTF WTF
0
WTF
Giovanni Natalini

author-publish-post-icon
Ingegnere Elettronico prestato a tempo indeterminato alla comunicazione. Mi entusiasmo facilmente e mi interessa un po' di tutto: scienza, tecnologia, ma anche fumetti, podcast, meme, Youtube e videogiochi.