fbpx
Tech

Revolut e la partnership con Watershed per ridurre le proprie emissioni

Revolut accelera la propria svolta green grazie ad una partnership con Watershed, software company ambientale. Grazie alla collaborazione il brand potrà controllare e ridurre le proprie emissioni.

Revolut punta a portare le proprie emissioni al minimo storico

Importanti novità per Revolut, super app globale con oltre 16 milioni di clienti in tutto il mondo, che annuncia maggiore impegno in termini di sostenibilità. La società collaborerà infatti con Watershed, leader nella creazione di programmi ambientali a livello mondiale. Lo scopo è quello di calcolare e ridurre le proprie emissioni di carbonio su scala globale.

Nell’annuncio l’azienda ha spiegato che la raccolta dei dati è il primo importante passo per un futuro più green. Il primo step è quindi quello di monitorare ed analizzare i livelli di emissione in tempo reale, così da tenerle sotto controllo.

Alan Chang, Chief Revenue Officer di Revolut, afferma:

“Revolut è una super app globale che consente ai clienti di tutto il mondo di ottenere di più dal loro denaro. Ma mentre il mondo si evolve e gli stili di vita delle persone cambiano, sempre più persone si stanno rendendo conto di avere una responsabilità nei confronti del pianeta e di doversi prendere cura del luogo in cui tutti viviamo. Vogliamo contribuire a trasformare in realtà la transizione verso un futuro più green, motivo per cui abbiamo stretto una partnership con Watershed, che crediamo possa aiutarci a raggiungere i nostri obiettivi di sostenibilità”.

Dopo la raccolta dati segue un piano strategico a lungo termine

Una volta confermati i dati Revolut punterà allo sviluppo di un programma per gestire le proprie emissioni al minimo raggiungibile. Un processo che è in linea con gli obiettivi previsti dell’Accordo di Parigi.

Taylor Francis, co-founder di Watershed, aggiunge:

Siamo lieti di collaborare al programma globale di Revolut. Puntiamo ad accelerare la lotta contro il cambiamento climatico costruendo strumenti di cui le organizzazioni moderne, come Revolut, hanno bisogno per raggiungere velocemente zero emissioni. Il recente rapporto dell’IPCC pubblicato ad agosto non lascia dubbi: non c’è piú tempo da perdere e ogni azienda deve agire rapidamente per ridurre le emissioni. Siamo entusiasti di aiutare Revolut in questa iniziativa”.

All’inizio di quest’anno Revolut ha aderito a Tech Zero. Quest’ultima è un’iniziativa che riunisce aziende tecnologiche impegnate a guidare il cambiamento a livello ambientale attraverso la tecnologia, i dati e la scienza. Da anni Revolut collabora con partner di beneficenza per la sostenibilità globale e locale come WWF, Rainforest Alliance e Open Cages. Ad oggi i clienti Revolut hanno donato oltre 1 milione di sterline a enti di beneficenza per la sostenibilità e il clima.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button