fbpx
MotoriNews

Suzuki Italia presenta la nuova divisione Moto e Marine

Alla guida della divisione ci sarà Paolo Ilariuzzi

Suzuki Italia riorganizza le divisioni Moto e Marine. A partire dal 1° gennaio 2021, infatti, si registrano nuove importanti nomine per la divisione italiana della casa nipponica. In particolare, bisogna segnalare la nomina di Paolo Ilariuzzi a nuovo Direttore della Divisione Moto e Marine di Suzuki Italia. Con questa novità, l’azienda punta a continuare il programma di crescita già iniziato da tempo sul mercato italiano.

Cambi al vertice Suzuki Italia

Con l’inizio del 2021 arrivano importanti nomine per Suzuki Italia. In particolare, si segnala una riorganizzazione della divisione Moto e Marine dell’azienda. Dal mese di gennaio, infatti, Paolo Ilariuzzi assume la carica di Direttore della Divisione Moto e Marine di Suzuki Italia. Ilariuzzi, 50 enne torinese, è entrato in Suzuki nel 1995.

Dopo una lunga carriera, il manager assume ora un ruolo di primissimo piano. Dal 2011 è stato responsabile del settore commerciale dei motori marini con il ruolo di Direttore Commerciale. Dopo la nuova nomina, Ilariuzzi manterrà ad interim la carica di Direttore Commerciale di Suzuki Italia Divisione Marine.

LEGGI ANCHE: Suzuki punta al segmento SUV con la nuova Across Plug-in 

Altre nomine per la divisione Moto di Suzuki Italia

Oltre alla nomina del nuovo Direttore della Divisione Moto e Marine, Suzuki Italia annuncia un’importante conferma. Enrico Bessolo, 46 anni, laureato in Economia aziendale in Bocconi, mantiene la carica di Direttore Commerciale del settore Moto. A Bessolo continueranno a rispondere i settori commerciale, marketing e PR dell’azienda.

La nuova struttura dirigenziale avrà il compito di guidare la divisione italiana di Suzuki verso le nuove sfide del 2021 e dei prossimi anni. Nel corso del prossimo futuro, infatti, l’azienda punta ad espandere in modo significativo la sua presenza sul mercato italiano . Per raggiungere tali obiettivi sarà necessaria una gestione attenta e precisa da parte dei nuovi manager.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button