fbpx
cellularline hi-gens sterilizzatore smartphone

Sterilizzatore smartphone a raggi UV: come funziona? E funziona?
CellularLine ha debuttato Hi-Gens, un dispositivo per sterilizzare coi raggi UV smartphone e piccoli oggetti


CellularLine ha prodotto un nuovo dispositivo: uno sterilizzatore ai raggi UV per smartphone chiamato HiGens. Stando a quanto dice l’azienda può sterilizzare lo smartphone ed altri piccoli oggetti solo in un minuto, eliminando il 99,9% dei batteri. Da bravi amanti della tecnologia non possiamo sottrarci dal proteggere i nostri amati smartphone. Ma non possiamo nemmeno esimerci dal cercare di capire come funziona questo strumento.

Ultra-violetti ultra violenti sterilizzanti

Come funziona la sterilizzazione ad ultra-violetti? Questi raggi hanno una frequenza più alta ed una lunghezza d’onda minore dello spettro del visibile. Per chi non avesse appena ripassato queste nozioni da liceo su Wikipedia come noi, significa che vibrano più frequentemente della luce visibile. A loro volta, i raggi ultravioletti si dividono in UV-A (quelli che ci fanno ustionare se stiamo troppo al sole), UV-B e UV-C, che di solito vengono fermati dall’ozono nell’atmosfera. Che è ottimo, perché ci scotterebbero anche se nuotassimo nella crema solare e brucerebbero anche l’ombrellone.

Le onde UV-C sono quelle che hanno un’azione germicida. Vengono utilizzate per sterilizzare gli strumenti dentistici o disinfettare l’acqua, ad esempio. Questi raggi modificano il DNA o l’RNA dei microorganismi, impedendo loro di riprodursi e di essere dannosi.  E ci sono alcuni studi che stanno verificando se possono uccidere il coronavirus. Su questo virus non abbiamo certezze scientifiche, anche se in Cina usano i raggi UV-C per sterilizzare gli autobus. Non che CellularLine prometta di risolvere la pandemia globale, il sito del costruttore parla esplicitamente di batteri e non virus.

sterilizzatore smartphone cellularline hi-gensCome funziona lo sterilizzatore UV-C per smartphone HiGens

Lo sterilizzatore HiGens usa raggi UV-C dalla lunghezza d’onda compresa 260 e i 280 nanometri (un nanometro è un miliardesimo di un metro, per capirci). Questo significa che nella fascia meno intensa dei raggi UV-C. Raggi di questo tipo possono “smontare il DNA” dei microorganismi sul vostro smartphone. Ma non fanno bene nemmeno a voi: evitate di puntare la luce sulla pelle o sugli occhi, è peggio che guardare un’eclissi ad occhio nudo.

Lo sterilizzatore UV per smartphone ha due modalità d’uso. La prima è una “scatola sterilizzante”: inserite lo smartphone (o le chiavi, gli occhiali, ecc.) all’interno ed aspettate un minuto per eliminare batteri ed eventuali gatti di Schrödinger. Altrimenti potete usarla come lampada UV da passare su vestiti e superfici. Se inclinate il dispositivo si spegnerà, per evitare che ve lo puntiate addosso.

Per funzionare il dispositivo deve essere attaccato all’alimentatore. Però è molto leggero e facilmente trasportabile. Può anche essere usato come stand per il telefono e a breve dovrebbe arrivare una nuova versione con la ricarica wireless. Che sarà sopra il dispositivo, non potrete sterilizzare e ricaricare insieme.

Potete trovarlo sul sito del costruttore o su Amazon con una spesa intorno ai 50 euro. Questo sterilizzatore non sostituisce le altre precauzioni sanitarie che dobbiamo prendere ma almeno il nostro smartphone sarà al sicuro.

Offerta
cellularline Sterilizzatore a Luce LED UV-C per Smartphone...
  • Sterilizzatore universale uccide il 99.99% di virus, germi e batteri
  • LAMPADA UVC MANUALE
  • Sterilizza smartphone, auricolari, occhiali, chiavi, monete, mascherine o oggetti di piccole dimensioni

Stefano Regazzi

author-publish-post-icon
Il battere sulla tastiera è la mia musica preferita. Nel senso che adoro scrivere, non perché ho una playlist su Spotify intitolata "Rumori da laptop": amo la tecnologia, ma non fino a quel punto! Lettore accanito, nerd da prima che andasse di moda.
                   










 
Sì, iscrivimi alla newsletter!
close-link