fbpx

La recensione di Void tRrLM();//Void Terrarium. La solitudine cosmica
Una storia dal sapore fiabesco racconta il rapporto fra IA e genere umano


Void tRrLM();//Void Terrarium recensione

Dicono che il cervello umano sia in grado di interpretare parole scritte con un mix di numeri e lettere. Un po’ come quei giochi che si fanno sin da bambini e che ci stuzzicano la fantasia. Sembra essere la stessa tecnica sfruttata dal team da Nippon Ichi Software, che ha usato qualsiasi tipologia di carattere per battezzare il loro nuovo lavoro: Void tRrLM();//Void Terrarium. Si tratta di un dungeon crawler, ossia un titolo ispirato prevalentemente ai giochi di ruolo, edito da NIS America e disponibile per PlayStation 4 e Nintendo Switch, piattaforma dove abbiamo provato questo titolo. Un viaggio tenero e quasi fiabesco, che merita tutta la vostra attenzione per scoprire com’è andata la nostra esperienza.

Void tRrLM();//Void Terrarium Recensione – Un pandemonio fiabesco 

Il gioco si apre in uno scenario post apocalittico, dove gli uomini hanno avuto la peggio e la razza umana si è ormai estinta del tutto. O quasi. Il destino dell’uomo non è stato dei più felici, ma non vi anticipiamo nulla. Sappiamo solo che un robot, piuttosto particolare, è in grado di attaccare nemici e di muoversi in questo mondo pazzesco e dall’aspetto simile a quei videogiochi labirintici in 2D degli anni Novanta, dove prevaleva il colore verde nelle grafiche piuttosto esigue nei dettagli, ma curate.

Qui invece le tinte sono molto più flebili, ma comunque caratterizzate da una varietà piuttosto ampia, per narrarci la storia di un topo. Pensavate a qualche personaggio epico? A un eroe maledetto? Un astronauta “che sta attendendo nel cielo”, come cantava il Duca Bianco nel brano Starman? Niente di tutto questo: un ratto, comune, banale, nulla di speciale.

Void Trrlm();//Void Terrarium Limited Edition - Nintendo...
  • Dal creatore di A Rose in the Twilight e htol#niq: the firefly diary
  • Installa varie attrezzature, abilità, nodi e parti che trovi nelle tue spedizioni e previeni le minacce alla salute di...
  • Scegli il tuo lo ad Out con saggezza mentre combatti attraverso livelli generati proceduralmente in combattimenti a...

Il topo prende quindi possesso di un macchinario, consentendogli di guidare appunto questo robot, chiamato con non troppa fantasia Robbie, che vaga alla ricerca di un senso in questo mondo ormai ridotto in macerie. Sarà durante il nostro primissimo incontro con un’Intelligenza Artificiale dall’aspetto molto simpatico che scopriamo parte dell’accaduto.

Il computer in questione si attribuisce la colpa di quanto successo all’umanità intera, raccontando che gli uomini hanno realizzato delle zone sotterranee, proprio quelle in cui ci risvegliamo. Il loro obiettivo era quello di trovare nuove aree per poter sopravvivere.

 Non siamo soli in questo universo

Come anticipavamo, sembra che il vuoto cosmico ci circondi, ma non è così. Mentre passeggiamo in questo sotterraneo, ci rendiamo conto che non tutto è perduto, forse. La sua sorte dipende dalle nostre capacità di accudire la bambina, che scopriremo chiamarsi Toriko, sopravvissuta a questo pandemonio, unica (e forse ultima) speranza di salvezza per il genere umano. Lei però è ormai in fin di vita, il suo stato di salute è decisamente precario, ma Robbie e l’IA decidono insieme di aiutare la povera ragazzina.

Da dove cominciare? Dalle basi, poco ma sicuro: alla ricerca di sostentamento e nutrizione per la piccola, proseguendo con la realizzazione di una dimora e così via. Se solitamente sono gli umani a doversi prendere cura degli animali, in questo gioco accade esattamente il contrario. Toriko diventa come il nostro cucciolo in Nintendogs o, per i giocatori di lunga pezza, al nostro Tamagotchi, che dopo un certo lasso di tempo ha bisogno del nostro intervento diretto.

Void Trrlm();//Void Terrarium Limited Edition - Nintendo...
  • Dal creatore di A Rose in the Twilight e htol#niq: the firefly diary
  • Installa varie attrezzature, abilità, nodi e parti che trovi nelle tue spedizioni e previeni le minacce alla salute di...
  • Scegli il tuo lo ad Out con saggezza mentre combatti attraverso livelli generati proceduralmente in combattimenti a...

Ci stiamo imbarcando dunque in una missione sicuramente non facile, considerando che ci troviamo in un mare di spazzatura, in senso letterale. Con questo pretesto, cominciamo la nostra avventura al di là di questa solitudine, affrontando una serie di nemici robotici sempre più potenti e dal ritmo piuttosto serrato fra un incontro e l’altro.

