fbpx

Ford approda a Washington D.C. con la guida autonoma


In un mondo automotive sempre più futuristico Ford non resta certo a guardare. La casa dell’Ovale Blu introdurrà test sui veicoli a guida autonoma per le strade di Washington D.C. Per capire come promuovere e distribuire correttamente questo tipo di tecnologia nell’ambiente urbano, con la creazioni nuovi posti di lavoro, Ford Motor Company collabora inoltre con il centro di formazione D.C. Infrastrutture Academy al fine di formare i residenti alle nuove professioni legate ai veicoli a guida autonoma.

Guida autonoma Ford

Una sinergia con in cittadini

Dopo Pittsburh, Miami e la capitale mondiale dell’auto Detroit eccoci a Washington D.C. Assieme ai test su strada anche l’intento di sviluppare un business che porti benefici alla città e i suoi abitanti.

L’avvento dei veicoli a guida autonoma rappresenta un’opportunità per rendere più accessibile e più facile, per le persone, trovare nuovi posti di lavoro. Intervenendo dove i trasporti pubblici non arrivano, introducendo metodologie di consegna per il cibo e gli altri prodotti e altro ancora…lavoreremo con le amministrazioni locali di Washington, DC, per garantire la distribuzione dei nostri test in tutti gli otto quartieri del distretto, con progetti pilota dedicati, lavorando per l’implementazione di un servizio commerciale nel 2021” ha dichiarato Sherif Marakby, CEO, Ford Autonomous Vehicles LLC.

Un ruolo fondamentale è ricoperto dalla D.C. Infrastrutture Academy che si adopererà a formare tutte quelle figure tecnico-professionali e operative atte ad occuparsi del funzionamento e il monitoraggio dei veicoli in prova durante tutta la fase di sviluppo.

Un’opportunità unica

A fianco di Ford troviamo anche il parere Argo AI, esperto nella creazione della strategia per introdurre questa nuova tecnologia nell’ambito cittadino ed espanderla, attraverso le necessarie sperimentazioni, fino le più grandi e centrali aree della città.

Guida autonoma Ford

Un’opportunità unica per la città, uno dei già grandi centri economici degli Stati Uniti. Grazie all’elevato numero di persone che si muovono durante le ore di punta sarà infatti possibile ottenere una grande mole di dati significativi per ampliare e migliorare quella che, ancora per qualche anno (probabilmente meno di quello che ci aspettiamo), rimarrà una tecnologia futuristica per i comuni cittadini.

Oltre a costruire una flotta in grado di gestire un carico di lavoro così diversificato, anche i veicoli a guida autonoma dovranno operare all’interno di un solido quadro normativo…la guida autonoma ha il potenziale di cambiare il nostro mondo ben oltre la capitale della nostra nazione, ma questo è il luogo ideale per continuare a costruire le basi per una mobilità alternativa” ha aggiunto Sherif Marakby.


Federico Marino

author-publish-post-icon
Amante dei motori, specie quelli grossi e rumorosi, appassionato di tecnologia e di tutto ciò che è scientifico e innovativo. Studente in ingegneria energetica, tento di sopravvivere al caos della Grande Milano con una piccola reflex, rock 'n 'roll sempre in cuffia e tanti buoni propositi!
                   










 
Sì, iscrivimi alla newsletter!
close-link