fbpx
Attualità

Suzuki: un’asta charity per aggiudicarsi il Burgman 400

Personalizzato dai fratelli Van Orton e sostenere la Fondazione Matalon e i giovani artisti

È on air l’asta charity di Suzuki per aggiudicarsi il Burgman 400 personalizzato dai Van Orton e sostenere la Fondazione Matalon e i giovani artisti

Uno scooter unico che è una vera opera d’arte e la stampa nr. 1 autografata dagli artisti. È questo il “bottino” che si aggiudicherà il 17 novembre chi vincerà l’asta lanciata da Suzuki sul sito CharityStars per il progetto ARThletes, che ha visto 4 illustratori italiani imprimere in quattro opere grafiche le doti dell’iconico Burgman con richiami a sport olimpici. 

Gianluca Folì, Riccardo Guasco, Francesco Poroli e i fratelli Van Ortonche si sono detti davvero entusiasti di poter mettere a disposizione la loro arte, supportati da Lorenza Salamon, gallerista e curatrice del progetto, e Ale Giorgini, artista e coordinatore, si sono messi alla prova dando vita a 4 illustrazioni potenti ed eleganti diventate poi oggetto di un concorso social per decretarne il preferito della community.

È stato lo schermitore dei Van Orton, con le sue linee marcate e i colori pop, a conquistare la livrea dell’iconico scooter della casa nipponica diventando un pezzo unico con anima charity. L’intero ricavato dell’asta sarà infatti devoluto alla Fondazione Matalon con sede a Milano, che fino al 17 novembre accoglie lo scooter in esposizione, come una vera e propria opera d’arte e che utilizzerà i proventi per sostenere e promuovere giovani artisti emergenti.

Non resta quindi che fare la propria offerta per aggiudicarsi qualcosa di speciale, con una caratteristiche certamente fuori dall’ordinario, e contestualmente aiutare una buona causa a realizzarsi.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button