fbpx
Lifestyle

Ashirase, il navigatore per ipovedenti che si integra alle sneakers

Un dispositivo che guida gli utenti attraverso la vibrazione all'interno delle scarpe

La storia di Ashirase, un sistema di navigazione integrato per ipovedenti, ha dell’incredibile. Dopo aver perso un parente con un deficit visivo, l’ingegnere di Honda Wataru Chino ha scelto di mettere a punto un dispositivo che potesse salvaguardare i non vedenti nei loro spostamenti. Più nello specifico, il progetto consiste in un sistema tattile di navigazione, in grado di guidare al meglio l’utente, preservandone la sicurezza.

Sistema di navigazione per ipovedenti: come funziona

Il sistema di navigazione Ashirase si compone di due parti: un’App di navigazione pensata per lo smartphone dell’utente ipovedente, e un inserto per scarpe in silicone che include un sensore di movimento e una bussola elettronica. In questo modo, dopo che è stata programmata la destinazione nell’applicazione, l’inserto vibrerà per fornire le indicazioni da seguire. “Proseguire dritto”, ad esempio, provoca delle vibrazioni sotto le piante dei piedi. “Girare a sinistra”, invece, fa vibrare il lato sinistro dei piedi. E la velocità della vibrazione indica la vicinanza alla svolta o all’ostacolo da superare.

Ashirase sistema di navigazione

L’idea del progetto, in sostanza, è quella di permettere agli utenti ipovedenti di essere consapevoli di quello che li circonda mentre camminano. E lasciandosi guidare nella navigazione dai loro stessi piedi, piuttosto che da dispositivi che li costringano a fermarsi di volta in volta. Per il momento, però, gli inserti del sistema di navigazione possono essere utilizzati soltanto su sneakers basse e scarpe eleganti. Ma, dal canto suo, l’ingegnere Chino ha fatto sapere di avere in programma di espandere la selezione di calzature. “Stiamo pensando a [nuovi stili di calzature] e l’idea è duplice in questo momento. Una è provare a cambiare, modificando il dispositivo [elettronico] in modo che la forma possa essere adattata ad altri tipi di scarpe“.

Altrimenti, quello che possiamo fare è cambiare le parti gialle di questo dispositivo in modo che si adattino ad altri tipi di scarpe“, così ha commentato Chino, notando che la parte bianca può essere scollegata dall’inserto giallo flessibile che contiene gli inserti vibranti che avvolgono il piede di chi lo indossa. Quanto ai dettagli tecnici, Ashirase è dotato di una batteria della durata di una settimana, se si utilizza il sistema di navigazione per 3 ore circa al giorno. Inoltre, sembra che il dispositivo arriverà sul mercato giapponese in tre diverse dimensioni, anche se in futuro sarà reso più personalizzabile per gli utenti.

Ashirase

Quanto al sistema di navigazione, per il momento è ancora piuttosto limitato, perchè basato sull’API di Google Mpas piuttosto che su una sorgente di mappe HD. Questo significa che la navigazione potrebbe non essere disponibile in spazi chiusi come centri commerciali od hotel. Viceversa, sentieri escursionistici e parchi dovrebbero essere mappati senza problemi. Per risolvere questa problematica, però, Chino e il suo team stanno lavorando all’integrazione di un sistema PDR (Personal Dead-reckoning), un posizionamento basato su Wi-Fi o una navigazione IoT. Anzi, in futuro potrebbero addirittura essere aggiunte le opzioni di trasporto pubblico.

La società prevede di rilasciare una versione Beta del sistema Ashirase in Giappone a Ottobre o Novembre 2021. Sarà allora che alcuni utenti selezionati potranno utilizzare gratuitamente il sistema di navigazione prima di rilasciare un feedback. E dopo il test, il dispositivo potrebbe essere commercializzato entro Ottobre 2022, con una formula di abbonamento mensile. Prima di arrivare a raggiungere questo obiettivo, Chino e colleghi stanno ricercando finanziamenti utili. Ma siamo certi che non faticheranno a trovarli, data l’incredibile innovazione proposta.

Chiara Crescenzi

Editor compulsiva, amante delle serie tv e del cibo spazzatura. Condivido la mia vita con un Bulldog Inglese, fonte di ispirazione delle cose che scrivo.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button