fbpx
LifestyleNews

Come cambia il ristorante per rimanere vivo

Tavoli all'aperto, spazi più grandi e QR code

Nel corso dell’ultimo anno i ristoranti sono cambiati. È cambiata la disposizione dei tavoli all’interno dei locali, sempre più ristoranti offrono anche tavoli all’aperto, e sicuramente vi sarà capitato di consultare un menù tramite QR code, per ridurre la possibilità di contagio. Alcune misure sono temporanee, ma altri cambiamenti all’interno dei ristoranti sono destinati a durare più a lungo. A diventare la nuova moda.

Come la situazione sanitaria attuale cambierà il modo di progettare nuovi ristoranti

Lance Saunders, direttore del design dello studio Stokes Architecture & Design di Philadelphia, è nel settore dell’ospitalità da 15 anni e nell’ultimo anno si è battuto per innovare e reinventare alcuni locali. Saunders e il suo team hanno progettato e costruito moltissime “streeteries”, i tipici ristoranti a bordo strada, intorno a Philadelphia e Washington DC. All’inizio erano semplici spazi protetti dal sole e dalla pioggia, ma durante l’anno – anche grazie alla disponibilità di nuovi materiali – questi si sono evoluti.

In poco più di un anno, quindi, lo staff di Stokes ha affinato i propri progetti e ha contribuito a riprogettare il design dei ristoranti all’aperto in città. Questo stile di ristoranti, introdotto durante la pandemia, rimarrà per molti anni a venire.

I protocolli e il design dei ristoranti erano già cambiati durante la grande influenza del 1918 e alcuni di questi sono sopravvissuti fino ai giorni nostri. Come ad esempio l’uso di piastrelle bianche nelle metropolitane, oppure dei pavimenti in linoleum, che sono stati introdotti alla fine del 19° secolo per indicare uno spazio pulito. La popolazione, infatti, aveva iniziato a capire come si diffondevano le malattie e come disinfettare in modo efficace. Da quegli anni deriva anche l’usanza di coprire il più possibile il cibo esposto sui banconi.

Ristoranti con tavoli all’aperto e l’uso della tecnologia: il futuro della ristorazione

Ma cosa cambierà nei prossimi anni? Sicuramente cambierà il modo in cui viviamo gli spazi pubblici: lo spazio personale di ogni individuo si è modificato, ampliato. E molto probabilmente sarà così per molti anni a venire. I designer infatti stanno progettando nuovi ristoranti considerando una bolla personale molto più grande.

ristoranti tavoli all'aperto e grandi spazi interni
 Social Haus, un ristorante a Greenough, Mont., realizzato da Mutuus Studio | Notion Workshop

Lance Saunders sta cambiando il modo di progettare, realizzando ristoranti con una capacità di posti a sedere leggermente inferiore. Assegnando ad ogni commensale il triplo dello spazio di prima. All’interno saranno apprezzati gli angoli intimi, come le piccole sale con all’interno un paio di tavoli. Pranzare e cenare all’aperto, inoltre, sarà la scelta più popolare: le persone cercheranno principalmente tavoli esterni e non solo d’estate.

La tecnologia continuerà a far parte delle nostre vite e non ci abbandonerà sicuramente all’interno di un ristorante. L’utilizzo dei QR code per visualizzare i menù è stato un successo, nonostante lo scetticismo iniziale. L’idea di toccare un menù che ha incontrato decine di mani nella stessa serata è infelice anche senza una situazione sanitaria delicata, e i commensali se ne stanno rendendo conto. Anche in futuro, quindi, si preferirà la consultazione online dei menù. Sempre più ristoranti, poi, si stanno attrezzando per consentire anche di effettuare l’ordinazione tramite il cellulare, comodamente dal proprio tavolo.

I QR code, i quadrati con spazi neri e bianchi da inquartare con il proprio dispositivo per accedere immediatamente a un sito web, sono stati inventati nel 1994. L’inventore, Masahiro Hara, è un ingegnere che lavorava nell’industria automobilistica giapponese e aveva l’obiettivo di tracciare i veicoli e alcune parti durante il processo di produzione. Invece di digitare un lungo e complesso URL, basta scansionare una piccola etichetta che permette di aprire subito un sito web o un’app. Negli anni a venire, soprattutto in Asia, la tecnologia è divenuta molto utilizzata. Ma è nell’ultimo anno che ha subito un vero e proprio boom. Ora moltissimi ristoranti, dalle catene a quelli più raffinati, posizionano dei cartellini con QR code sui tavoli, per poter consultare il menù.

QR Code
Xiaomi Redmi Note 10 Smartphone RAM 4GB ROM 64GB 6.43"...
  • [6.43" AMOLED] Dotato di un nuovo display AMOLED da 6,43". Il display dettagliato e chiaro insieme al design sottile...
  • [Ricarica rapida da 33 W] Risparmia tempo nell'attesa che la batteria si carichi. La ricarica del flash da 33 W insieme...
  • [Doppio altoparlante] Con il volume più alto e una gamma audio più ampia, i doppi altoparlanti ti trasporteranno nella...
Source
Fortune

Sara Grigolin

Amo le serie tv, i libri, la musica e sono malata di tecnologia. Soprattutto se è dotata di led RGB.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button