fbpx
Sony A7S III ufficiale

Sony A7S III: il miglior 4K mai creato da Sony
Registrazione 4K a 120 fps, 10 bit e 4:2:2 in camera. Monitor orientabile e un nuovo sensore full-frame da 12 megapixel. Sony A7S III è questa e molto altro


Scopriamo la nuova Sony A7S III appena presentata

Cinque anni. Sono passati ben cinque anni dall’arrivo sul mercato di Sony A7S II, probabilmente una delle mirrorless che più ha segnato la trasformazione del lavoro di videomaker run-and-gun negli ultimi anni. Ancora oggi, infatti, è considerata un punto di riferimento anche per i content creator, ma non solo loro, l’intero mercato attendeva con ansia questo giorno. È finalmente ufficiale la nuova Sony A7S III.

sony a7s III

In questi cinque anni Sony ha lavorato duramente per migliorare un prodotto già eccellente, ascoltando le richieste degli utenti, i suggerimenti degli Ambassador e ovviamente seguendo anche i trend di un mercato in costante evoluzione. E, oggi, in casa Sony sono convinti di aver creato un prodotto in grado di fornire il miglior video 4K dell’intera famiglia. Nasce così una fotocamera mirrorless in cui tutto è nuovo, ma che ancora una volta è focalizzata sulle prestazioni in condizioni di scarsa illuminazione. La S, come è noto, sta proprio ad indicare la “Series Sensitivity” di casa Sony e quindi quei modelli in grado di lavorare senza difficoltà anche alle più alte sensibilità ISO.

Sony A7S III: le principali novità 

Il cuore pulsante della nuova A7S III è il sensore di nuova concezione da 12,1 milioni di pixel: ancora una volta si tratta di un sensore retroilluminato CMOS Exmor R. In ambito video non servono più megapixel di quelli offerti da A7S III, per creare un video 4K, infatti, sono sufficienti i soli 12 milioni di pixel. Anzi, poter contare su un sensore full-frame con una così bassa densità di pixel è fondamentale per aumentare la qualità. Soprattutto in condizioni di scarsa luce. Questo nuovo sensore può contare su alcune nuove tecnologie di lettura della luce che offrono una migliore resa alle alte sensibilità. E anche parlando di fotografia, 12MP su un sensore full-frame possono offrire ancora ottimi risultati in molti ambiti. Certo il crop non sarà un’opzione da tenere a mente, ma il file intero, soprattutto in scarsa luce, sarà sicuramente valido. 

Sony A7S III sensore

Il nuovo sensore promette di offrire un riproduzione del colore assolutamente fedele e migliorata, ma che soprattutto potrà contare su una gamma dinamica da 15+ stop in ambito video e 14 stop per quanto riguarda il lato fotografico. 

Che la sensibilità di questa fotocamera sia un aspetto fondamentale è chiaro anche dall’estensione ISO, con A7S III si parte da 80 per raggiungere i 102.400 ISO come valore massimo. Come molte fotocamere in commercio, però, offre anche la possibilità di estendere la gamma, in questo caso fino a 409.600 ISO per il video. Un ulteriore scalino si può fare per la fotografia, innalzando il valore massimo sempre a 409.600 ma con una base di partenza di soli ISO 40. I dati di laboratorio forniti da Sony parlando di un miglioramento della qualità d’immagine di uno stop di riduzione del rumore anche alle più alte sensibilità. 

Sony A7S III ufficiale

A fianco del nuovo sensore su A7S III c’è anche un nuovo processore, il BIONZ XR, grazie al quale l’elaborazione dei dati sarà di 8 volte più veloce rispetto al vecchio BIONZ X. Ma non solo, infatti, è stato ridotto il tempo di latenza e soprattutto ridotto di ben 3 volte il rolling shutter rispetto a A7S II. 

La nuova Sony A7S III segna un nuovo record per quanto riguarda la risoluzione del nuovo mirino elettronico: 9,44 milioni di punti su un pannello OLED non si erano mai visti. Tra le principali novità, a grande richiesta, appare su A7S III un nuovo monitor orientabile: si tratta di un pannello LCD da 1,44 milioni di punti di risoluzione con funzionalità touch e che può essere orientato lateralmente, verso l’alto e verso il basso. 

