fbpx
All'apertoLifestyleViaggi

La nuova mobilità dopo la pandemia: l’indagine di FREE NOW

FREE NOW, la piattaforma leader della mobilità in Europa, rivela le caratteristiche e i cambiamenti della nuova mobilità post crisi pandemica in alcune delle principali città europee. Ecco i risultati dell’indagine.

Nuova mobilità vs vecchia mobilità

Secondo i dati raccolti da FREE NOW, principale piattaforma di multi-mobilità in Europa, emerge che le città europee stanno gradualmente tornando a livelli di mobilità paragonabili a quelli precedenti la pandemia. Via via che le restrizioni diminuiscono e gli esercizi commerciali riaprono, le persone tornano infatti a popolare i centri cittadini. Grazie alle rilevazioni esclusive di FREE NOW, è possibile vedere come è cambiato il movimento all’interno delle città prima, durante e dopo la pandemia.

Una tendenza comune riscontrata in città come Lisbona, Madrid, Londra e Dublino è che le periferie e le zone suburbane hanno registrato un più elevato numero di corse rispetto a prima delle restrizioni. Il fattore che maggiormente ha inciso su questo cambio di abitudini è determinato dalla conformazione delle città stesse. Inoltre molte persone che lavorano ancora da casa hanno preferito evitare i centri delle città. In molti, per incontrare gli amici e congiunti, hanno preferito le aree verdi vicino al proprio domicilio.

Il caso di Milano

Milano sta vivendo una situazione diversa in quanto città ha visto un calo del 95% delle corse nell’aprile 2020. Tuttavia, con l’allentamento delle restrizioni, il mercato ha recuperato prontamente ritornando al 50% rispetto ai livelli pre-pandemia. Attualmente la maggior parte delle corse sono dirette verso il centro della città e non verso le periferie. Un fattore in netta controtendenza rispetto ad altre città prese in analisi. Il dato scatenante è determinato da molteplici motivazioni: modifiche alla viabilità, il traffico e la riattivazione dei varchi “Area C”. Ad influire anche la mancanza di parcheggi disponibili e i timori legati all’affollamento di altri mezzi pubblici. Tutti questi sono elementche hanno incoraggiato le persone a preferire i taxi quando si dirigono verso il centro città.

La nuova mobilità dal punto di vista internazionale

Ovviamente i frequenti viaggiatori internazionali, sia per affari che per turismo, sono stati i grandi assenti sulla piattaforma. Le motivazioni vanno ricercate nel lavoro a distanza, la mancanza di turismo internazionale e la diminuzione significativa dei viaggi d’affari. In questo contesto, non è una sorpresa che a livello internazionale il numero di corse verso gli aeroporti fosse diminuito. Al contrario i parchi urbani erano diventate le mete di punta dei viaggi in taxi. Quando in Irlanda il governo ha permesso a due famiglie di incontrarsi fuori dalle loro case, le corse verso i parchi sono cresciute fino al +52%.

I dati dell’ultimo trimestre (Aprile-Giugno)

Nell’ultimo trimestre (aprile-giugno) FREE NOW ha registrato una crescita del +190% di utenti stranieri che stanno utilizzando l’app in Italia. Infatti, anche le corse verso gli aeroporti stanno crescendo rapidamente, con un picco del +220%. Tutte le tipologie di corsa registrano nel trimestre una crescita stabile e a doppia cifra e nello specifico:

  •  Aumento delle corse serali nei giorni feriali che registrano un +50% rispetto al trimestre precedente
  •  Crescita delle corse durante il week-end da e verso il centro delle grandi città che, in particolari contesti, raggiungono punte del +65%
  •  Le corse notturne fanno addirittura registrare – nei weekend – un raddoppio, segno che anche la vita notturna lentamente riprende nelle grandi città, complice anche l’arrivo della bella stagione.

Un incremento anche dal punto di vista business

Buone notizie, infine, anche sul fronte utenza business: questa tipologia, infatti, ha registrato un incremento dell’84% nelle corse effettuate l’ultimo trimestre, segno che il taxi rimane un’opzione preferenziale per dare continuità al business durante gli spostamenti ed evitare perdite di tempo e costi per parcheggio, ztl e altri balzelli. 

“Finalmente dopo lunghi mesi di stop e incertezza vediamo tutti gli indicatori in crescita, il vero banco di prova sarà rappresentato dalla ripresa di tutte le attività e, in particolare, della riapertura di tutti gli uffici delle grandi città. In questo contesto una mobilità multimodale e sostenibile sarà la chiave per lasciarci definitivamente la crisi alle spalle”. Afferma Andrea Galla, Country Manager FREE NOW Italia. “Ci auguriamo che la ripresa sia solida e costante e abbiamo già predisposto nuovi accordi con partner quali Voi Technology e Cooltra che ci consentono espandere in maniera massiccia la nostra offerta di mobilità con monopattini e scooter elettrici, così da incentivare una mobilità ecologica e sostenibile a vantaggio di tutta la popolazione”.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button