fbpx
MotoriNews

Sheryl Connelly, “futurologa” di Ford, ci spiega come vede il futuro dell’industria automobilistica

Da che mondo è mondo, la conclusione di un anno è sempre un buon momento per riflettere sul passato e sul futuro che ci attende. Gli individui si dedicano ai famigerati "buoni propositi per l'anno nuovo", mentre molte aziende cercano di capire come evolversi negli anni a venire.
Ciò accade anche a colossi mondiali come Ford che ha affidato questa incombenza a Sheryl Connelly,  responsabile Futuring e Analisi dei Trend Globali della casa dell’ovale blu, e al suo team.

Il futuro dell'industria automobilistica (e della mobilità) è strettamente legato a ciò che accade nelle nostre vite giorno dopo giorno: dal punto di vista politico, sociale, economico ma anche ambientale.

Ma in che cosa consiste concretamente il lavoro di Sheryl Connelly? Lo abbiamo chiesto direttamente a lei durante una lunga telefonata.

"Penso che il mio lavoro possa essere riassunto con una frase detta da Harry Ford. Lui una volta disse 'se avessi chiesto alle persone cosa desiderino più al mondo mi avrebbero risposto: cavalli più veloci'. Ecco, Harry Ford non si è focalizzato sulle esigenze di oggi, ma quelle che sarebbero diventate le esigenze del futuro. Io faccio lo stesso: cerco di capire quali saranno i bisogni delle persone per poi cercare di soddisfarli in futuro con i nostri prodotti e servizi".

Per raggiungere il suo obiettivo, Sheryl Connelly – insieme al tuo team di "futurologi" – non fa altro che leggere, studiare e analizzare gli accadimenti, i mercati, la società, le tecnologie, l'economia e l'ambiente. Detta così sembra semplice: in realtà la responsabilità che ricadano sulle sue spalle sono molteplici. Infatti in seguito agli studi e ai report stilati da Sheryl Connelly, Ford deciderà verso quale direzione rivolgere il suo business e le strategie ma anche quale sarà il design dei modelli futuri, le tecnologie da installare a bordo, etc, etc…

"Tra i miei compiti c'è anche quello di assicurarmi che vengano progettate e costruire delle auto che siano ancora innovative tra 3 oppure 6 anni. Purtroppo non ho la sfera di cristallo e non posso intervistare ogni singola persona sul pianeta Terra domandando quali siano le sue esigenze o i suoi problemi. Devo quindi pensare e immaginare degli scenari che rompano i legami con i trend presenti per provare ad anticipare il futuro nel modo più accurato possibile".

Se gli scorsi anni il lavoro di Sheryl Connelly si è rivelato arduo, quest'anno il "gioco" si è complicato ulteriormente: "Ho speso oltre un decennio della mia vita cercando degli schermi di cambiamento ma il problema del 2017 è rappresentato dalla moltitudine di cambiamenti avvenuti nel mondo; cosa che ha reso impossibile seguire uno schema ben preciso. Quello che più ci interessa però è come le persone rispondono al cambiamento. Quella è la chiave di tutto".

Sheyl Connelly è una donna dalle mille risorse e dalle competenze decisamente sopra la media: ha infatti conseguito una laurea in finanza alla Michigan State University, ha un dottorato in Giurisprudenza e un master in Business Administration conseguito alla University of Detroit Mercy. Nell'animo però è una vera e propria creativa: non a caso nel 2013 e 2015 è stata nominata – dalla rivista Fast Company – una delle persone più creative al mondo. Quando Sheryl fece il suo ingresso in Ford però non si è subito occupata dei trend: tra le varie posizioni ricoperte nel corso degli anni troviamo la gestione del franchising, del programma di customer satisfacion e una serie di incarichi riguardanti la rete dei dealer.

"Appena entrata in Ford, non pensavo minimamente che il mio lavoro in questa azienda sarebbe stato duraturo perché non sono mai stata un'appassionata di auto e di motori, al contrario sono sempre stata affascinata dalle persone".

Ed è proprio grazie alla sua passione per lo studio sociologico che Ford è stata in grado di stilare il suo sesto rapporto annuale dedicato ai Trend 2018 (qui potete trovate il report completo in lingua inglese).

Secondo i dati emersi il futuro non dovrà coinvolgere solo le automobili ma soprattutto la  mobilità.

La maggior parte dei consumatori è infatti convinta che vi sia necessità di migliorare le modalità di trasporto cittadino, motivo per il quale l’Ovale Blu sta sviluppando soluzioni per una mobilità più smart, dedicate ai cittadini di tutto il mondo. Poiché le nuove modalità di trasporto all’insegna della sostenibilità, costituite da auto connesse e veicoli a guida autonoma stanno trasformando molto rapidamente la mobilità, Ford è impegnata a garantire che tale cambiamento possa avvenire in modo che i consumatori possano avere fiducia e sentirsi sicuri.

Entro il 2050 si prevede che circa il 75% della popolazione mondiale vivrà nelle aree urbane. Per massimizzare le potenzialità delle diverse città – e assicurarsi che siano luoghi felici e sani in cui vivere al meglio, è necessario ri-strutturare in modo smart i trasporti, l’occupazione, le unità abitative, le iniziative legate al benessere affinché possano essere ospitate all’interno di un’infrastruttura in grado di accogliere l’espansione numerica della popolazione.

Sheryl sostiene che "uno dei trend del futuro sarà la stretta collaborazione con le città: dobbiamo abbandonare l'idea che ogni individuo debba possedere un'auto di proprietà per facalizzarci maggiormente su un'auto in condivisione e autonoma."

Quindi secondo le previsioni di Connelly e del suo team non dobbiamo pensare troppo alla guida autonoma e alla tecnologia fine a se stessa, ma dobbiamo avere una visione più ampia: una mobilità che abbia un'impatto positivo sulla popolazione a 360°, che tenga conto delle esigenze della maggior parte della popolazione.

E voi: come ve la immaginate la mobilità del futuro?

Fjona Cakalli

Amo la tecnologia, adoro guidare auto/camion/trattori, non lasciatemi senza videogiochi e libri. Volete rendermi felice? Mandatemi del cibo :)

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button