fbpx
AutoElettricoHotMotori

Il Car Sharing del Gruppo Renault debutta in Italia: nasce Mobilize a Bergamo

Mobilize, Bergamo è la città scelta per il debutto del car sharing Renault

Nel panorama della Renaulution, la nuova era del Gruppo Renault, abbiamo parlato ampiamente di Renault, Dacia e Alpine. Oggi è il turno di Mobilize, il nuovo brand dedicato alle nuove tipologie di mobilità, tra cui il car sharing. E oggi infatti scopriamo la prima città italiana dove opererà Mobilize: Bergamo.

Che cos’è Mobilize? Il nuovo brand di Renault

Prima di scoprire i dettagli della nuova avventura di Mobilize a Bergamo, è importante capire cosa sia Mobilize. Questo brand è stato introdotto nel gennaio di quest’anno dal CEO Luca de Meo durante la conferenza stampa di debutto della Renaulution, ed è un’assoluta novità all’interno del mondo Renault. Mobilize infatti è il marchio dedicato alla mobilità cittadina, alle soluzione innovative e inedite per migliorare la mobilità personale, cittadina e non.

All’interno di Mobilize ci sono diverse anime: una società che si occupa di creare nuovi software per sfruttare al meglio la micromobilità, creare App, servizi e una nuova piattaforma di car sharing chiamata Software Republique, ma anche una finanziaria, realizzata in collaborazione con la RCI Banque, per offrire finanziamenti moderni e incentrati sul “pay per use”, sul pagare una cifra commisurata a quanto si usa l’automobile, Renault, Dacia o a marchio Mobilize che sia.

Mobilize Bergamo EZ-1

Vincent Carre, Direttore Car Sharing Mobilize: “Vogliamo abbracciare tre evoluzioni del mondo automotive”

Abbiamo potuto sentire l’opinione di Vincent Carre, Direttore delle attività di car sharing Mondiali di Mobilize, che ci ha spiegato meglio la natura della nuova creatura di Casa Renault. “Mobilize è una nuova business unit, che ha come obiettivo costruire per il Gruppo Renault tutto ciò che è oltre l’automotive. Mobilize vuole infatti abbracciare tre evoluzioni: passare dalla cultura della proprietà di un’auto alla cultura dell’utilizzo di questa; abolire la dittatura del valore residuo; e infine, la necessità di rispettare il nostro ambiente, in un mondo dove il 15% delle emissioni di CO2 è dovuto alle auto. Abbiamo dei piani molto ambiziosi: Mobilize punta ad essere responsabile del 20% del fatturato dell’intero Gruppo Renault entro il 2030.”

“Mobilize si concentrerà su tre punti principali.” spiega Carre. “Mobilità, energia e dati. Con la mobilità, Mobilize punta a produrre una linea di automobili originali, incentrate sull’utilizzo cittadino e condiviso. Dal punto di vista energetico, invece, Mobilize punta a costruire la Re-Factory, una fabbrica dedicata dove si darà una seconda vita alle batterie per auto elettriche usate. Infine, i dati saranno molto importanti per riuscire a realizzare applicazioni, servizi e software IT a disposizione dei nostri clienti.”

Mobilize bergamo ZTL

Mobilize quindi produrrà le sue auto, incentrate esclusivamente sull’utilizzo cittadino e nell’hinterland delle grandi città. Il primo prodotto sarà l’attesissima sostituita della Renault Twizy, la prima auto prodotta da Renault esclusivamente per l’ambiente cittadino. L’automobile è ancora in fase di concept, e si chiama per ora EZ-1. Si tratta di una biposto elettrica con carrozzeria chiusa (al contrario della “aperta” Twizy), con ampie vetrate e dimensioni contenutissime. Ci saranno poi altri quattro modelli fondamentali per la strategia di Mobilize. Insieme al futuro EZ-1, Mobilize gestirà le Renault Zoe e Dacia Spring “prestate” all’utilizzo in sharing, e ci saranno poi due modelli inediti. Un furgoncino compatto per le consegne dell’ultimo miglio, e una berlina adatta ai taxi e ai servizi di ridesharing.

Mobilize, Bergamo è la città scelta per il suo debutto italiano

A gennaio e durante diverse conferenze stampa in questa prima parte di 2021 ci è stato detto più volte che la realizzazione del primo progetto Mobilize in Italia era vicino alla realizzazione, e pronto al debutto. Ed eccoci qui oggi a scoprire che la città di debutto italiano di Mobilize è Bergamo. La città orobica è forse una dei centri in maggior crescita del Nord Italia.