Sony A7S III tasti

Dopo l’annuncio da parte di Sony della presentazione di A7S III, si è iniziato subito a cercare rumors, fonti attendibili e quanto possibile per scoprire tutti i dettagli. Tra le domande più frequenti che gli utenti si sono poste c’è sicuramente quella legata alla dissipazione del calore. Panasonic nella sua S1H ha inserito una bella ventola in vista, Canon con le nuove EOS R5 ed R6 non ha fatto lo stesso e infatti qualche problemino è uscito fuori proprio negli ultimi giorni. E Sony come ha affrontato questo discorso?  Semplice, ha inserito un nuovo dissipatore a quanto pare in grado di gestire sessioni di registrazioni in 4K a 60p, 10 bit in 4:2:2 per un’ora e anche qualcosa in più. La nuova struttura studiata per A7S III dovrebbe mantenere sotto controllo la temperatura del sensore e del processore, il tutto all’interno di un corpo che non si è rivelato più grande dei precedenti modelli della serie S. Da Sony ci dicono che il dissipatore di nuova concezione è 5 volte più efficiente.  

Per chiudere questa panoramica iniziale ho scelto un altro argomento un po’ spinoso in casa Sony. In questi anni tanti utenti si sono lamentati per la struttura del menu. Ebbene, è stato rivisto e semplificato, reso interamente controllabile direttamente dal pannello touch di A7S III per semplificare l’accesso alle funzioni e renderlo più vicino alle nuove generazioni di videomaker. Sarà possibile crearsi il proprio menu personale con tutte le funzioni di uso frequente così da non dover navigare a lungo e perdere tempo alla ricerca delle funzioni. Inoltre, per chi registra video ma scatta anche fotografie sarà possibile creare due cartelle separate. 

Quasi dimenticavo, c’è un’altra novità che tutti i possessori di A7S II aspettavano con ansia: una batteria più capiente e quindi maggiore autonomia. E così è, su Alpha 7S III troviamo anche una nuova batteria, che può essere anche alimentata via USB-C. Attraverso lo standard USB PD (Power Delivery) la carica è rapida e quindi utile quando si lavora outdoor. Sempre la stessa porta USB, inoltre, è possibile utilizzare per lavorare in tethering. 

Soluzioni video professionali con A7S III

L’ambito video è ovviamente quello più importante per la nuova Sony A7S III e lo dimostrano le novità che caratterizzano questo comparto. Tanto per iniziare è possibile registrare in 4K fino a 120 fotogrammi al secondo, a 10 bit e in campionamento 4:2:2 direttamente in camera. Tante le opzioni di registrazioni offerte, in grado di fornire ai videomaker ampia libertà sia in fase di ripresa che di post-produzione: su A7S III si potrà registrare ad esempio con codec MPEG-H HEVC/H.265 (XAVC HS) o All-intra.

A7S III

Ovviamente le possibilità aumenteranno notevolmente sfruttando dei registratori esterni, ma la nuova mirrorless di Sony è stata progettata per inserirsi senza difficoltà nei flussi di lavoro professionali grazie a tre diverse impostazioni di spazio colore. Con A7S III potremo sfruttare S-Gamut, S-Gamut3 e S-Gamut3.Cine. In questo modo non ci saranno problematiche di uniformità colore utilizzando anche macchine da presa. È un qualcosa che sicuramente sarà molto apprezzata per permette di sfruttare la compattezza di A7S III senza difficoltà di post-produzione. 

Sony A7S III supporta anche il profilo HLG (Hybrid Log-Gamma), permette di registrare in RAW 16-bit attraverso un recorder esterno via HDMI Type-A

Un autofocus tutto nuovo

Appare per la prima volta su una fotocamera della serie Alpha 7S il Fast Hybrid AF, che combina le modalità a rilevamento di fase e del contrasto. Grazie a questa soluzione i soggetti potranno essere seguiti in un’area più ampia e soprattutto con più precisione e velocità anche utilizzano una ridotta profondità di campo. 

Sony A7S III prezzo

Su Sony A7S III è stato fatto un grande lavoro per offrire un’eccezionale precisione nelle modalità di Real-Time Tracking e Real-Time Eye AF. Rispetto ai sistemi precedenti la modalità di messa a fuoco sugli occhi è stata migliorata del 30%, in termini di accuratezza e velocità di riconoscimento del soggetto. Per attivare il tracciamento del soggetto sarà sufficiente toccarlo sul display, mentre l’Eye AF si attiverà in automatico non appena verranno riconosciuti degli occhi nella scena. 

