FeaturedNewsTech

Apple Card: come funziona la carta di credito della Mela Morsicata?

Tutti i dettagli riguardanti la nuova carta di credito di Apple. Come funziona e quali saranno i vantaggi per i possessori (per ora solo statutinensi)

Nel corso dell’evento “Show Time” di oggi, Apple ha annunciato la nuova carta di credito Apple Card, di cui già si parlava nelle scorse settimane. L’azienda punta ad un utilizzo semplificato rispetto alle carte di credito tradizionali, con un’applicazione facile da usare, nessuna tassa da pagare, interessi bassi e cashback immediato. Ecco come funziona la nuova carta di credito made by Apple.

Come funziona la carta di credito Apple Card?

La carta di credito Apple Card sarà direttamente integrata nella applicazione Wallet: attraverso di essa, sarà possibile attivarla e gestirla. L’interfaccia mostrerà in maniera chiara tutte le nostre spese, ed un algoritmo basato sul machine learning identificherà la tipologia di transazione effettuata, per raggrupparle insieme e dare all’utente un colpo d’occhio sulle proprie abitudini di spesa.

carta di credito Apple

La carta (di credito) funzionerà ovunque sia accettato Apple Pay, e anche dove non funziona, grazie alla versione fisica in titanio che si riceverà direttamente a casa. La carta fisica è però anch’essa molto particolare: non presenta infatti nessuna scritta se non il proprio nome ed il logo di Apple (nessun numero di carta, CVV, data di scadenza o altro). Queste informazioni saranno infatti custodite all’interno dello smartphone, e nello specifico all’interno del chip Secure Element, al fine di aumentare la privacy e la sicurezza per l’utente.

Apple non sa cosa hai comprato, dove lo hai comprato e quanto hai pagato” ha detto Jennifer Bailey, vice-presidente di Apple Pay, sostenendo che tutte le informazioni sulle varie transazioni rimarranno sul dispositivo, senza passare per i server di Apple.

carta di credito Apple

Quest’ultimo aspetto si riflette anche nell’accordo preso con Goldman Sachs, a cui Apple si appoggia per il supporto tecnico e la rete di pagamenti, che prevede che la compagnia non possa condividere o vendere a terze parti i dati dei clienti. Per garantire poi una copertura internazionale, la carta si appoggerà al circuito di pagamento Mastercard

Vogliamo rimarcare che si tratta di una vera e propria carta di credito con un plafond prestabilito (che varierà in base alle prorpie possibilità finanziarie) e interessi (seppur bassi). Quindi non cercate un paragone con servizi come Hype oppure N26. Si tratta di una cosa decisamente differente.

Gli interessi ovviamente varieranno in base all’ammontare e alle tempistiche di restituzione del denaro. Più restitituite e meno interessi pagherete. L’immagine sottostante ne spiega molto bene il funzionamento.

carta di credito apple card

 

Semplicità, trasparenza e privacy sono al centro della nostra filosofia per sviluppare un prodotto destinato ai clienti” ha detto David M. Solomon, presidente e CEO di Goldman Sachs “Siamo emozionati della partnership con Apple per Apple Card, per aiutare i consumatori a prendere il controllo delle loro vite finanziarie

Siamo emozionati di essere il circuito di pagamento globale per Apple Card, fornendo gli utenti di transazioni veloci e sicure in tutto il mondo” ha detto Ajay Banda, presidente e CEO di Mastercard.

Cashback immediato: più spendi più ti ritorna con Daily Cash

carta di credito Apple

Il focus sui consumatori di questa nuova carta è evidente sia nell’aspetto del Daily Cash che dei bassissimi tassi di interesse. Nel primo caso, non c’è infatti il classico sistema dei punti adottato da altre carte: in base ai nostri acquisti si riceverà indietro una certa quantità di soldi da poter spendere subito via Apple Pay. La percentuale di cash-back dipenderà dal metodo di pagamento e dal tipo di prodotto acquistato. Nel caso più comune, di pagamento via cellulare con la carta, la percentuale è del 2%, che sale a 3% nel caso di acquisto di prodotti direttamente da Apple, siano questi fisici o digitali. Nel caso di acquisti con la carta fisica in titanio, invece, la percentuale sarà solo dell’1%.

Riassumento in dettaglio, il cashback che riceverete deirettamente sul conto sarà calcolato in questo modo:

  • 3% sugli acquisti effettuati sullo store di Apple
  • 2% sugli acquisti effettuati via Apple Pay (con NFC negli store che lo accettano)
  • 1% sugli acquisti effettuati con la carta fisica (ad esempio hotel, viaggi, aerei, acquisti online in generale)

carta di credito Apple

Per quanto riguarda lo spendere di meno, Apple non imporrà nessuna tassa per utilizzare la sua carta. Inoltre, i tassi di interesse punteranno ad essere i più bassi del settore, con l’opzione di versare un po’ di più ogni mese o in maniera più frequente per abbassarli ulteriormente.

La cosa geniale studiata da Apple è il modo per tenere i clienti legati al marchio Apple. Se vuoi il credito, la carta e tutti i servizi dovrai rimanere fedele al marchio Apple. E se un giorno vorrai provare l’ebrezza di uno smartphone Android, dovrai avere un secondo smartphone altrimenti tutti i vantaggi ti verranno giustamente tolti.

La carta di credito Apple Card arriverà in Italia?

La carta di credito targata Apple dovrebbe iniziare ad essere disponibile solo negli USA a partire da questa estate. Ancora non sappiamo nulla per quanto riguarda la disponibilità in Italia, ma siamo certi che nelle prossime settimane arriveranno notizie a riguardo. Ovviamente per far si che la carta sia resa disponibile anche in Italia e in Europa, Apple dovrà stringere accordi con banche europee oppure nazionali. Insomma, non sembra essere un qualcosa di davvero immediato per il Vecchio Continente.

Di certo possiamo dire che la nuova strategia attuata da Apple – ovvero quella di accerchiarvi con servizi più o meno appetibili – farà si che gli utenti Apple rimangano ancora più legati e fedeli al marchio.

 

Via
The Verge
Fonte
Apple Newsroom
Tags

Giovanni Natalini

Fin da piccolo amante di scienza, tecnologia e fumetto, studente magistrale di Ingegneria Elettronica e fruitore nel (poco) tempo libero di serie tv, Youtube e videogiochi.
Next Article
Close

Adblock Rilevato

Considera di supportarci disabilitando il tuo adblocker