fbpx
CulturaNewsTech

Twitter rivede le regole della piattaforma per i leader mondiali

Dopo il ban a Donald Trump, Twitter sta rivedendo la sua politica verso leader mondiali e funzionari politici

Qualche mese fa Twitter ha bannato definitivamente Donald Trump. A distanza di tempo, la piattaforma sta ancora cercando di capire come comportarsi nei confronti dei politici che infrangono le sue regole. In questi giorni, la società ha fatto sapere che sta “rivedendo” la sua politica nei confronti di leader mondiali e funzionari. E per riuscire a prendere la decisione giusta al riguardo, l’App di Twitter ha chiesto il parere dei suoi utenti.

In generale, vogliamo sentire dal pubblico se crede o meno che i leader mondiali debbano essere soggetti alle stesse regole degli altri su Twitter. E, se un leader mondiale dovesse violare una regola, quale tipo di misure sarebbero appropriate”. Così un portavoce della società ha commentato il sondaggio che la piattaforma ha deciso di rendere pubblico dal 19 Marzo al 12 Aprile per raccogliere feedback sulla questione.

Twitter: l’App rivede il regolamento per i politici mondiali

A quanto pare, dopo le misure prese contro il comportamento di Donald Trump, Twitter ha ora deciso di rivedere la sua politica nei confronti dei leader mondiali, e non solo. Nonostante non si faccia direttamente riferimento all’ex Presidente degli Stati Uniti, la piattaforma rimanda a due post pubblicati sul suo blog ufficiale nel 2019, in cui si spiega chiaramente perchè si dovrebbe assumere un atteggiamento diverso verso i politici. Per risolvere questa situazione, l’App sta chiedendo non solo il parere del pubblico, ma anche l’aiuto di attivisti ed esperti di diritti umani.

Twitter App Trump

Ma Twitter non è la sola piattaforma che sta combattendo contro i problemi legati al ban di Trump. Facebook, ad esempio, è ancora in attesa della decisione del Consiglio di Sorveglianza per capire se far rientrare l’ex Presidente sulla piattaforma o meno. Allo stesso tempo, il Consiglio stesso affronterà con Facebook la questione di come gestisce i profili dei funzionari politici sul social. Insomma, Donald Trump ha lasciato il segno. E ha mandato le piattaforme in confusione. Come comportarsi nei confronti dei politici ora? Aspettiamo che il pubblico dica la sua.

Chiara Crescenzi

Editor compulsiva, amante delle serie tv e del cibo spazzatura. Condivido la mia vita con un Bulldog Inglese, fonte di ispirazione delle cose che scrivo.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button