fbpx
Amazon GameOn

Arriva Amazon GameOn, il servizio di gaming competitivo con premi reali

Amazon ha recentemente lanciato Amazon GameOn, un servizio di gioco competitivo multipiattaforma che, dedicato agli sviluppatori, permetterà loro di creare nuove gare (in stile esports) per giochi mobile, PC e console. Amazon GameOn, cos’è e come funziona Ideata per permettere agli sviluppatori di creare nuove competizioni, Amazon GameOn è una piattaforma basata su un’interfaccia di programmazione delle applicazioni (API) in […]


Amazon

Amazon ha recentemente lanciato Amazon GameOn, un servizio di gioco competitivo multipiattaforma che, dedicato agli sviluppatori, permetterà loro di creare nuove gare (in stile esports) per giochi mobile, PC e console.

Amazon GameOn, cos'è e come funziona

Ideata per permettere agli sviluppatori di creare nuove competizioni, Amazon GameOn è una piattaforma basata su un'interfaccia di programmazione delle applicazioni (API) in grado di semplificare l'aggiunta di giochi competitivi. Questa caratteristica rende il sistema adatto a creare giochi più facilmente, andando anche a scaricare un po' di peso dalle spalle dei programmatori.

Il sistema è in grado di funzionare perfettamente con qualsiasi sistema operativo grazie alla sua base, che affonda le radici nell'infrastruttura cloud di Amazon Web Services. Questo rende GameOn capace di supportare, attualmente, classifiche, campionati e gare multi-round, e fornisce agli sviluppatori l'occasione di creare eventi personalizzati come competizioni locali e regionali.

Tra le possibilità offerte dalla piattaforma ne spiccano alcune dedicate in particolare agli streamer, che potranno generare a loro volta sfide, invitare partecipanti e consentire loro di connettersi con gli amici, così da espandere ulteriormente la rete di gioco.

GameOn, l'idea alla base del progetto

La creazione della nuova piattaforma firmata Amazon affonda le radici nel desiderio di avvicinare molti più giocatori, dilettanti e non, ai titoli competitivi e agli esports. Per rendere il processo ancora più agevole, le sfide proposte dagli sviluppatori e aggiunte su Amazon GameOn daranno la possibilità agli utenti di vincere diversi premi (reali e in-game) messi in palio proprio dall'azienda di commercio elettronico, tra cui un Amazon Echo Dot.

A spingere Amazon a lanciarsi in questo progetto è stato il successo ottenuto dagli esports su PC nel 2016, che ha portato la compagnia a pensare di poter portare questo mondo anche in ambito mobile. A questo scopo la società, a settembre 2016, aveva già organizzato una competizione incentrata sul gioco mobile Super Evil Megacorp's Vainglory, seguita poi da un torneo dedicato ai giochi mobile occasionali a dicembre dello stesso anno.

Il parere degli sviluppatori su Amazon GameOn

Diversi gruppi di sviluppatori hanno deciso di avvicinarsi al progetto, tra cui spiccano nWay, creatore di giochi multiplayer free-to-play per dispositivi mobili, Umbrella Games, Game Insight e Eden Games. Ad esprimere la sua idea riguardo a questo nuovo servizio offerto da Amazon è Jesse Cherry, senior product lead di nWay, che ha affermato: "Siamo stati particolarmente attratti dall'aspetto vincente del mondo reale di Amazon GameOn. I tornei in-game stimolano il coinvolgimento dei giocatori, e il premiare crea un incentivo più forte per i giocatori a partecipare".

Game Insight, che sfrutta il sistema per premiare la propria comunità in Survival Arena, si pronuncia sul progetto con le parole del suo CEO Anatoly Ropotov: "Ci impegniamo a far crescere la community competitiva di giochi e esports e le API GameOn ci forniscono un nuovo eccitante set di strumenti per farlo".

Fino al 1 maggio 2018 gli sviluppatori potranno utilizzare le API GameOn gratuitamente poi, dopo quella data, dovranno pagare 0.003$ per gioco. I premi fisici, attualmente, sono disponibili solo negli Stati Uniti, mentre quelli in-game saranno facilmente ottenibili su smartphone mediante pochi pulsanti.

 

 

 

 


Maria Elena Sirio

author-publish-post-icon
Videogiocatrice dall'infanzia, innamorata del fantasy e dell'avventura (ma, soprattutto, di Nathan Drake), con una passione per il disegno, il cinema e le serie tv, che tenta di conciliare tutti questi interessi con la facoltà di Biotecnologie.
                   










 
Sì, iscrivimi alla newsletter!
close-link