fbpx
Food and BeverageHotLifestyle

Prepariamola insieme: pronti, pizza, via…!

Facciamo insieme la vera pizza napoletana

La felicità sta nelle cose semplici, e chi di noi non lo è quando si trova una bella pizza margherita davanti? Allora prepariamola insieme. Prendete carta e penna per segnarvi i passaggi e gli ingredienti!

La ricetta per la pizza fatta in casa

Sul vostro piano cucina vogliamo vedere 1kg di farina 00, ½ litro di acqua a temperatura ambiente, 35gr di sale e 1gr di lievito di birra fresco. Una ciotola piena di passione e voglia di fare e siamo pronti per cominciare! Mette l’acqua nella ciotola e scioglieteci il sale, 3 pugni di farina e mescolate. Si fa tutto rigorosamente con le mani, non vogliamo vedere mestoli o altri strumenti. Sciogliete il lievito e poi iniziate ad aggiungere la farina un po’ alla volta. Per far si che la pizza abbia nervo ed elasticità bisogna impastare per almeno 20 minuti, dopo di che facciamo riposare l’impasto per una mezz’ora prima di creare le nostre palline. Palline che lasciamo riposare per almeno 8 ore, 5 in frigo e 3 a temperatura ambiente, nel frattempo noi possiamo uscire con gli amici, andare al cinema o fare ciò che preferite insomma.

impasto pizza ricetta

La storia della pizza

Mentre facciamo riposare il nostro impasto lasciate che vi racconti come nasce la pizza.

La storia della pizza è lunga ed incerta, le prime testimonianze scritte risalgono al 997, ma è solo nel 1889 che arriva nelle nostre case così come la conosciamo noi. In quell’anno il cuoco napoletano Raffaelle Esposito creò la pizza Margherita, in onore della Regina Margherita di Savoia e dell’Italia; pomodoro, mozzarella e basilico, la pizza tricolore!

Ormai famosa in tutto il mondo, la pizza si trova in qualsiasi angolo di Terra, ma come sapere se quella che abbiamo nel piatto è una Vera Pizza Napoletana? Ebbene si, esistono delle regole tramandate inizialmente a voce da generazioni di pizzaioli napoletani di padre in figlio. Nel 1984 i più importanti e rinomati pizzaioli dell’epoca si riunirono e scrissero il Disciplinare Internazionale dell’Associazione Verace Pizza Napoletana. Disciplinare che difende la tradizione di questo antichissimo piatto, che ne diffonde i segreti, tutelando la sua unicità e caratteristiche. Sono regole ben precise sulla preparazione e gli ingredienti da utilizzare, cose che rendono la pizza napoletana unica ed inimitabile.

pizza fatta in casa

8 ore dopo…

Ricordatevi che l’impasto si lavora sempre a temperatura ambiente, mai freddo, se no in cottura creerà delle fastidiose bolle nere che potrebbero risultare amare al palato.

Per la più classica delle pizze, la Margherita, servono pochissimi ingredienti. Pomodori pelati che schiacceremo con le mani, mozzarella Fior di Latte tagliata a listarelle, foglie di basilico fresco ed Olio Extra Vergine di Oliva.

Ma come siete pignoli starete pensando. Eh no, non siamo pignoli. Se volete fare la Vera Pizza Napoletana come noi dovete seguire il Disciplinare istituito nel 1984.

Stendiamo il nostro impasto, che non deve avere un diametro maggiore di 35cm, farciamolo e inforniamo! Sembra facilissimo fare la pizza, vero?  In realtà questa è solo una spiegazione veloce di come abbiamo fatto la Vera Pizza Napoletana, per conoscere tutti i trucchi ed i segreti vi consigliamo di consultare il loro sito.

pizza

Quanto è importante il forno in cui si cuoce la pizza?

Tutto fa la differenza, anche il forno. Quello domestico va benissimo per la vostra pizza fatta in casa, ma se voleste stupire gli amici ed i parenti, l’Associazione Verace Pizza Napoletana consiglia di utilizzare Ooni.

Le mie pizze sono buone, ma non sono eccezionali” da questo pensiero di Kristian Tapaninaho nasce Ooni, azienda pluripremiata che vende in tutto il mondo forni per pizza ad uso domestico. Il calore molto alto dei forni da ristorante non  è raggiungibile dai nostri forni domestici. Ooni è portatile, economico e potente, raggiunge infatti le stesse temperature dei forni che troviamo nelle pizzerie. E’ multi combustibile, funziona a carbone, gas e pellet, per la pizza napoletana ricordatevi di alimentarlo a legna, lo dici il Disciplinare.

Passione, amore e dedizione

Per la buona riuscita della pizza serve tanta esperienza, i fattori che entrano in gioco durante la preparazione sono tantissimi (umidità dell’aria, temperature, qualità della materia prima e molti altri ancora), solo provando e sbagliando arriverete ad avere un prodotto che alla fine vi soddisferà. Noi vi consigliamo di seguire i consigli dell’Associazione Verace Pizza Napoletana e vedrete che sarà più semplice. Ancora meglio fate come noi, e seguite un corso con Peter Surace, insegnate bravissimo e preparato.

Ormai vi abbiamo svelato tutti i segreti, e quelli di cui non vi abbiamo parlato li trovate sul sito di AVPN. Fateci sapere come vengono le vostre pizze, siamo sicuri che saranno buonissime, pizza&love!

Ooni Karu 12 Forno Pizza, Forno a Legna da Esterno, Forno...
  • Forno per pizza versatile da usare come forno a legna o con carbonella
  • Raggiunge 500 gradi in 15 minuti grazie alla pietra refrattaria di maggiore spessore (15 mm)
  • Funziona anche come forno a gas con il bruciatore a gas Ooni (non incluso)

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button