!function(f,b,e,v,n,t,s){if(f.fbq)return;n=f.fbq=function(){n.callMethod? n.callMethod.apply(n,arguments):n.queue.push(arguments)};if(!f._fbq)f._fbq=n; n.push=n;n.loaded=!0;n.version='2.0';n.queue=[];t=b.createElement(e);t.async=!0; t.src=v;s=b.getElementsByTagName(e)[0];s.parentNode.insertBefore(t,s)}(window, document,'script','https://connect.facebook.net/en_US/fbevents.js');
Esselunga a casa

Esselunga a casa: le scuse e i piani per il futuro
I disagi in questo periodo non sono mancati, ma nessuno si aspettava una situazione del genere, nemmeno Esselunga


Esselunga a casa è uno dei servizi su cui si faceva maggior affidamento in questo periodo di pandemia da coronavirus. L’idea di attendere in coda per ore, bardati con guanti e mascherina, e mettere a rischio la propria salute non piaceva a nessuno. Ma la consegna della spesa a casa è diventata quasi impossibile. Abbiamo analizzato poco tempo fa tutti i vari servizi disponibili per la spesa online, ma nessuno è riuscito a tener testa a questa enorme mole di lavoro e di richieste. Esselunga in primis, con il suo Esselunga a casa, ha ceduto ed è caduta in preda a diversi disservizi. L’azienda ora prova a spiegarsi e a raccontarci come migliorerà la situazione nel prossimo futuro.
 

Esselunga a casa ce la mette tutta

L’azienda si è resa benissimo conto dei disagi creati in queste settimane con il servizio Esselunga a Casa, e se ne scusa completamente. Dopotutto nessuna azienda, per quanto grande e rodata, poteva essere pronta ad un così drastico cambiamento ed aumento di richiesta. 

Esselunga ha la più grande capacità in Italia nell’e-commerce di settore, e già nel 2019 ha raddoppiato la capacità di consegna purtroppo, ad oggi, ancora insufficiente. “È come aver costruito lo stadio più grande d’Italia con una capienza di 80.000 persone nel quale vogliono entrarne oltre un milione“, afferma il portavoce di Esselunga.

Come se non bastasse, per dodici giorni in marzo l’azienda ha dovuto necessariamente chiudere un magazzino web a Milano, normalmente operativo 24 ore su 24, riducendo del 50% la capacità di quella zona. Oggi fortunatamente quel problema è risolto.

esselunga a casa

Slot di consegna

In precedenza, gli slot  per gli orari e le disponibilità della consegna della spesa a casa venivano aperti a mezzanotte di ogni giorno, creando così un sovraccarico degli accessi al sito di spesa online. Per limitare i disagi, l’azienda ha adesso aperto nuove disponibilità durante tutto l’arco della giornata, mantenendo una visibilità di questi ultimi di sette giorni.

Inoltre è stata limitata la possibilità ai furbetti di effettuare più richieste di spesa online nell’arco di una settimana. Tutti abbiamo bisogno della spesa, è bene non strafare.

Inoltre c’è un vantaggio per gli over 75 e per i portatori di disabilità, a cui viene riservato addirittura il 40% della capacità complessiva di Esselunga a casa.

Misure per il futuro

Oltre che potenziare il servizio di consegna della spesa a domicilio, Esselunga sta mettendo in pratica alcune soluzioni per migliorare e velocizzare anche la spesa classica dal vivo nei supermercati.

App Ufirst

Già in test in alcuni negozi (come a Milano nei punti di Feltre, via Lorenteggio, Umbria, Famagosta), questa nuova applicazione permette di evitare lunghe file interminabili. Una volta scaricata, è possibile “prenotare” l’ingresso in negozio. In prossimità del turno si riceverà una notifica o un sms con l’invito a presentarsi all’entrata nell’ingresso dedicato ai possessori dell’applicazione. Finora i risultati sono stati positivi, quindi l’applicazione verrà estesa a più punti vendita.

ufirst
ufirst
Developer: U-First s.r.l.
Price: Free
‎ufirst
‎ufirst
Developer: U-First srl
Price: Free

Prenota & Ritira

In fase di test già in diciotto negozi, il nuovo servizio Prenota & Ritira, attraverso il quale vengono messi ogni giorno a disposizione delle “spese preimpostate” con assortimento di prodotti essenziali alla sopravvivenza. Basta inoltrare l’ordine online sul sito o sull’app, e poi recarsi comodamente nel punto vendita solo ed esclusivamente per il ritiro, evitando le code.

Per qualsiasi dubbio o domanda in merito a questo o altri argomenti trattati su Tech Princess, vi invito a creare un post e farci le vostre domande nel nostro gruppo Facebook, Tech Princess Tips&Tricks.
 

Livio Marino

Sangue siciliano, milanese d'adozione, mi piace essere immerso in tutto ciò che è tech. Passo le giornate dando ordini ad Alexa, Google ed al mio cane, Maverick.
                   










 
Sì, iscrivimi alla newsletter!
close-link