Parliamo allora di questa doppia identità di cui gode Void Terrarium: da un lato, l’hub, il vuoto a cui si riferisce il “void” del titolo, dall’altro i dungeon di gioco. Nell’hub, il gioco assume le sembianze di un platform a scorrimento a 2.5D, piuttosto simile nel concept a quella meraviglia videoludica che è la serie di Ori. Qui però le azioni da compiere sono decisamente limitate, al contrario di quanto avviene nei dungeon.

Un gioco labirintico

Se nell’hub possiamo prenderci una pausa, equipaggiarci, tirare le somme di quanto fatto fino a quel punto, la fase successiva è dettata dagli scontri senza fiato nei dungeon, molto simili alle caverne e agli spazi angusti dei primissimi titoli della serie Pokémon, con la telecamera dall’alto che segue “rattamente” il nostro protagonista. Proprio in questa fase, ci è chiaro dunque che l’originalità e la novità non sono le parole d’ordine di questo gioco, dimostrandosi però anche un punto a favore della familiarizzazione con le sue meccaniche di base.

I dungeon sono aree labirintiche la cui mappa, presente a lato sullo schermo, si amplia in maniera procedurale man mano che proseguiamo nel nostro incedere, ciascuno composto da diversi livelli. Il nostro eroe si ritrova ad affrontare nemici “robotici” e alieni, mentre deve scoprire e raccogliere i materiali e gli oggetti più disparati tra un piano e l’altro di ogni dungeon.

combattimenti sono sì a ritmo serrato, ma non particolarmente difficili; la vera difficoltà sta nella strategia, imparando a bilanciare ed equilibrare attacchi e recupero HP, che rischiano di frequente la scarsità a nostro favore. Come spesso accade, abbiamo a disposizione un attacco base a cui si sommano man mano diversi attacchi speciali da acquisire salendo di livello.

Void Trrlm();//Void Terrarium Limited Edition - Nintendo...
  • Dal creatore di A Rose in the Twilight e htol#niq: the firefly diary
  • Installa varie attrezzature, abilità, nodi e parti che trovi nelle tue spedizioni e previeni le minacce alla salute di...
  • Scegli il tuo lo ad Out con saggezza mentre combatti attraverso livelli generati proceduralmente in combattimenti a...

Un universo godibile

A ogni level up dovremo sempre scegliere tra due distinte opzioni di potenziamento del nostro protagonista, così come gli attacchi speciali sono sì più efficaci di quello base, ma hanno bisogno di un certo periodo di cooldown dopo averlo utilizzato.

Dunque non facciamoci trarre in inganno dalla grafica molto carina e ben curata con la quale vengono realizzati i personaggi. Void tRrLM();//Void Terrarium ha anche un lato piuttosto impegnativo a livello di gameplay, corroborato però da un comparto grafico e sonoro di tutto punto.

In grado di coinvolgerci durante la nostra esperienza di gioco grazie ad atmosfere quasi fumose e dal gusto fantasy, ben disegnate e dalla contestualizzazione coerente nel mondo “spaziale” in cui ci troviamo, il team di sviluppo si è davvero impegnato per realizzare un mondo di gioco godibile, con un po’ meno di attenzione nella parte dei dungeon.

In conclusione

Si tratta di un titolo di nicchia, che dal canto nostro potrebbe avere un senso ancora più nel “raccoglimento” delle piccole dimensioni dello schermo di Nintendo Switch, per poter osservare più da vicino questo viaggio particolare. La risposta del motore di gioco è assolutamente fluida, consentendoci di vivere in totale armonia il percorso del nostro Robbie.

Il gameplay di per sé rischia di essere frustrante nel momento in cui Toriko comincia a patire la nostra assenza di cure, oppure quando siamo a corto di energie e fatichiamo a tenere salde le redini del gioco. Ad ogni buon conto, l’esperienza diventa un po’ più rilassante nei momenti in cui possiamo tirare il fiato durante le sequenze dialogiche, dai tempi dilatati e in grado di bilanciare la corsa contro il tempo nei dungeon.

Void tRrLM();//Void Terrarium è un piccolo gioiellino che tenta di farci riscoprire il gusto della cura per l’altro, facendoci calare nel ruolo di caregiver di una ragazzina indifesa, infondendoci tanta tenerezza e accendendo una piccola luce calda nel mare magnum videoludico.

Void tRrLM();//Void Terrarium

Pro Pros Icon
  • Storia dal sapore fiabesco..
  • Gameplay distinto in due fasi...
  • Ribaltamento del concetto di cura animali-uomini...
Contro Cons Icon
  • ...ma a tratti la magia si esaurisce
  • ... a volte troppo simile a Tamagotchi
  • ...ma la frustrazione è dietro l'angolo

 


Francesca Sirtori

author-publish-post-icon
Indielover, scrivo da anni della passione di una vita. A dispetto di tutti. Non fatevi ingannare dal faccino. Datemi un argomento e ne scriverò, come da un pezzo di plastilina si ottiene una creazione sempre perfezionabile. Sed non satiata.
                   










 
Sì, iscrivimi alla newsletter!
close-link