Sempre più meta turistica per la sua unicità e per la singolare “divisione” della città tra Bergamo Bassa e Bergamo Alta, il capoluogo della provincia bergamasca è sempre più popolare e conosciuta, in Italia e nel Mondo, grazie all’eccellente aeroporto di Bergamo Orio Al Serio e alle imprese in campo calcistico della favola (divenuta sempre più realtà) dell’Atalanta, ormai annoverata tra le grandi del calcio italiano.

Mobilize bergamo città buio

Con i suoi 120.000 abitanti, poi, Bergamo è una città molto interessante a livello di car sharing, con un bacino d’utenza ampio ma non enorme, perfetto per muovere i primi passi in questo mondo. Il debutto di Mobilize a Bergamo è gestito da un concessionario molto radicato sul territorio, ovvero Oberti.

In occasione della presentazione del car sharing Mobilize a Bergamo, ha parlato anche il Sindaco della città orobica, Giorgio Gori. “Bergamo ha l’ambizione di essere una città d’avanguardia. Si parla sempre più spesso di transizione ecologica e digitale, e noi abbiamo provato a mettere questi concetti subito in pratica. Abbiamo poi deciso di abbracciare un modo diverso di sfruttare l’auto. La mia generazione ha imparato a vedere il mondo dell’auto puntando sull’acquisto, sul possesso dell’auto. Oggi invece mettiamo in pratica un modo diverso di vedere l’automobile, con una mentalità basata sull’uso, un tipo di mobilità destinata a crescere sempre di più.”

L’auto scelta per il debutto di Mobilize a Bergamo? La Renault Zoe

Come sappiamo bene, Renault Zoe è una delle automobili più utilizzate a livello europeo per il car sharing, e la più gettonata tra le vetture elettriche. Non è quindi una sorpresa che anche per Bergamo Mobilize abbia scelto proprio la piccola Zoe. Rispetto alle rivali, gode infatti di un vantaggio competitivo importante, sia tecnologico che umano, con una storia di oltre 10 anni di presenza sul mercato, un grande successo di vendite e un’esperienza importante sui fattori di assistenza e manutenzione. Sono infatti oltre 30.000 le persone formate in tutta Europa a lavorare e interagire con Zoe.

Mobilize bergamo centro

Insieme a tutto ciò c’è poi la validità del progetto Zoe. Capace di un’autonomia in ciclo misto WLTP da 395 km, dotata di 5 posti comodi e di un motore pimpante da 136 CV, Zoe è l’elettrica più adatta all’utilizzo per il car sharing, grazie alla sua unione di spazio, praticità, autonomia e l’esperienza di guida 100% elettrica. Non rimarrà però sola per molto: Mobilize ha infatti dichiarato che entro un anno, a seconda del successo del progetto, verranno aggiunte alle flotte di Bergamo e non solo anche le Dacia Spring, le piccole elettriche della Casa romena di cui trovate la prova in fondo alla pagina.

La flotta Mobilize a Bergamo: 45 auto, 5 Comuni, tariffe da 10 euro all’ora

Mobilize a Bergamo arriva quindi con grandi speranze e tanta fiducia nei propri mezzi, e con una formula poco utlizzata nel mondo del car sharing in Italia. I competitor visti finora sul territorio italiano sono infatti sempre gestiti dall’azienda stessa, o comunque dalla Casa automobilistica corrispondente. Mobilize invece punta sulla sua rete di concessionari. Sono infatti 6.000 i punti vendita Renault in tutta Europa. Con una rete così grande, diffusa e radicata nel territorio il neo-brand ha deciso di puntare proprio sulla conoscenza del territorio e della clientela dei concessionari per lanciare il suo servizio di Car Sharing.

Mobilize bergamo flotta

E da Bergamo parte anche questa nuova formula. I protagonisti della gestione della flotta, del traffico, della manutenzione e della sanificazione sono infatti gli specialisti del Gruppo Oberti, da oltre 50 anni concessionario Renault storico di Bergamo, con 40.000 auto vendute negli ultimi 10 anni. Per la sanificazione, poi, Oberti si andrà ad appoggiare all’azienda Fra.Mar, anch’essa con oltre 50 anni di esperienza nel settore. Il territorio scelto è quello di Bergamo, ma non solo. All’interno del progetto Mobilize rientrano anche i comuni limitrofi di Lallio, Seriate, Orio al Serio e Brembate, e la flotta totale è di 45 Zoe: 35 sono ubicate nella città di Bergamo, e 10 nelle cittadine limitrofe.

