fbpx
Lifestyle

Ikea come Lidl: arriva l’abbigliamento streetwear

Eftertrada, la capsule collection di abbigliamento Ikea, arriva in Italia

Arriva in Italia Eftertrada, la capsule collection di abbigliamento di Ikea lanciata in Giappone appena un anno fa. Una collezione assolutamente minimale, che si compone di felpe, t-shirt e accessori con stampe di un codice a barre e del logo del marchio svedese. Una piccola incursione della moda, che non fa altro che rafforzare la notorietà di Ikea. In fondo, Lidl ha costruito buona parte della sua fama sulle collezioni streetwear, anche se queste hanno poco a che fare con il settore in cui opera il marchio. Ed è molto probabile che il colosso svedese abbia deciso di seguire la stessa strategia. Avrà il successo sperato?

Ikea: l’abbigliamento streetwear arriva in Italia con “Eftertrada”

Una felpa, una t-shirt, una borsa in tessuto, borracce per l’acqua, due teli da bagno, un cappello ispirato al design di Frakta (la shopper blu simbolo di Ikea) e un portachiavi che riproduce Famnig Hjarta (il celebre cuscino a forma di cuore). Questa è la collezione “Eftertrada” con cui il marchio svedese si lancia nel settore del fashion retail. Una capsule in cui nulla è lasciato al caso, ma tutto risponde alla perfezione alla filosofia aziendale. Non a caso, nel realizzare i capi i designer di Ikea si sono lasciati ispirare dallo stile di vita di quattro giovani giapponesi – un direttore artistico, un fotografo, una modella e una musicista -, che hanno rappresentato alla perfezione il melting pot culturale che ora contraddistingue il Giappone.

abbigliamento Ikea

La cultura pop e multietnica, in fondo, è sempre stata un elemento presente nella filosofia del marchio. E non ci stupisce quindi ritrovarla nella collezione di abbigliamento Ikea. Anzi, a questa si aggiunge un altro valore estremamente importante per il brand, la sostenibilità. Tutti i capi d’abbigliamento sono realizzati in cotone, e le borracce possono essere riutilizzate a piacimento. E questa non è affatto una scelta casuale da parte di Ikea. Per quanto l’attenzione all’ambiente sia un tratto distintivo del brand, è chiaro che l’ecosostenibilità è un valore a cui le grandi aziende non possono rinunciare in questo momento. Essere sostenibili è cool, e l’abbigliamento Ikea esprime alla perfezione questo concetto.

Ikea e il fashion: una passione che dura da anni

Per quanto possa sembrarvi insolito, questa non è la prima incursione di Ikea nel settore della moda. Proprio a fine Agosto di quest’anno, infatti, il marchio svedese ha lanciato la collezione Karismatisk firmata da Zandra Rhodes, una nota stilista britannica che ha vestito celebrità come Kylie Minogue, Freddie Mercury e Lady D. E non è tutto. Virgil Abloh, Direttore Creativo del menswear di Louis Vuitton, ha firmato la capsule collection Markerad: sedie, tappeti, tavoli e copripiumini che sono andati sold out in pochissime ore. Per non parlare poi di Balenciaga, uno dei marchi di lusso che ci ha regalato più soddisfazioni nella sua contaminazione con Ikea.

Nel 2016, infatti, Demna Gvasalia ha presentato in passerella una borsa chiaramente ispirata a Frakta, la shopper blu che oramai da molti anni è diventata il simbolo del brand di arredamento – e non solo – svedese. Insomma, più di una volta il marchio ha cercato di insinuarsi in un settore di vendita che non gli appartiene, ma mai prima d’ora avevamo avuto modo di vedere una collezione di abbigliamento Ikea. Ora, però, Eftertrada diventa realtà anche in Italia. E noi già ci stiamo domandando se le magliette con la stampa del codice a barre avranno lo stesso destino delle scarpe super colorate di Lidl. Chissà.

Ikea Försiktig Sgabellino, Plastica, Bianco, 36.4 x 25.6 x...
  • Protezione antiscivolo sulla parte superiore: riduce il rischio che il bambino scivoli
  • Lo sgabello è stabile grazie al materiale antiscivolo sul lato inferiore
  • È in plastica atossica, lo stesso materiale usato per i biberon, i pannolini e i contenitori per alimenti

Chiara Crescenzi

Editor compulsiva, amante delle serie tv e del cibo spazzatura. Condivido la mia vita con un Bulldog Inglese, fonte di ispirazione delle cose che scrivo.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button