Come già sottolineato in precedenza Sony ha dato molta importanza ai feedback ricevuti in questi anni e una delle migliorie più richiesta riguarda proprio l’AF. In particolare l’azienda giapponese ha voluto offrire all’utente tutte le possibilità di gestire con precisione le impostazioni AF, come ad esempio la velocità delle transizioni. Con A7S III è anche possibile attivare la modalità Touch Focus anche quando si lavora in manuale, direttamente cliccando sullo schermo LCD o attraverso l’applicazione Imaging Edge Mobile

A7S III è molto altro ancora

Sony A7S III è sicuramente una fotocamera per delle produzioni di un certo livello, di quelle che usano sistemi di stabilizzazione per la creazioni dei propri video, magari dei gimbal per essere più agili, ma comunque difficile che la si utilizzi a mano libera. In casa Sony, però, hanno pensato anche a questa evenienza, perché molti content creator potrebbero trovarsi nella situazione di dover girare un video al volo e quindi ecco che, con questo modello, appare anche la Active Mode. Si tratta di un sistema di stabilizzazione basato su 5 assi che è in grado di fornire prestazioni di ottimo livello e che forse si trasformerà in più di un semplice aiuto.

alpha 7s iii

La nuova Sony A7S III sarà dotata anche di un’interfaccia completamente dedicata alla ripresa dell’audio. Su questa mirrorless troveremo infatti la slitta Multi Interface (MI) compatibile con i microfoni esterni di Sony. Utilizzare A7S III con l’adattatore XLR-K3M fornirà ben 4 canali audio a 24 bit per la prima volta su una fotocamera della serie Alpha. 

Non è fatta solo per i video

Se il video è l’ambiente naturale di A7S III, la fotografia non è solo un’aggiunta. In ambito fotografico i 12 MP del sensore potrebbero sembrare troppo pochi, ma in realtà le caratteristiche di questo sensore CMOS possono sfruttarli in tante situazioni. E poter contare sul nuovo modulo AF sarà un bel vantaggio aggiunto. I 759 punti a rilevazione di fase, che coprono il 92% del sensore assicurano la precisione necessaria. Inoltre, la nuova mirrorless full frame di Sony può vedere dove l’occhio umano non vede: messa a fuoco garantita fino a -6EV.  

Continuando con numeri interessanti in campo fotografico posso dirvi anche che con A7S III è possibile scattare raffiche fino a 10 fotogrammi al secondo (8fps con live view) e che il buffer consente oltre 1000 fotografie in formato RAW. 

Infine, per migliorare l’efficienza, è stato introdotto anche il formato HEIF, che già stiamo iniziando a vedere su altre fotocamere e che conosciamo dal mondo degli smartphone. Si tratta di un formato file a 10 bit che sfrutta avanzate tecniche di compressione che non incidono troppo sulla qualità del file ma ne riducono molto il peso. 

Sony A7S III schede SD

Il design di Sony A7S III non è mutato particolarmente rispetto al modello precedente, ma sono state apportare alcune modifiche sostanziali. Del display e del mirino vi ho già parlato, mentre non vi ho ancora detto del doppio slot di schede di memoria: entrambi accettano schede SD UHS-I e UHS-II e le nuove  CFexpress Type A. Grazie anche a questo nuovo formato di scheda di memoria potremo registrare raffiche di fotografie in formato RAW senza preoccupazioni, ma soprattutto registrare video in 4K a 120p. 

Sony A7S III: prezzo e disponibilità

Era da tanto tempo che aspettavamo questa fotocamera e ora sappiamo che arriverà sul mercato il prossimo settembre e il prezzo per il solo corpo macchina sarà approssimativamente di €4200

Offerta
Sony Alpha 7 III | Fotocamera Mirrorless Full-Frame (AF...
  • AUTOFOCUS REATTIVO: sfrutta Real Time Eye AF e Real Time Tracking (per Umani e Animali) per mantenere il tuo soggeto a...
  • QUALITA' D'IMMAGINE OTTIMA: Sensore Full-frame da 24MP e alta sensibilità ISO per una qualità d'immagine elevata anche...
  • VIDEOMAKING PROFESSIONALE: Full-pixel readout senza pixel binning per video 4K HDR ad alta risoluzione.

Luca Forti

Fotografo dal 2002 e scrivo di fotografia dal 2004: insomma, amo la fotografia e tutto ciò che le ruota intorno. Da due anni sono stato adottato da Milano e da sempre sono appassionato di tecnologia, di praticamente tutti gli sport, amo viaggiare, mangiare bene e non toglietemi il mio gin tonic!
                   










 
Sì, iscrivimi alla newsletter!
close-link