Mobilize bergamo logo

I costi sono piuttosto interessanti: la tariffa oraria è di 10 euro, in cui sono inclusi 50 km. Il noleggio può andare da un minimo di 30 minuti ad un massimo di ben 10 giorni. Si possono prenotare le automobili con largo, larghissimo anticipo, fino a 3 mesi prima della data di noleggio. Superati inoltre i 50 km, scatta una tariffa chilometrica da 20 centesimi al km. Se pianificate quindi di fare commissioni lunghe o lontane dal punto di partenza, è conveniente usufruire della tariffa giornaliera, con km inclusi, di 50 euro. L’unico limite, nei noleggi di diversi giorni, è l’autonomia. Mobilize non ha infatti programmato la possibilità di ricaricare l’auto da parte del cliente, che dovrà completare il noleggio entro quei 400 km di autonomia.

Un sistema di car sharing Station Based: che cos’è e perchè è stato scelto

Mobilize a Bergamo ha scelto una formula particolare non solo dal punto di vista della presenza sul territorio, ma anche da quello della tipologia di servizio. Non siamo quindi di fronte ad un servizio free floating, dove l’automobile si può prendere e parcheggiare ovunque si voglia, bensì di un sistema Station Based. Questa formula, il cui nome completo à Station Based Round Trip, non consente questa libertà estrema.

Ogni automobile noleggiate infatti deve essere presa da uno stallo dedicato e poi riportata allo stesso stallo da cui la si è presa. Una decisione molto particolare e controcorrente rispetto ai rivali, grandi sostenitori del Free Floating. In realtà, però, per Mobilize questa scelta ha un senso: far abituare i clienti al nuovo sistema di mobilità.

Mobilize bergamo agevolazioni

La differenza tra un sistema Station Based e uno Free Floating è infatti che nel primo caso c’è sempre un parcheggio riservato per la vostra auto. Non sarete mai “in balia” della ricerca di un parcheggio: ci sarà sempre un parcheggio riservato proprio per la vostra Zoe. Certo, manca forse la flessibilità di un noleggio free floating, ma non mancano i vantaggi del car sharing tradizionale sfruttabili nei noleggi da mezz’ora, un’ora o diverse ore. Quali? I parcheggi gratuiti, l’accesso alla ZTL e la possibilità di circolare sempre e dovunque, in ogni giorno dell’anno. Il sistema, utilizzabile tramite l’app Mobilize dedicata, è infatti disponibile sempre, 7 giorni su 7 e 24 ore su 24.

Mobilize bergamo coppia

Gli stalli sono sparsi per tutte le città dove è disponibile il servizio, con la disponibilità di stazioni principalmente in prossimità dei parcheggi posti all’esterno della città o, in centro, in prossimità dei punti di interesse più importanti: la Stazione, il Gewiss Stadium, la residenza universitaria, la facoltà di scienze economiche e il teatro Creberg. Il Car Sharing Mobilize a Bergamo punta anche su un altro vantaggio per la collettività: la sostenibilità. Rispetto ad un car sharing che utilizza auto termiche “classiche”, infatti, Renault stima un risparmio di 20 tonnellate di CO2 in un anno, con una percorrenza media per auto di 5.000 km.

A Bergamo arriva a giugno, e presto in altre 8 città italiane

Il Car Sharing Mobilize di Bergamo è quindi molto interessante e diverso dal solito. Tra la gestione del servizio da parte dei concessionari del territorio, la disponibilità dell’auto per lunghi periodi di tempo, la flotta di 45 Zoe elettriche anche fuori da Bergamo e soprattutto la formula Station Based rende questa prima esperienza Mobilize in Italia davvero originale e fuori dagli schemi.

Nella città orobica, il servizio partirà ufficialmente a giugno, quando sarà disponibile per tutti i clienti l’app Mobilize sul proprio smartphone. Ma Bergamo non rimarrà sola in questa avventura: sono infatti pronti altri 8 concessionari sparsi per la Penisola ad abbracciare questo nuovo sistema di car sharing innovativo, moderno ed elettrico. Noi non vediamo l’ora di provarlo al suo arrivo a Bergamo. E voi? Siete incuriositi? Chi tra voi abita a Bergamo lo utilizzerà? Fatecelo sapere nei commenti!

Offerta

Non perderti la nostra prova di Dacia Spring e il nostro approfondimento sulla Renaulution!

Lo sapevi? Abbiamo aperto il canale ufficiale di techprincess su Telegram con le migliori offerte della giornata. Cosa aspetti? Iscriviti qui!

Giulio Verdiraimo

Ho 22 anni, studio Ingegneria e sono malato di auto. Di ogni tipo, forma, dimensione. Basta che abbia quattro ruote e riesce ad emozionarmi, meglio se analogiche! Al contempo, amo molto la tecnologia, la musica rock e i viaggi, soprattutto culinari!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button